WP_Post Object ( [ID] => 303736 [post_author] => 51 [post_date] => 2016-09-02 10:37:24 [post_date_gmt] => 2016-09-02 08:37:24 [post_content] => Dopo la flessione nella crescita registrata nello scorso mese di luglio, il mercato dell'auto in Italia torna a correre facendo segnare nel mese appena trascorso di agosto un bel +20,1 % e registrando un immatricolato di 71.576 auto. Rispetto allo stesso mese del 2015 le immatricolazioni sono state circa 12.000 in più ed inoltre i primi otto mesi del 2016 hanno segnato una crescita pari al 17,4% con un totale di auto immatricolate pari a 1.251.806. Tra i dati più significativi va segnalata la continua crescita di immatricolazioni di vetture alimentate a benzina e diesel con tassi di incremento superiori al 20%. Boom per le ibride che nel mese appena passato hanno registrato un ottimo +80,2% a discapito sia delle vetture alimentate a Gpl (-4,8%) che a Metano (-43,4%). In tal contesto a registrare un buon aumento delle immatricolazioni sono state le vetture dei segmenti medio alti con particolare riferimento al segmento D che è cresciuto addirittura del 50%. In quest'ultimo segmento va segnalata l'ottima performance dell'Audi A4 immatricolata in 726 unità ad agosto e sempre al primo posto delle vendite nel segmento di appartenenza con ben 9.759 vetture immatricolate nel periodo gennaio-agosto 2016. La nuova Alfa Romeo Giulia è la seconda berlina di riferimento del segmento D con 435 unità immatricolate nel mese di agosto 2016. La situazione sembrerebbe molto positiva, ma non sono mancate alcune polemiche. Secondo Filippo Berneschi, presidente di Federauto, il dato sarebbe stato, per così dire, "gonfiato" attraverso un gran numero di vetture "a Km 0", che avrebbe addirittura decuplicato un aumento che, sempre secondo Berneschi, sarebbe stato positivo solo del 2%. Anche questa visione, però, è stata contestata. Una cosa, comunque, è sicura: anche nel mese più difficile dell'anno, il dato rimane positivo. Non si può che esserne soddisfatti. [post_title] => Mercato auto Italia: aumento record del 20,1% in agosto, ma non manca la polemica [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercato-auto-italia-aumento-record-del-201-in-agosto-ma-non-manca-la-polemica [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-09-02 10:37:24 [post_modified_gmt] => 2016-09-02 08:37:24 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=303736 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercato auto Italia: aumento record del 20,1% in agosto, ma non manca la polemica

Federauto: dati gonfiati dalle "Km 0"

Anche in agosto, notoriamente uno dei mesi più difficili dell'anno, il mercato dell'auto è aumentato, addirittura del 20,1%. Secondo il presidente di Federauto, però, questi dati sarebbero eccessivamente influenzati dalla vendita delle "Km 0"
Mercato auto Italia: aumento record del 20,1% in agosto, ma non manca la polemica

Dopo la flessione nella crescita registrata nello scorso mese di luglio, il mercato dell’auto in Italia torna a correre facendo segnare nel mese appena trascorso di agosto un bel +20,1 % e registrando un immatricolato di 71.576 auto. Rispetto allo stesso mese del 2015 le immatricolazioni sono state circa 12.000 in più ed inoltre i primi otto mesi del 2016 hanno segnato una crescita pari al 17,4% con un totale di auto immatricolate pari a 1.251.806.

Tra i dati più significativi va segnalata la continua crescita di immatricolazioni di vetture alimentate a benzina e diesel con tassi di incremento superiori al 20%. Boom per le ibride che nel mese appena passato hanno registrato un ottimo +80,2% a discapito sia delle vetture alimentate a Gpl (-4,8%) che a Metano (-43,4%).

In tal contesto a registrare un buon aumento delle immatricolazioni sono state le vetture dei segmenti medio alti con particolare riferimento al segmento D che è cresciuto addirittura del 50%. In quest’ultimo segmento va segnalata l’ottima performance dell’Audi A4 immatricolata in 726 unità ad agosto e sempre al primo posto delle vendite nel segmento di appartenenza con ben 9.759 vetture immatricolate nel periodo gennaio-agosto 2016. La nuova Alfa Romeo Giulia è la seconda berlina di riferimento del segmento D con 435 unità immatricolate nel mese di agosto 2016.

La situazione sembrerebbe molto positiva, ma non sono mancate alcune polemiche. Secondo Filippo Berneschi, presidente di Federauto, il dato sarebbe stato, per così dire, “gonfiato” attraverso un gran numero di vetture “a Km 0”, che avrebbe addirittura decuplicato un aumento che, sempre secondo Berneschi, sarebbe stato positivo solo del 2%. Anche questa visione, però, è stata contestata. Una cosa, comunque, è sicura: anche nel mese più difficile dell’anno, il dato rimane positivo. Non si può che esserne soddisfatti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati