WP_Post Object ( [ID] => 305005 [post_author] => 25 [post_date] => 2016-09-06 09:42:00 [post_date_gmt] => 2016-09-06 07:42:00 [post_content] => Mercedes GP di Monza 2016 – Ammettiamolo, andare a vedere il Gran Premio di Formula 1 nella “casa del nemico”, da italiano potrebbe sembrare un po’ strano. In realtà tra Ferrari e Mercedes corrono ottimi rapporti, non solo a livello di rispetto, ma perché ciascuna delle due Case trae vantaggio dall’avere un antagonista così blasonato ed importante. L’Italia poi è un luogo speciale per molti membri del team Mercedes di Formula 1, Nico Rosberg primo tra tutti, visti i suoi trascorsi che lo hanno portato a vivere per alcuni anni proprio nel nostro Paese. Mercedes_Monza2016_5 Detto questo, sia per la posizione proprio sopra la corsia box, ma non solo, vivere le prove e la gara con Mercedes è stata una esperienza decisamente speciale. Nel corso delle due giornate di sabato e domenica numerosi sono stati i personaggi che hanno fatto visita all’hospitality della Casa tedesca. Tra i più attesi ovviamente i due piloti ufficiali, Lewis Hamilton e Nico Rosberg, ma non sono mancati altri nomi importanti, come Jean Alesi. Il francese ha chiacchierato a lungo sia parlando di Formula 1, ma anche del figlio Giuliano, impegnato nel campionato GP3. Mercedes_Monza2016_6 Una esperienza che abbiamo cercato di farvi vivere con un racconto dal vivo ed in diretta, attraverso foto e video pubblicati nel corso dei due giorni sui nostri canali social, a cui aggiungiamo ora una gallery con qualche immagine scattata dalle finestre sopra ai box, a pochi metri dal traguardo del circuito brianzolo. Un week end trionfale per la squadra di Formula 1 di Mercedes, con i primi due posti della classifica saldamente nelle mani di Lewis e Nico per tutte le sessioni di prove ed anche durante la gara, con la piccola parentesi dei primi giri, dove una partenza negativa ha levato al pilota inglese un successo che sembrava scontato, ma non gli ha negato la possibilità di chiudere una bella doppietta Mercedes. Ora i due sono sempre più vicini in classifica generale, con due soli punti a separarli ed otto gare ancora da disputare. La nuova Mercedes CLA e CLA Shooting Brake Mercedes_Monza2016_3 L’occasione della nostra presenza al GP di Monza è stata poi sfruttata per guidare per la prima volta la nuova CLA, recentemente rinnovata in entrambe le versioni, coupé e Shooting Brake. Troppo poco per darvi le nostre impressioni di guida, ma utile per raccontarvi nel dettaglio gli interventi di cui la CLA si è giovata. Sembra passato davvero poco dal suo debutto, ma l’originale “compatta con la coda” di Casa Mercedes ha ormai compiuto tre anni e si è quindi meritata un facelift, a dire il vero molto contenuto, che la aggiorna in alcuni dettagli. Nata quasi per caso, la CLA deve la sua presenza al grande consenso ottenuto da un concept esposto al Salone di Pechino del 2012. Questo ebbe un tale successo che in meno di un anno era già pronta l’auto di produzione, che replica i concetti stilistici della sorella maggiore CLS, sulla meccanica di una Classe A. Trazione anteriore (opzionalmente 4Matic) e linee da coupé a 4 porte, con un eccezionale Cx di 0.22, a cui deve una efficienza sorprendente, grazie alla quale prestazioni e consumi sono ai vertici del segmento. Se i già ottimi 470 litri del bagagliaio non fossero sufficienti, nel corso del 2014 è arrivata anche la versione “giardinetta”, chiamata in modo molto più accattivante Shooting Brake. Anche questa configurazione mutua un concetto stilistico della CLS (analogamente declinata in carrozzeria SB), con un risultato che, almeno a parer nostro, in entrambi i casi è più riuscito del modello da cui trae piuttosto evidentemente spunto. Merito forse delle dimensioni più contenute, ma a noi la CLA è sempre sembrata più equilibrata ed apprezzabile a livello estetico, rispetto alla sua sorellona. Sempre nel 2014 la CLA può essere scelta con il piccolo 1.5 litri a gasolio da 109 cavalli, già apprezzato a più riprese in tutti gli innumerevoli abbinamenti con vetture dei tanti marchi che lo utilizzano, che in questa vettura raggiunge risultati ancor più eclatanti con un rapporto prestazioni / consumi davvero sorprendente. Siamo vicini alla soglia dei 30 Km/l, con una velocità massima superiore ai 200 Km/h ed uno “zerocento” in un onorevolissimo tempo inferiore ai 12 secondi. CLA Facelift: dove cambia Mercedes_Monza2016_2 Disponibile già da qualche mese, la CLA è stata aggiornata obiettivamente un po’ sottovoce. A guardarla dal vivo infatti la vettura non mostra in modo marcato gli interventi che sono stati fatti, che riguardano prevalentemente un allineamento con alcune linea guida della Casa della Stella. A livello estetico i cambiamenti toccano la mascherina del radiatore, ora con finitura Matrix nera, oltre che nuovi paraurti e cerchi in lega. Il frontale guadagna un inserto nel paraurti, che può essere di color argento, cromato o nero. In modo analogo, ma opzionalmente, quello posteriore può essere dotato di una modanatura cromata o nera nella zona inferiore, dove anche gli scarichi sono stati modificati nel loro look. Venendo ai cerchi, la CLA MY2016 offre una gamma più ampia, con ben 5 novità nella misura di 18”, in abbinamento all’AMG Line. Le novità più importanti sono però quelle sottopelle, con l’acquisizione di una dotazione di sicurezza attiva e passiva che porta sulla CLA le novità viste sui modelli più recenti di Casa Mercedes. La frenata assistita diventa Collision Prevention Assist Plus, in grado non solo di avvisare il conducente, ma di frenare autonomamente in caso di pericolo. Oltre a questo sulla CLA è ora stata aggiornata anche la gestione dei programmi Dynamic Select, rendendo più immediato il passaggio da una modalità all’altra, in modo da poter avere sempre la gestione del motore, del cambio e dello sterzo ottimizzata rispetto allo scenario in cui si sta guidando. Gli interni guadagnano un nuovo display e finiture cromate, i fari Led di tipo High Performance Mercedes_Monza2016_7 Anche salendo a bordo si nota un affinamento della CLA, che senza stravolgere il suo aspetto guadagna qualche punto in quanto a qualità percepita. Le migliorie riguardano, in questo caso, un display più slanciato, da 8”, con una copertura in vetro tutta nuova, che sottolinea il suo essere sospeso sulla plancia in modo più marcato. Qualche ritocco anche per la strumentazione, di lettura più efficace ed immediata grazie alle lancette rosse. I comandi con finitura cromata ed alcuni dettagli con analogo trattamento completano il quadro. Oltre a quanto viene offerto di serie, la CLA rende ora disponibili nuovi accessori opzionali, come i fari Led High Performance, che possono trovar posto in sostituzione dei bixeno, con nuovi Led a 34 Watt, dal consumo inferiore di ben il 60% (rispetto a fari allo xeno). Mercedes_Monza2016_1 Oltre ad altri affinamenti, come una colorazione Blu metallizzata per la carrozzeria, la CLA guadagna soprattutto la BlueEfficiency Edition per la 180 d. Il campione di efficienza di 1.5 litri capace di 109 cavalli, diventa così ancora più un riferimento assoluto. Grazie ad interventi mirati per ridurre i consumi e sfruttare l’aerodinamica esemplare della CLA, si arriva ad un dato dichiarato di 3.5 litri di gasolio ogni 100 Km (3.6 per la SB), nel ciclo NEDC. Qualche opzione in più per la SB, a cui può ora essere abbinato il 180 a benzina (1.6 litri con 122 cavalli), prima destinato solamente alla coupé. Analogamente la CLA 220 4Matic, con cambio 7G-DCT di serie, amplia la gamma aggiungendo una opzione prima non presente. Infine le CLA 45 4Matic AMG sono state aggiornate dal punto di vista aerodinamico, con un nuovo spoiler anteriore dal design “A-Wing” e ritocchi anche nella zona dell’estrattore posteriore. [post_title] => Mercedes, a Monza un week end da campioni accompagnati dalla nuova CLA [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-a-monza-un-week-end-da-campioni-accompagnati-dalla-nuova-cla [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-09-06 09:42:00 [post_modified_gmt] => 2016-09-06 07:42:00 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=305005 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes, a Monza un week end da campioni accompagnati dalla nuova CLA

Primo contatto con la CLA restyling, in occasione del GP di Monza

Abbiamo approfittato del week end di gare per recarci all’autodromo nazionale con la rinnovata compatta, disponibile in versione coupé e Shooting Brake. Tanti piccoli interventi di affinamento, senza rivoluzioni

Mercedes GP di Monza 2016 – Ammettiamolo, andare a vedere il Gran Premio di Formula 1 nella “casa del nemico”, da italiano potrebbe sembrare un po’ strano. In realtà tra Ferrari e Mercedes corrono ottimi rapporti, non solo a livello di rispetto, ma perché ciascuna delle due Case trae vantaggio dall’avere un antagonista così blasonato ed importante. L’Italia poi è un luogo speciale per molti membri del team Mercedes di Formula 1, Nico Rosberg primo tra tutti, visti i suoi trascorsi che lo hanno portato a vivere per alcuni anni proprio nel nostro Paese.

Mercedes_Monza2016_5

Detto questo, sia per la posizione proprio sopra la corsia box, ma non solo, vivere le prove e la gara con Mercedes è stata una esperienza decisamente speciale. Nel corso delle due giornate di sabato e domenica numerosi sono stati i personaggi che hanno fatto visita all’hospitality della Casa tedesca. Tra i più attesi ovviamente i due piloti ufficiali, Lewis Hamilton e Nico Rosberg, ma non sono mancati altri nomi importanti, come Jean Alesi. Il francese ha chiacchierato a lungo sia parlando di Formula 1, ma anche del figlio Giuliano, impegnato nel campionato GP3.

Mercedes_Monza2016_6

Una esperienza che abbiamo cercato di farvi vivere con un racconto dal vivo ed in diretta, attraverso foto e video pubblicati nel corso dei due giorni sui nostri canali social, a cui aggiungiamo ora una gallery con qualche immagine scattata dalle finestre sopra ai box, a pochi metri dal traguardo del circuito brianzolo. Un week end trionfale per la squadra di Formula 1 di Mercedes, con i primi due posti della classifica saldamente nelle mani di Lewis e Nico per tutte le sessioni di prove ed anche durante la gara, con la piccola parentesi dei primi giri, dove una partenza negativa ha levato al pilota inglese un successo che sembrava scontato, ma non gli ha negato la possibilità di chiudere una bella doppietta Mercedes. Ora i due sono sempre più vicini in classifica generale, con due soli punti a separarli ed otto gare ancora da disputare.

La nuova Mercedes CLA e CLA Shooting Brake
Mercedes_Monza2016_3

L’occasione della nostra presenza al GP di Monza è stata poi sfruttata per guidare per la prima volta la nuova CLA, recentemente rinnovata in entrambe le versioni, coupé e Shooting Brake. Troppo poco per darvi le nostre impressioni di guida, ma utile per raccontarvi nel dettaglio gli interventi di cui la CLA si è giovata. Sembra passato davvero poco dal suo debutto, ma l’originale “compatta con la coda” di Casa Mercedes ha ormai compiuto tre anni e si è quindi meritata un facelift, a dire il vero molto contenuto, che la aggiorna in alcuni dettagli. Nata quasi per caso, la CLA deve la sua presenza al grande consenso ottenuto da un concept esposto al Salone di Pechino del 2012. Questo ebbe un tale successo che in meno di un anno era già pronta l’auto di produzione, che replica i concetti stilistici della sorella maggiore CLS, sulla meccanica di una Classe A. Trazione anteriore (opzionalmente 4Matic) e linee da coupé a 4 porte, con un eccezionale Cx di 0.22, a cui deve una efficienza sorprendente, grazie alla quale prestazioni e consumi sono ai vertici del segmento. Se i già ottimi 470 litri del bagagliaio non fossero sufficienti, nel corso del 2014 è arrivata anche la versione “giardinetta”, chiamata in modo molto più accattivante Shooting Brake. Anche questa configurazione mutua un concetto stilistico della CLS (analogamente declinata in carrozzeria SB), con un risultato che, almeno a parer nostro, in entrambi i casi è più riuscito del modello da cui trae piuttosto evidentemente spunto. Merito forse delle dimensioni più contenute, ma a noi la CLA è sempre sembrata più equilibrata ed apprezzabile a livello estetico, rispetto alla sua sorellona. Sempre nel 2014 la CLA può essere scelta con il piccolo 1.5 litri a gasolio da 109 cavalli, già apprezzato a più riprese in tutti gli innumerevoli abbinamenti con vetture dei tanti marchi che lo utilizzano, che in questa vettura raggiunge risultati ancor più eclatanti con un rapporto prestazioni / consumi davvero sorprendente. Siamo vicini alla soglia dei 30 Km/l, con una velocità massima superiore ai 200 Km/h ed uno “zerocento” in un onorevolissimo tempo inferiore ai 12 secondi.

CLA Facelift: dove cambia
Mercedes_Monza2016_2

Disponibile già da qualche mese, la CLA è stata aggiornata obiettivamente un po’ sottovoce. A guardarla dal vivo infatti la vettura non mostra in modo marcato gli interventi che sono stati fatti, che riguardano prevalentemente un allineamento con alcune linea guida della Casa della Stella. A livello estetico i cambiamenti toccano la mascherina del radiatore, ora con finitura Matrix nera, oltre che nuovi paraurti e cerchi in lega. Il frontale guadagna un inserto nel paraurti, che può essere di color argento, cromato o nero. In modo analogo, ma opzionalmente, quello posteriore può essere dotato di una modanatura cromata o nera nella zona inferiore, dove anche gli scarichi sono stati modificati nel loro look. Venendo ai cerchi, la CLA MY2016 offre una gamma più ampia, con ben 5 novità nella misura di 18”, in abbinamento all’AMG Line. Le novità più importanti sono però quelle sottopelle, con l’acquisizione di una dotazione di sicurezza attiva e passiva che porta sulla CLA le novità viste sui modelli più recenti di Casa Mercedes. La frenata assistita diventa Collision Prevention Assist Plus, in grado non solo di avvisare il conducente, ma di frenare autonomamente in caso di pericolo. Oltre a questo sulla CLA è ora stata aggiornata anche la gestione dei programmi Dynamic Select, rendendo più immediato il passaggio da una modalità all’altra, in modo da poter avere sempre la gestione del motore, del cambio e dello sterzo ottimizzata rispetto allo scenario in cui si sta guidando.

Gli interni guadagnano un nuovo display e finiture cromate, i fari Led di tipo High Performance
Mercedes_Monza2016_7

Anche salendo a bordo si nota un affinamento della CLA, che senza stravolgere il suo aspetto guadagna qualche punto in quanto a qualità percepita. Le migliorie riguardano, in questo caso, un display più slanciato, da 8”, con una copertura in vetro tutta nuova, che sottolinea il suo essere sospeso sulla plancia in modo più marcato. Qualche ritocco anche per la strumentazione, di lettura più efficace ed immediata grazie alle lancette rosse. I comandi con finitura cromata ed alcuni dettagli con analogo trattamento completano il quadro. Oltre a quanto viene offerto di serie, la CLA rende ora disponibili nuovi accessori opzionali, come i fari Led High Performance, che possono trovar posto in sostituzione dei bixeno, con nuovi Led a 34 Watt, dal consumo inferiore di ben il 60% (rispetto a fari allo xeno).

Mercedes_Monza2016_1

Oltre ad altri affinamenti, come una colorazione Blu metallizzata per la carrozzeria, la CLA guadagna soprattutto la BlueEfficiency Edition per la 180 d. Il campione di efficienza di 1.5 litri capace di 109 cavalli, diventa così ancora più un riferimento assoluto. Grazie ad interventi mirati per ridurre i consumi e sfruttare l’aerodinamica esemplare della CLA, si arriva ad un dato dichiarato di 3.5 litri di gasolio ogni 100 Km (3.6 per la SB), nel ciclo NEDC. Qualche opzione in più per la SB, a cui può ora essere abbinato il 180 a benzina (1.6 litri con 122 cavalli), prima destinato solamente alla coupé. Analogamente la CLA 220 4Matic, con cambio 7G-DCT di serie, amplia la gamma aggiungendo una opzione prima non presente. Infine le CLA 45 4Matic AMG sono state aggiornate dal punto di vista aerodinamico, con un nuovo spoiler anteriore dal design “A-Wing” e ritocchi anche nella zona dell’estrattore posteriore.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati