WP_Post Object ( [ID] => 292304 [post_author] => 36 [post_date] => 2016-07-27 13:47:39 [post_date_gmt] => 2016-07-27 11:47:39 [post_content] => Volkswagen AG ha annunciato che il Giudice Charles R. Breyer della Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Settentrionale della California ha concesso l’approvazione preliminare degli accordi transattivi raggiunti lo scorso 28 giugno con i privati rappresentati dal Comitato Direttivo (Plaintiffs’ Steering Committee, PSC) per risolvere le questioni civili relative ai veicoli Volkswagen e Audi con motore Diesel 2.0 TDI negli Stati Uniti. I membri dell’azione collettiva saranno informati individualmente sui propri diritti e sulle opzioni previste dall’accordo. Volkswagen avvierà il programma immediatamente dopo l’approvazione definitiva dell’accordo da parte della Corte, attesa per l’autunno 2016. L’accordo prevede, per i Clienti aventi diritto, due opzioni. La prima. Potranno rivendere il proprio veicolo a Volkswagen o risolvere il contratto di leasing senza alcuna penale. La seconda. Potranno far aggiornare il proprio veicolo, se la misura tecnica sarà approvata dalla U.S. Environmental Protection Agency (EPA) e dal California Air Resources Board (CARB). I clienti che sceglieranno una di queste opzioni riceveranno anche un pagamento in contanti da Volkswagen. Volkswagen apprezza l’impegno costruttivo di tutte le parti, sotto la direzione del Giudice Breyer e con la partecipazione attiva del consulente specializzato Robert S. Mueller III mentre il processo di approvazione dell’accordo prosegue. Le parti ritengono che il programma proposto fornirà una soluzione corretta, ragionevole e adeguata per i Clienti Volkswagen e Audi interessati. I seguenti veicoli con motore 2.0 TDI sono inclusi nel programma di accordo proposto: VW Beetle 2013-2015 VW Golf 2010-2015 VW Jetta 2009-2015 VW Passat 2012-2015 Audi A3 2010-2013 e 2015. Volkswagen continua a collaborare a stretto contatto con EPA e CARB per l’approvazione della misura tecnica per tutti i veicoli con motore 2.0 TDI sopra elencati. Sta inoltre lavorando per ottenere il prima possibile l’approvazione di una soluzione tecnica per i veicoli con motore 3.0 TDI V6 interessati. Oltre all’accordo collettivo proposto, Volkswagen ha sottoscritto un cosiddetto Consent Decree con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (per conto dell’EPA), il CARB e il Procuratore Generale della California finalizzato un accordo con la Federal Trade Commission statunitense cosiddetto “Partial Stipulated Order for Permanent Injunction and Monetary Judgment” transato gli esistenti o potenziali procedimenti a tutela dei Consumatori di 44 Stati, il District of Columbia e Porto Rico. Gli accordi non rappresentano un’ammissione di responsabilità da parte di Volkswagen, e i loro termini non possono essere applicati né condizionano gli obblighi di legge da parte di Volkswagen in nessuna giurisdizione al di fuori degli Stati Uniti. Il marchio tedesco continua a lavorare per risolvere le questioni legali in sospeso negli Stati Uniti. [post_title] => Volkswagen: Primo semaforo verde al piano per i 2.0 TDI negli Stati Uniti [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => volkswagen-primo-semaforo-verde-al-piano-per-i-2-0-tdi-negli-stati-uniti [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-07-27 13:47:39 [post_modified_gmt] => 2016-07-27 11:47:39 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=292304 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Volkswagen: Primo semaforo verde al piano per i 2.0 TDI negli Stati Uniti

Ammonterebbe a 13,4 miliardi di euro

Volkswagen - L'approvazione preliminare degli interventi per le 475 mila vetture con motore 2.0 TDI circolanti nel Paese è stata concessa ieri da un giudice federale della California, chiamato a valutare lo schema dei richiami e delle soluzioni alternative per i clienti.
Volkswagen: Primo semaforo verde al piano per i 2.0 TDI negli Stati Uniti

Volkswagen AG ha annunciato che il Giudice Charles R. Breyer della Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Settentrionale della California ha concesso l’approvazione preliminare degli accordi transattivi raggiunti lo scorso 28 giugno con i privati rappresentati dal Comitato Direttivo (Plaintiffs’ Steering Committee, PSC) per risolvere le questioni civili relative ai veicoli Volkswagen e Audi con motore Diesel 2.0 TDI negli Stati Uniti.

I membri dell’azione collettiva saranno informati individualmente sui propri diritti e sulle opzioni previste dall’accordo. Volkswagen avvierà il programma immediatamente dopo l’approvazione definitiva dell’accordo da parte della Corte, attesa per l’autunno 2016. L’accordo prevede, per i Clienti aventi diritto, due opzioni. La prima. Potranno rivendere il proprio veicolo a Volkswagen o risolvere il contratto di leasing senza alcuna penale. La seconda. Potranno far aggiornare il proprio veicolo, se la misura tecnica sarà approvata dalla U.S. Environmental Protection Agency (EPA) e dal California Air Resources Board (CARB). I clienti che sceglieranno una di queste opzioni riceveranno anche un pagamento in contanti da Volkswagen.

Volkswagen apprezza l’impegno costruttivo di tutte le parti, sotto la direzione del Giudice Breyer e con la partecipazione attiva del consulente specializzato Robert S. Mueller III mentre il processo di approvazione dell’accordo prosegue. Le parti ritengono che il programma proposto fornirà una soluzione corretta, ragionevole e adeguata per i Clienti Volkswagen e Audi interessati. I seguenti veicoli con motore 2.0 TDI sono inclusi nel programma di accordo proposto: VW Beetle 2013-2015 VW Golf 2010-2015 VW Jetta 2009-2015 VW Passat 2012-2015 Audi A3 2010-2013 e 2015.

Volkswagen continua a collaborare a stretto contatto con EPA e CARB per l’approvazione della misura tecnica per tutti i veicoli con motore 2.0 TDI sopra elencati. Sta inoltre lavorando per ottenere il prima possibile l’approvazione di una soluzione tecnica per i veicoli con motore 3.0 TDI V6 interessati. Oltre all’accordo collettivo proposto, Volkswagen ha sottoscritto un cosiddetto Consent Decree con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (per conto dell’EPA), il CARB e il Procuratore Generale della California finalizzato un accordo con la Federal Trade Commission statunitense cosiddetto “Partial Stipulated Order for Permanent Injunction and Monetary Judgment” transato gli esistenti o potenziali procedimenti a tutela dei Consumatori di 44 Stati, il District of Columbia e Porto Rico.

Gli accordi non rappresentano un’ammissione di responsabilità da parte di Volkswagen, e i loro termini non possono essere applicati né condizionano gli obblighi di legge da parte di Volkswagen in nessuna giurisdizione al di fuori degli Stati Uniti. Il marchio tedesco continua a lavorare per risolvere le questioni legali in sospeso negli Stati Uniti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati