Abarth presente all’evento “Classic Days” dedicato alle vetture d’epoca [FOTO]

In programma dal 5 al 7 agosto in Germania

Abarth ai “Classic Days” 2016 - La casa torinese porta alla manifestazione tedesca, dedicata alle auto del passato, un esemplare di 124 Rally Gruppo 4 e una 131 Rally Gruppo 4 degli Anni Settanta, affiancate dal nuovo 124 Spider

Il castello medievale Schloss Dyck vicino Düsseldorf, in Germania, accoglie nuovamente pregiati esempi dell’automobilismo del passato, in occasione della nuova edizione di “Classic Days”. Un evento in programma tra i prossimi 5 e 7 agosto 2016, a cui prende parte anche Abarth.

La casa dello Scorpione, che in occasione della rassegna teutonica dedicata alle vetture d’epoca permetterà ai presenti di ammirare anche il recente 124 Spider spinto da un generoso 1.4 Turbo MultiAir da 170 cavalli, porta due vetture che incarnano la filosofia agonistica del marchio: una Fiat 124 Abarth Rally Gruppo 4 del 1975 e una Fiat 131 Abarth Rally Gruppo 4 del 1976.
Le vetture, presenti nella Collezione FCA dedicata al panorama Heritage e restaurate dagli specialisti di nuove Officine Abarth Classiche di Torino, saranno impegnate anche in un particolare percorso disegnato attorno al castello Dyck.

Si tratta di due icone delle competizioni che portano la firma dal marchio torinese. La Fiat 124 Abarth Rally Gruppo 4, caratterizzata da un peso inferiore rispetto alla Fiat 124 Sport Spider, grazie a porte realizzate in alluminio, tettuccio e cofano in fibra di vetro, vanta anche un propulsore più potente. La Squadra Corse Abarth si è occupata di questa vettura dal 1972, ed è stata attiva sino al 1975, sostituita proprio dalla Fiat 131 Abarth Rally Gruppo 4, protagonista anche in questa rassegna.
La Fiat 124 Abarth Rally Gruppo 4, nella stessa livrea bicolore giallo-rossa sfoggiata durante le stagioni del 1974 e 1975, presenta un motore da 1,756 cc di 200 cavalli, che le consente di raggiungere i 170 km/h in base al “rapporto al ponte”. In attività ha permesso di conquistare due vittorie nel Campionato Europeo Rally al debutto nel 1972 e nel 1975, sfiorando il campionato mondiale costruttori per quattro anni di fila nello stesso arco di tempo.

L’esemplare di Fiat 131 Abarth Rally Gruppo 4 dotato di livrea dello sponsor Alitalia del 1978, invece, è spinto da un motore di 1.995 cc. Un quattro cilindri bi-albero imparentato al 2.0 litri di Fiat capace di fornire una spinta di 235 cavalli alla versione da corsa, su cui ha lavorato il reparto Abarth, legato a una carrozzeria due porte della prima serie. Il quel periodo, considerato “d’oro” per le vetture di Gruppo 4, il regolamento tecnico permetteva la modifica di auto familiari che potevano essere rese delle sportive di razza. Il debutto della 131 Rally Gruppo 4 risultò subito vincente nel 1977, permettendo di ottenere subito il titolo mondiale costruttori. Titolo difeso l’anno seguente grazie all’abilità e al talento dei grandi piloti Walter Röhrl e Markku Alén. Un altro successo giunse ancora nel 1980 e nell’occasione il tedesco divenne anche Campione del mondo nella categoria piloti. Il finlandese, invece, sarebbe potuto esserlo nel 1977 e 1978, se fosse stata già stata istituita una graduatoria ufficiale dedicata ai piloti.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati