WP_Post Object ( [ID] => 288803 [post_author] => 14 [post_date] => 2016-07-18 22:22:43 [post_date_gmt] => 2016-07-18 20:22:43 [post_content] => Secondo indiscrezioni riportate dall’agenzia di stampa Bloomberg, FCA sarebbe sotto indagine da parte della Sec, la Consob americana, e dell'FBI per presunte vendite truccate negli USA. Le autorità americane potrebbero avvalersi nelle indagini delle informazioni che saranno ricavate nell’ambito della causa civile contro Fca avviata da un concessionario di Napleton, vicino Chicago: a gennaio il dealer aveva accusato il gruppo del Lingotto di aver gonfiato le vendite mensili, spingendo i concessionari a dichiarare vendite più alte di quelle reali, in teoria ritoccando i dati dell’ultimo giorno del mese per poi correggerli nel giorno successivo. Il concessionario sostiene che un manager di Fca gli avrebbe offerto ben 20.000 dollari per dichiarare vendite false di 409 veicoli. La casa automobilistica in quell’occasione aveva definito la causa infondata. Oggi a Wall Street il titolo del gruppo FCA ha perso lo 0,44%, dopo la conferma dell’indagine in corso da parte della Sec. IL COMUNICATO FCA - Fca ha poi diffuso un comunicato in merito: "In replica a quanto riferito oggi da talune fonti di stampa, FCA conferma di aver prestato la propria collaborazione in una inchiesta della Securities Exchange Commission in merito ai dati relativi alle vendite da concessionari a clienti finali negli Stati Uniti. Nelle sue relazioni finanziarie annuali e trimestrali, FCA riporta i ricavi sulla base delle sue spedizioni a concessionari e clienti e non sulla base delle unità riportate come vendute a clienti finali dai concessionari. Richieste in merito a questioni simili sono state recentemente formulate dal Department of Justice statunitense. FCA presterà piena collaborazione a queste indagini” si legge nella nota. [post_title] => FCA sotto inchiesta negli USA, vendite truccate? [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fca-sotto-inchiesta-negli-usa-vendite-truccate [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-07-18 22:33:54 [post_modified_gmt] => 2016-07-18 20:33:54 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=288803 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

FCA sotto inchiesta negli USA, vendite truccate?

Indagine della Sec e dell'FBI dopo una denuncia di un concessionario in merito a presunte vendite gonfiate

FCA sotto inchiesta negli USA, vendite truccate?

Secondo indiscrezioni riportate dall’agenzia di stampa Bloomberg, FCA sarebbe sotto indagine da parte della Sec, la Consob americana, e dell’FBI per presunte vendite truccate negli USA. Le autorità americane potrebbero avvalersi nelle indagini delle informazioni che saranno ricavate nell’ambito della causa civile contro Fca avviata da un concessionario di Napleton, vicino Chicago: a gennaio il dealer aveva accusato il gruppo del Lingotto di aver gonfiato le vendite mensili, spingendo i concessionari a dichiarare vendite più alte di quelle reali, in teoria ritoccando i dati dell’ultimo giorno del mese per poi correggerli nel giorno successivo. Il concessionario sostiene che un manager di Fca gli avrebbe offerto ben 20.000 dollari per dichiarare vendite false di 409 veicoli. La casa automobilistica in quell’occasione aveva definito la causa infondata.

Oggi a Wall Street il titolo del gruppo FCA ha perso lo 0,44%, dopo la conferma dell’indagine in corso da parte della Sec.

IL COMUNICATO FCA – Fca ha poi diffuso un comunicato in merito: “In replica a quanto riferito oggi da talune fonti di stampa, FCA conferma di aver prestato la propria collaborazione in una inchiesta della Securities Exchange Commission in merito ai dati relativi alle vendite da concessionari a clienti finali negli Stati Uniti. Nelle sue relazioni finanziarie annuali e trimestrali, FCA riporta i ricavi sulla base delle sue spedizioni a concessionari e clienti e non sulla base delle unità riportate come vendute a clienti finali dai concessionari. Richieste in merito a questioni simili sono state recentemente formulate dal Department of Justice statunitense. FCA presterà piena collaborazione a queste indagini” si legge nella nota.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. fabio

    19 Luglio 2016 at 10:29

    Cazzo oh all’fbi sono messi cosi male da indagare se cose inesistenti?????????????????? HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

Articoli correlati