WP_Post Object ( [ID] => 296507 [post_author] => 24 [post_date] => 2016-08-11 11:11:00 [post_date_gmt] => 2016-08-11 09:11:00 [post_content] => Ci sono rifiuti che fanno male. Come quello che Preston Henn, collezionista 85enne americano, ha dovuto accettare da Ferrari che nei mesi scorsi si era rifiutata di vendere una LaFerrari Aperta comunicando questa decisione attraverso il concessionario a cui Henn si era rivolto per l'acquisto. Il collezionista americano non l'ha presa bene e ha deciso di denunciare Ferrari North America depositando la denuncia alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti e avanzando la richiesta di giudizio per attribuzione di danni. Stando a quanto si legge nella denuncia, la Casa di Maranello avrebbe rifiutato la vendita della nuova supercar perché il collezionista nordamericano è stato ritenuto "non qualificato per acquistare una LaFerrari Spider". Una motivazione che avrebbe fatto crescere la voglia di rivalsa di Henn che già possiede una ricca collezione di auto del Cavallino, tra modelli di serie, auto storiche e vetture in serie limitata, e che è convinto di avere tutti i requisiti per accogliere la nuova supercar nella sua collezione. Talmente era tanta la voglia di Henn di possedere una LaFerrari Aperta che lo scorso 13 luglio aveva inviato una lettera direttamente a Sergio Marchionne con in allegato un assegno da 1 milione di dollari come acconto per il nuovo gioiello automobilistico. Dopo appena 5 giorni è arrivata la risposta di Ferrari che per mano di Enrico Galliera, responsabile commercial e marketing del Cavallino, spiegava a Henn che tutti gli esemplari de LaFerrari Aperta previsti erano state venduti e che di conseguenza veniva restituito l'assegno dell'acconto. Adesso sarà la Corte Distrettuale di Fort Leuderdale, celebre città della Florida, a decidere sulla disputa. Nella sua collezione da accanito ferrarista Henn possiede o ha posseduto 275 GTB, Daytona Spider, BBC 512, F 40, Testarossa, F 50, Enzo, FXX, 458 Speciale, 488, LaFerrari, 550 Barchetta, 599 BBLM, Maserati MC 12, Super America e una Formula 1 di Michael Schumacher. [post_title] => Ferrari denunciata da un collezionista USA per il rifiuto a vendergli LaFerrari Aperta [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-denunciata-da-un-collezionista-usa-per-il-rifiuto-a-vendergli-laferrari-aperta [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-08-11 11:19:32 [post_modified_gmt] => 2016-08-11 09:19:32 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=296507 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari denunciata da un collezionista USA per il rifiuto a vendergli LaFerrari Aperta

Peter Henn, accanito ferrarista, si è rivolto alla Corte della Florida

Preston Henn Ferrari LaFerrari Spider - Peter Henn, collezionista nordamericano e grande appassionato del Cavallino, ha fatto causa alla Ferrari perché gli è stata rifiutata la vendita della LaFerrari Aperta, la nuova versione spyder della supercar che sarà svelata al Salone di Parigi 2016.
Ferrari denunciata da un collezionista USA per il rifiuto a vendergli LaFerrari Aperta

Ci sono rifiuti che fanno male. Come quello che Preston Henn, collezionista 85enne americano, ha dovuto accettare da Ferrari che nei mesi scorsi si era rifiutata di vendere una LaFerrari Aperta comunicando questa decisione attraverso il concessionario a cui Henn si era rivolto per l’acquisto.

Il collezionista americano non l’ha presa bene e ha deciso di denunciare Ferrari North America depositando la denuncia alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti e avanzando la richiesta di giudizio per attribuzione di danni.

Stando a quanto si legge nella denuncia, la Casa di Maranello avrebbe rifiutato la vendita della nuova supercar perché il collezionista nordamericano è stato ritenuto “non qualificato per acquistare una LaFerrari Spider“. Una motivazione che avrebbe fatto crescere la voglia di rivalsa di Henn che già possiede una ricca collezione di auto del Cavallino, tra modelli di serie, auto storiche e vetture in serie limitata, e che è convinto di avere tutti i requisiti per accogliere la nuova supercar nella sua collezione.

Talmente era tanta la voglia di Henn di possedere una LaFerrari Aperta che lo scorso 13 luglio aveva inviato una lettera direttamente a Sergio Marchionne con in allegato un assegno da 1 milione di dollari come acconto per il nuovo gioiello automobilistico. Dopo appena 5 giorni è arrivata la risposta di Ferrari che per mano di Enrico Galliera, responsabile commercial e marketing del Cavallino, spiegava a Henn che tutti gli esemplari de LaFerrari Aperta previsti erano state venduti e che di conseguenza veniva restituito l’assegno dell’acconto. Adesso sarà la Corte Distrettuale di Fort Leuderdale, celebre città della Florida, a decidere sulla disputa.

Nella sua collezione da accanito ferrarista Henn possiede o ha posseduto 275 GTB, Daytona Spider, BBC 512, F 40, Testarossa, F 50, Enzo, FXX, 458 Speciale, 488, LaFerrari, 550 Barchetta, 599 BBLM, Maserati MC 12, Super America e una Formula 1 di Michael Schumacher.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. me stesso

    11 Agosto 2016 at 11:33

    Se è un coglione che è arrivato troppo tardi per comprarla non si può fare niente.

Articoli correlati