Porsche Cayman GT4 Clubsport MR: la firma di Manthey-Racing sulla grintosa sportiva [FOTO]

Introdotta in occasione della 24 Ore di Spa-Francorchamps

Porsche Cayman GT4 Clubsport MR – Un kit realizzato da Manthey-Racing dona ancora più carattere alla ruggente sportiva tedesca

Affinamenti tecnici, un lavoro mirato sull’ulteriore contenimento del peso e interventi funzionali ad accentuarne le performance, sono gli aspetti specifici del pacchetto di sviluppo pensato da Manthey-Racing per la performante Porsche Cayman GT4 Clubsport, siglata MR.

La vettura tedesca, progettata per un impiego su pista, era stata già introdotta allo scorso Salone di Los Angeles. Il progetto racchiude un propulsore boxer di sei cilindri da 3.8 litri, capace di fornire una spinta di 385 cavalli, gestibile tramite un cambio doppia frizione sei rapporti dedicato Porsche Doppelkupplung, con leve al volante.
Tra le caratteristiche peculiari: gruppi molla-ammortizzatori ripresi dal modello 911 GT3 Cup ma rivisti, un differenziale posteriore meccanico da competizione autobloccante, un sistema antibloccaggio delle ruote su 12 livelli, servosterzo elettromeccanico e un evoluto dispositivo di stabilità elettronico studiato per pneumatici slick. Segnalato anche un muscoloso impianto frenante da competizione, costituito da dischi di 380 mm e pinze in allumino a sei pistoncini davanti e quattro dietro, visibile attraverso i cerchi sportivi da 18 pollici fucinati a 5 fori, dotati di prestazionali pneumatici Michelin.

La Porsche Cayman GT4 Clubsport MR, studiata da Manthey-Racing e mostrata in occasione della 24 Ore di Spa-Francorchamps come citato, presenta soluzioni elaborate per contenere ulteriormente il peso, dato che da indicazioni il modello risulta pesante 1.300 kg, oltre che dotato di un serbatoio da 90 litri. Il risparmio è permesso da un impiego più esteso di fibra di carbonio su specifiche parti, policarbonato e una batteria opzionale più leggera intorno ai 40 kg, da quanto segnalato. Un’ottimizzazione di peso associata anche a una di tipo aerodinamico e meccanico, grazie alla presenza di un’ala posteriore più estesa tramite l’introduzione di ulteriori elementi alari e interventi sull’assetto. Ad esempio, tra i vari elementi, si parla di un kit di sospensioni sportive regolabili a due vie, che amplificano le doti dinamiche della vettura.

L’abitacolo, in linea con la grintosa livrea esterna tipica di una vettura da pista, annovera una cellula roll-bar e sedili da corsa abbracciati da cinture di sicurezza a sei punti. Considerando gli interventi fatti, la vettura risulta omologata SRO nella categoria GT4 e quindi impiegabile in contesti competitivi nazionali e internazionali dedicati alla rispettiva classe.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati