WP_Post Object ( [ID] => 306675 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-09-08 20:46:44 [post_date_gmt] => 2016-09-08 18:46:44 [post_content] => Un incontro imprevisto, una scoperta enigmatica, il mare come habitat di una storia d'amore che probabilmente resterà illusoria. Trapelano interrogativi ed emerge anche l'opportunità di poter dare un nuovo volto diverso alla storia, nel particolare lavoro diretto da Gabriele Mainetti e chiamato “Ningyo”. Un cortometraggio, definito “modulare”, all'interno del quale figura la nuova Renault Scénic. Tre diversi blocchi, proposti allo spettatore, possono essere combinati per dare vita a sei diversi racconti, spaziando da risvolti romantici a scenari più vicini al genere thriller. I protagonisti all'interno di questo progetto di Renault e Publicis Italia, prodotto da Think Cattleya e scritto da Nicola Guaglianone, sono i due giovani attori Alessandro Borghi, e Aurora Ruffino. Il primo raffigura un giovane uomo solitario, recatosi in un ristorante giapponese per la cena, che una volta uscito si ritrova davanti e magicamente una sofferente sirena, interpretata dalla giovane attrice. Questa cerca disperatamente di salvarsi, soffocata dalla troppa aria. La storia prende piede dall'intersezione di tre blocchi scenici, con esiti particolari e differenti, in base alla loro consequenzialità. Allo spettatore che si collega all'indirizzo www.nuovascenic.it/ningyo, spetta il compito di sperimentare e apprezzare i risvolti della particolare storia. All'interno del cortometraggio “modulare” figura la nuova Renault Scénic, la quarta generazione della nota monovolume compatta, rinnovata nel design e nella dotazione. Proprio il sottolineato concetto di modularità è caratteristico di questa vettura, che comprende una peculiare soluzione scorrevole della consolle centrale oltre che una generosità di spazio interno e sistemi sofisticati che amplificano la sicurezza. Tra i citati: un sistema Frenata di Emergenza Attiva di serie con riconoscimento pedoni (AEBS/Active Emergency Braking System). La gamma, composta dagli allestimenti LIFE, ZEN, INTENS e BOSE è arricchita anche da una serie limitata EDITION ONE. La proposta parte da 21.900,00 Euro chiavi in mano per la versione base con motore alimentato a benzina TCe 115 cavalli, secondo quanto segnalato. Video: Renault Italia [post_title] => Nuova Renault Scénic e “Ningyo”: dare movimento a fantasia ed emozioni [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-renault-scenic-e-ningyo-dare-movimento-a-fantasia-ed-emozioni-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-09-08 20:46:44 [post_modified_gmt] => 2016-09-08 18:46:44 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=306675 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova Renault Scénic e “Ningyo”: dare movimento a fantasia ed emozioni [VIDEO]

Il cinema a livello modulare

Nuova Renault Scénic e Ningyo – Il concetto di versatilità, legato alla nuova monovolume compatta della casa francese, diventa caratteristico anche del cortometraggio diretto dal giovane regista Gabriele Mainetti
Nuova Renault Scénic e “Ningyo”: dare movimento a fantasia ed emozioni [VIDEO]

Un incontro imprevisto, una scoperta enigmatica, il mare come habitat di una storia d’amore che probabilmente resterà illusoria. Trapelano interrogativi ed emerge anche l’opportunità di poter dare un nuovo volto diverso alla storia, nel particolare lavoro diretto da Gabriele Mainetti e chiamato “Ningyo”. Un cortometraggio, definito “modulare”, all’interno del quale figura la nuova Renault Scénic.

Tre diversi blocchi, proposti allo spettatore, possono essere combinati per dare vita a sei diversi racconti, spaziando da risvolti romantici a scenari più vicini al genere thriller. I protagonisti all’interno di questo progetto di Renault e Publicis Italia, prodotto da Think Cattleya e scritto da Nicola Guaglianone, sono i due giovani attori Alessandro Borghi, e Aurora Ruffino. Il primo raffigura un giovane uomo solitario, recatosi in un ristorante giapponese per la cena, che una volta uscito si ritrova davanti e magicamente una sofferente sirena, interpretata dalla giovane attrice. Questa cerca disperatamente di salvarsi, soffocata dalla troppa aria. La storia prende piede dall’intersezione di tre blocchi scenici, con esiti particolari e differenti, in base alla loro consequenzialità.
Allo spettatore che si collega all’indirizzo www.nuovascenic.it/ningyo, spetta il compito di sperimentare e apprezzare i risvolti della particolare storia.

All’interno del cortometraggio “modulare” figura la nuova Renault Scénic, la quarta generazione della nota monovolume compatta, rinnovata nel design e nella dotazione. Proprio il sottolineato concetto di modularità è caratteristico di questa vettura, che comprende una peculiare soluzione scorrevole della consolle centrale oltre che una generosità di spazio interno e sistemi sofisticati che amplificano la sicurezza. Tra i citati: un sistema Frenata di Emergenza Attiva di serie con riconoscimento pedoni (AEBS/Active Emergency Braking System). La gamma, composta dagli allestimenti LIFE, ZEN, INTENS e BOSE è arricchita anche da una serie limitata EDITION ONE. La proposta parte da 21.900,00 Euro chiavi in mano per la versione base con motore alimentato a benzina TCe 115 cavalli, secondo quanto segnalato.

Video: Renault Italia

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati