Terremoto devasta il Centro Italia: diverse vittime e feriti. Situazione della viabilità

Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto i più colpiti

Terremoto Centro Italia - Un violento sisma di magnitudo 6,0, con epicentro ad Accumoli in provincia di Rieti, ha colpito nella notte il Centro Italia radendo numerosi edifici al suolo e provocando quasi 40 morti, mentre si continua a scavare tra le macerie. Danni ingenti anche alla rete stradale che rendono più complicate le operazioni di soccorso.
Terremoto devasta il Centro Italia: diverse vittime e feriti. Situazione della viabilità

Nel cuore della notte un forte terremoto di magnitudo 6,0 ha colpito il centro Italia, interessando la zona tra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, e le cui scosse sono state avvertite da Napoli a Rimini.

L’epicentro del sisma si è registrato nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, a soli 4 chilometri di profondità. Il terremoto ha avuto conseguenze devastanti con il crollo di numerosi edifici e provocando molti morti, se ne contano già quasi 40, con un bilancio che appare destinato a salire dato che ci sono ancora numerosi dispersi e da ore si sta scavando sotto le macerie.

I centri più colpiti sono quelli di Accumoli, Amatrice e Pescara del Tronto. La gravità della catastrofe è stata subito confermata dalle parole del sindaco di Amatrice: “Il paese non c’è più“. Dalla notte sono attive le squadre di soccorso intervenute dopo la scossa delle 3.32, la più forte delle 100 complessive registrate, di cui più della metà con magnitudo superiore 3,0.

In alcune zone colpite è complicato portare soccorso anche a causa delle difficoltà di accesso ai centri abitati causa l’inagibilità dei tratti stradali. Il personale Anas è impegnato dalla notte sulla rete stradale per la ricognizione dei danni e l’assistenza a circolazione insieme alle Forze di Polizia.

La stessa società che gestisce la rete stradale a autostradale italiana, che in queste ore sta aggiornando sulla situazione attraverso il proprio account Twitter @StradeAnas, fa sapere che la strada statale 685 “delle tre Valli” è stata chiusa tra Borgo Cerreto e Serravalle e, più avanti, tra Norcia e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) per problemi legati al sisma, mentre il tratto compreso tra i due blocchi stradali può essere percorso solo da mezzi di soccorso e residenti. I tenici dell’Anas stanno inoltre verificando sul posto eventuali danni alla galleria paramassi in località Biselli Norcia.

Dei presidi Anas sono attivi anche sulla Salaria, con i tecnici che stanno effettuando dei sopralluoghi sui viadotti tra bivio Amatrice (km 135) e bivio Accumuli (km 141), mentre da Antrodoco è stato deviato il traffico dei mezzi pesanti.

Costanti agli aggiornamenti sulla viabilità anche da parte della Polizia di Stato che sul proprio sito rende nota la situazione della rete viaria alle ore 10:30 nelle zone colpite dal sisma:

A25

Km 145 (Popoli) asfalto sollevato. Sul posto viabilità Percorribile.

SS4 : SALARIA

Da km 135+700 a km 141+200 restringimento carreggiata tra Amatrice e Accumoli km 141+300 Pescara del Tronto ponte inagibile

Km 141+300 Pattuglie sul tratto attualmente stanno verificando se chiudere il viadotto sulla ss4 al km. 141+300 prima di accumuli competenza compartimento Lazio.

DETRITI AL KM 135+700

Km 135+700 viadotto del cantoniere alzato di 10 cm

KM 138+300 140 141+250 scalino sul viadotto

km 134+700 galleria crollo parziale volta e laterali percorribile

SS 685

Tre valli umbre tra s. Anatolia di Narco e Cerreto di Spoleto chiusa galleria per crollo volta dal km 32 al km 39 Serravalle Cerreto di Spoleto chiusa dalle marche verso l’Umbria dal km 0 al km 7 Km 5+800 Arquata del Tronto viadotto

SS 477:

bloccata circa 4/5 chilometri dopo Norcia verso Castelluccio

SR260

da L’Aquila direzione Amatrice è percorribile fino al km. 41 tra Configno e Amatrice dopo è bloccata. In territorio del comune di Amatrice è stato accertato da personale Anas Abruzzo un rilevante cedimento del piano viabile e gravi lesioni a manufatto in corrispondenza del ponte “Dello Scoiattolo” (Km 40 circa). Percorsi alternativi da S.S. 260 in Abruzzo per Amatrice (RI):

Percorso 1) Montereale – Ex S.S. 471 Ville di Fano, Borbona, Posta – S.S. 4 Bacugno, Torrita, bivio ex S.S. 260.

Percorso2) da S.S. 80 al km, 29 in loc. Porcinaro ex S.S. 577 lungo il lago di Campotosto, Poggio Cancelli, Amatrice.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati