Koenigsegg One:1, l’incidente del Nurburgring causato da un problema all’ABS

La vettura è in fase di ricostruzione nella fabbrica di Ängelholm

Koenigsegg One:1 - Dopo il brutto incidente al Nurburgring, la megacar svedese è stata riportata nella fabbrica di Ängelholm per eseguire delle analisi dettagliate. Il bloccaggio è stato causato da un problema legato all'ABS della ruota anteriore sinistra; attualmente la vettura è in fase di ricostruzione, in attesa del ritorno in pista. Da segnalare l'ottimo lavoro della monoscocca che ha retto alla grande l'urto senza riportare danni al pilota.
Koenigsegg One:1, l’incidente del Nurburgring causato da un problema all’ABS

Nei giorni scorsi uno dei sette esemplari della Koenigsegg One:1, durante dei test sul Nordschleife, è stata vittima di un brutto incidente nella zona di Adenauer Forst, andando ad impattare sul guard-rail a 100 km/h circa e volando per 20 metri ruotando su se stessa prima di atterrare sull’erba. La vettura poco dopo ha preso fuoco, domato dal pilota stesso.

Prima dell’impatto con le barriere, la vettura ha frenato per gran parte del tratto di pista (visibile chiaramente dalle immagini dell’incidente) con le strisciate dei bloccaggi stampate sull’asfalto. La vettura è stata riportata nella fabbrica svedese di Ängelholm dove i tecnici, dopo ore di analisi comparate con un altro esemplare, hanno potuto constatare che il problema proveniva dall’ABS della ruota anteriore sinistra. Il problema è stato individuato scollegando il sensore del sistema dell’esemplare gemello e premendo fino in fondo il pedale del freno, risultando dei parametri identici all’incidente.

Normalmente in presenza di un’anomalia del sistema si illumina una spia, visibile sul cruscotto, che il pilota non avrebbe visto per via di molteplici fattori legati alla concentrazione alla guida, specie su una vettura da oltre i 1.000 CV.

Nessun problema, invece, alla monoscocca in fibra di carbonio che ha retto alla grande l’impatto, la quale verrà riutilizzata per ricostruire la vettura; il propulsore e la trasmissione non sono stati danneggiati con l’airbag e tutti i sistemi di sicurezza che hanno reagito secondo la loro progettazione. Se i sensori fossero stati inclusi nell’Active Systems Warning, la velocità si sarebbe ridotta a 100 km/h. La casa correrà subito ai riparti aggiungendo i sensori nel software.

Attualmente la megacar è in fase di ricostruzione nella fabbrica; i test sono stati rinviati a data da destinarsi.

Foto | Koenigsegg Automotive AB

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati