nuTonomy: ecco i taxi a guida autonoma

Al via a Singapore il servizio di robo-taxi service

nuTonomy: ecco i taxi a guida autonoma

La guida autonoma di cui ultimamente si sente sempre più parlare è ancora più vicina alla realtà di quanto si possa pensare. Dimostrazione ne è una startup chiamata nuTonomy che ha appena lanciato un servizio di taxi appunto a guida autonoma a Singapore. Ma andiamo con ordine. La nuTonomy è una giovane società fondata nel 2013 da un italiano, Emilio Frazzoli, professore di Astronautica e di Aeronautica, e da un americano Karl Iagnemma con lo scopo di lanciare entro il 2018 un servizio di taxi completamente dotati della tecnologia della guida autonoma.

Al momento le vetture utilizzate per il servizio a guida autonoma sono solamente sei divise tra Mitsubishi i-MiEV e Renault Zoe, ma entro i prossimi mesi tenderanno ad aumentare. La tecnologia necessaria per far sì che le vetture in esame possano procedere autonomamente prevede un sistema denominato LIDAR costituito da diversi laser, radar e telecamere atte a scannerizzare la strada e gli spazi circostanti. Tutto il sistema è sorvegliato in questa prima fase da un ingegnere nuTonomy normalmente seduto al posto guida e da un ricercatore della stessa società seduto sul sedile posteriore che hanno il compito di verificare il perfetto funzionamento dei computer di bordo e della tecnologia applicata.

Allo stato attuale e proprio perchè in via ancora sperimentale il “robo-taxi service” può essere utilizzato soltanto da clienti scelti direttamente dalla nuTonomy e può avvenire solamente tra punti ben specifici della città all’interno di un’area di 2,5 chilometri quadrati nel distretto commerciale di One North. Tali clienti possono usufruire delle corse totalmente gratuite prenotandole attraverso un’apposita App creata ad hoc dagli stessi sviluppatori del progetto.

Secondo Doug Parker, CEO di nuTonomy, l’introduzione a pieno regime di taxi a guida autonoma potrebbe far ridurre di un buon 60% il numero di veicoli presenti a Singapore con evidenti benefici dal punto di vista del traffico e dell’inquinamento. Anche per questo il Governo stesso di Singapore, assieme ad altri investitori, ha sponsorizzato la giovane startup con ben 16 milioni di dollari. Allo stato attuale quello intrapreso da nuTonomy è un esperimento di mobilità alternativa ed ecosostenibile che se dovesse riscuotere il successo sperato permetterà alla startup di lanciare il suo servizio di “robo-taxi service” anche in altri Paesi.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati