Koenigsegg Regera, l’hypercar estrema che butta il fumo negli occhi [VIDEO]

Accelerazione bollente per il bolide svedese

Koenigsegg Regera - La Koenigsegg Regera, supercar da 1.500 CV di potenza, si esalta in uno scatto bruciante in pista che fa sollevare parecchio fumo dalle sgommate di un'auto scalpitante.
Koenigsegg Regera, l’hypercar estrema che butta il fumo negli occhi [VIDEO]

Quando puoi fare affidamento su un sistema di propulsione capace di sviluppare una potenza di 1.500 CV e 2.000 Nm di coppia massima l’accelerazione non può che essere fulminea. Ed è proprio fulmineo uno degli aggettivi che meglio descrivono lo scatto della Koenigsegg Regera, la mostruosa hypercar del marchio svedese che alla pura potenza della motorizzazione ne affianca l’innovazione tecnologica e meccanica.

A darci un assaggio delle capacità della Regera di aggredire l’asfalto in pochi attimi è un video di alcuni secondi pubblicato sulla pagina Facebook di Koenigsegg e proposto sotto. Lo scatto da fermo della supercar fa girare vorticosamente i pneumatici per una sgommata che fa scomparire la Regera dietro il fumo sollevato dall’estrema potenza dei 1.500 CV scaraventati sulla pista.

Dotata di sistema propulsivo ibrido composto da un motore V8 da 5.0 litri associato a tre motori elettrici, la cui potenza viene gestita da un innovativo sistema Direct Drive che sostituisce il cambio tradizionale, offrendo le stesse sensazioni a chi guida ma riducendo del 50% le perdite d’energia, a tutto beneficio delle performance.

I numeri relativi alle prestazioni della Koenigsegg Regera parlano da soli. L’hypercar del marchio scandinavo è in grado di passare da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi, mettendocene 6,6 per toccare i 200 km/h, 10,9 per i 300 km/h e 20 per raggiungere i 400 km/h.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati