Ferrari: doppio podio alla 6 Ore del Messico targata FIA WEC [FOTO]

La 488 e la 458 Italia di AF Corse seconde nelle rispettive classi GTE Pro e GTE Am

Alla 6 Ore del Messico (quinta gara del FIA World Endurance Championship), la Ferrari del team di Amato Ferrari (AF Corse) si posiziona al secondo posto sia in classe GTE Pro con la 488 di Gianmaria Bruni e James Calado che in classe GTE Am con la veterana 458 Italia di Rui Aguas, Francois Perrodo e Emmanuel Collard. La classifica costruttori GT vede la Ferrari al secondo posto dietro all'Aston Martin, distaccata di soli 3 punti dalla casa britannica, con ancora 4 gare da disputare.

Nella giornata di ieri (sabato 3 settembre), sul circuito intitolato ai fratelli Rodriguez di Città del Messico, si è corsa la quinta gara stagionale del Campionato del Mondo Endurance FIA (FIA WEC) con la 6 Ore del Messico. La Ferrari si è presentata al via con tre vetture (due 488 in classe GTE Pro ed una 458 Italia in classe GTE Am) gestite dal team AF Corse capitanato da Amato Ferrari, oltre al supporto di Ferrari Corse Clienti.

Le due Ferrari 488 GTE, a partire dalle prove, hanno riportato una bassa velocità di punta rispetto alle Aston Martin, partendo con uno svantaggio notevole. Subito al via della gara, la vettura #51 guidata da Gianmaria Bruni e James Calado entra in contatto con una Ford GT, subendo il sorpasso della Ferrari gemella: la #71 di Sam Bird e Davide Rigon. Davanti le due Aston Martin Vantage GTE che, nelle qualifiche, tramite l’equipaggio #95 formato da Marco Sorensen e Nicki Thiim, ha centrato la seconda pole position consecutiva dopo quella del Nurburgring.

Per aver superato i limiti della pista, la #51 subisce un drive through, rientrando in fondo al gruppo mentre dopo mezz’ora dallo scoccare della metà gara, inizia a piovere in modo consistente ed al momento del pit stop si tenta l’azzardo: su entrambe le vetture non vengono montati pneumatici da bagnato, ma le slick. Una scelta azzeccata.

L’Aston Martin #95, leader della gara, va a sbattere contro le barriere, finendo in quarta posizione con davanti le due Ferrari. A poco più di un’ora dal termine, la Vantage GTE #95 con alla guida Marco Sorensen, supera la Ferrari #71 di Davide Rigon, guadagnando il terzo posto. Seconda, invece, la #51 di Bruni e Calado.

Altro podio della Ferrari 458 Italia #83, con il secondo posto conquistato da Rui Aguas, Francois Perrodo ed Emmanuel Collard in classe GTE Am, dopo aver disputato una gara totalmente all’insegna della rimonta, scattando dalla penultima posizione. Nonostante la vittoria della Porsche 911 RSR #88 del Abu Dhabi Proton Racing di Khaled Al Qubaisi, David Heinemeier-Hansson e Patrick Long, l’equipaggio #83 resta leader del campionato.

La classifica costruttori GT, vede la Ferrari al secondo posto a 176 punti, dietro di sole 3 lunghezze dall’Aston Martin.

La gara ha visto la vittoria assoluta della Porsche 919 Hybrid LMP1 (la quarta inclusa quella di Le Mans) con Mark Webber, Timo Bernhard e Brendon Hartley. Il prossimo appuntamento con il Mondiale Endurance sarà a Austin, sabato 17 settembre, con la 6 Ore del Circuito delle Americhe.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati