WP_Post Object ( [ID] => 296445 [post_author] => 52 [post_date] => 2016-08-10 21:25:12 [post_date_gmt] => 2016-08-10 19:25:12 [post_content] => Realizzata sulla base del regolamento FIA Gruppo B, la Ferrari 288 GTO venne ultimata grazie all'ausilio della Michelotto Automobili di Padova (storico partner che attualmente costruisce le Gran Turismo del cavallino), usufruendo della meccanica della 308 GTB, dotata del motore centrale e prodotta dal 1975 al 1985. Prodotta in 272 esemplari, fu dotata dello stile Pininfarina con delle lampanti similitudini con la 308 GTB, nonostante i rigonfiamenti sui parafanghi, con lo spoiler posteriore più pronunciato mentre quello anteriore ideato per ospitare i gruppi ottici. Il telaio tubolare d'acciaio è stato avvolto dalla fibra di carbonio e pannelli di carrozzeria in Kevlar, che la resero una delle prime stradali ad utilizzare tale tipologia di materiale, riducendo notevolmente il peso. Venne presentata al Salone di Ginevra 1984; a spingerla il 2.8 biturbo V8 da 400 CV montato in posizione longitudinale con due intercooler ed una pressione di sovralimentazione di 0,9 bar. Velocità massima: 305 km/h. Sarà presente all'asta di Mecum, in programma dal 18 al 20 agosto, uno degli eventi parte integrante del Monterey Car Week, in programma dal 15 al 21 agosto, incluso anche il Concorso d'Eleganza di Pebble Beach. Si tratta dell'esemplare datato 1985 (telaio 57485) che ha percorso in totale 7.444 miglia (11.979 km) visibili chiaramente dal tachimetro analogico. Il prezzo stimato oscilla tra 2 e 3 milioni di Dollari. [post_title] => Ferrari 288 GTO: all'asta di Mecum durante il Monterey Car Week [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-288-gto-allasta-di-mecum-durante-il-monterey-car-week-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-08-10 21:38:32 [post_modified_gmt] => 2016-08-10 19:38:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=296445 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari 288 GTO: all’asta di Mecum durante il Monterey Car Week [FOTO]

Prezzo stimato da 2 a 3 milioni di Dollari

Realizzata sulla base del regolamento FIA Gruppo B, la Ferrari 288 GTO venne ultimata grazie all’ausilio della Michelotto Automobili di Padova (storico partner che attualmente costruisce le Gran Turismo del cavallino), usufruendo della meccanica della 308 GTB, dotata del motore centrale e prodotta dal 1975 al 1985.

Prodotta in 272 esemplari, fu dotata dello stile Pininfarina con delle lampanti similitudini con la 308 GTB, nonostante i rigonfiamenti sui parafanghi, con lo spoiler posteriore più pronunciato mentre quello anteriore ideato per ospitare i gruppi ottici. Il telaio tubolare d’acciaio è stato avvolto dalla fibra di carbonio e pannelli di carrozzeria in Kevlar, che la resero una delle prime stradali ad utilizzare tale tipologia di materiale, riducendo notevolmente il peso.

Venne presentata al Salone di Ginevra 1984; a spingerla il 2.8 biturbo V8 da 400 CV montato in posizione longitudinale con due intercooler ed una pressione di sovralimentazione di 0,9 bar. Velocità massima: 305 km/h.

Sarà presente all’asta di Mecum, in programma dal 18 al 20 agosto, uno degli eventi parte integrante del Monterey Car Week, in programma dal 15 al 21 agosto, incluso anche il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach. Si tratta dell’esemplare datato 1985 (telaio 57485) che ha percorso in totale 7.444 miglia (11.979 km) visibili chiaramente dal tachimetro analogico. Il prezzo stimato oscilla tra 2 e 3 milioni di Dollari.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati