WP_Post Object ( [ID] => 306540 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-09-08 16:56:02 [post_date_gmt] => 2016-09-08 14:56:02 [post_content] => Venezia è stata raccontata, decantata, osannata, dipinta, descritta, amata. Non si può non ammirare l'unicità di un luogo che stupisce sempre. Una scenografia viva, reale e mutevole che, grazie alla prestigiosa Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale, ospita anche il genio creativo e artistico di registi, attori e persone legate al grande schermo che plasmano storie anche partendo da concetti specifici come ad esempio: “la modularità”. Proprio la spiccata versatilità della nuova Renault Scénic è indiretta protagonista di un cortometraggio, creato per essere appunto versatile, al pari di una delle caratteristiche distintive della nuova monovolume compatta della casa francese. Francesco Fontana Giusti, Direttore della Comunicazione e dell'Immagine Renault Italia Nel cortometraggio “Ningyo” termine giapponese che indica sirena, il fascinoso essere mitologico è proprio uno dei soggetti protagonisti all'interno di una trama dai risvolti fantasiosi, che vede coinvolto anche un giovane elegante dalla personalità misteriosa in una serata romana dalle tinte fosche. La vettura della casa francese figura in brevi e concitati istanti, mentre l'uomo interpretato dall'attore Alessandro Borghi, porta una sofferente sirenetta, impersonata da Aurora Ruffino, verso il litorale romano, nel disperato tentativo di salvarla. In apparenza una storia d'amore semplice, ma in realtà proprio il concetto di modularità legato alla Renault Scénic è stato al centro di questo progetto filmico, che in realtà è un concetto più elaborato. Lo spettatore, utilizzando i tre diversi blocchi della storia girati e proposti all'indirizzo www.nuovascenic.it/ningyo, può combinare ben sei diverse trame, dove ad esempio da un'apparente gesto di nobile amore si può all'improvviso assistere a un pasto a base di pesce dalla provenienza ignota. renault-scenic-2016-presentazione-mostra-del-cinema-di-venezia_17_01 Il cortometraggio di Renault e Publicis Italia, prodotto da Think Cattleya, diretto dal giovane regista Gabriele Mainetti che ha firmato il recente “Lo chiamavnano Jeeg Robot” e scritto da Nicola Guaglianone, propone una visione partecipativa del cinema, partendo da un concetto specifico. Questa stessa modularità associata alla nuova Renault Scénic. Una vettura dotata di un design affinato, curato nei dettagli, ispirato alla concept car R-Space e caratterizzato da un frontale dall'impostazione acuminata, gruppi ottici anteriori con motivo a C e arricchiti da tecnologia LED. Ampie le superfici vetrate, i fianchi appaiono muscolosi ma comunque compatti, dall'andamento fluido e in particolare spiccano i generosi cerchi da 20 pollici che esaltano la visione d'insieme. La vettura è disponibile anche in vernice bi-colore, due tonalità per il tetto associabili ai diversi colori della carrozzeria. renault-scenic-2016-presentazione-mostra-del-cinema-di-venezia_13_02 Tornando al concetto di modularità, è l'abitacolo a vantare una versatilità d'alto livello grazie una funzionale e specifica consolle centrale scorrevole, che consente di dare una visione diversa alla zona anteriore della vettura, oltre ai disponibili e pratici tavolini Easy Life con spazi predisposti e prese USB pensati per i passeggeri posteriori e i diversi vani interni portaoggetti con una capacità complessiva da primato di ben 63 litri. La gamma delle motorizzazioni Euro 6 comprende due propulsori a benzina Energy TCe 115 e 130 entrambe legate a un cambio manuale sei marce e cinque diesel partendo da un Energy dCi 95 associato sempre a una trasmissione manuale sei velocità, quindi un Energy dCi 110 proposto anche con cambio automatico a doppia frizione EDC sette rapporti o in tipologia Energy dCi 110 Hybrid Assist e manuale sei marce, salendo a più muscolosi Energy dCi 130 e Energy dCi 160, questo ultimo anche con trasmissione automatica a doppia frizione EDC sei velocità. renault-scenic-2016-presentazione-mostra-del-cinema-di-venezia_12_03 La gamma, composta dagli allestimenti LIFE, ZEN sino alle più ricche INTENS e BOSE, comprende anche una speciale EDITION ONE, una serie limitata, che può rappresentare una sintesi di gamma da 29.900,00 Euro, compresi tonalità Be-Style Giallo Miele con tetto Nero Etoilé, cerchi QUARTZ da 20 pollici, fari LED PURE VISION e Sistema Multi-Sense®. Restando in tema di tecnologia, la nuova Renault Scénic annovera nella proposta sofisticati dispositivi studiati per accentuare la sicurezza su strada, in particolare la Frenata di Emergenza Attiva di serie con riconoscimento pedoni (AEBS/Active Emergency Braking System), attiva dai 7 km/h ai 60 km/h, che assiste durante la marcia arrestando automaticamente l'auto in caso rilevasse una presenza. Raffinati anche un rilevatore di stanchezza e il sistema che vigila sul mantenimento di corsia. La vettura è accessibile da 21.900,00 Euro chiavi in mano, partendo dall'allestimento LIFE con motore Energy TCe 115 cavalli. [post_title] => Nuova Renault Scénic: un dinamismo modulare da grande schermo [EVENTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-renault-scenic-un-dinamismo-modulare-da-grande-schermo-evento [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-09-08 16:56:02 [post_modified_gmt] => 2016-09-08 14:56:02 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=306540 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova Renault Scénic: un dinamismo modulare da grande schermo [EVENTO]

Protagonista alla 73/a Mostra D'Arte Cinematografica di Venezia

Nuova Renault Scénic – La rinnovata monovolume transalpina, presente all'interno di un versatile cortometraggio firmato dal regista Gabriele Mainetti

Venezia è stata raccontata, decantata, osannata, dipinta, descritta, amata. Non si può non ammirare l’unicità di un luogo che stupisce sempre. Una scenografia viva, reale e mutevole che, grazie alla prestigiosa Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale, ospita anche il genio creativo e artistico di registi, attori e persone legate al grande schermo che plasmano storie anche partendo da concetti specifici come ad esempio: “la modularità”. Proprio la spiccata versatilità della nuova Renault Scénic è indiretta protagonista di un cortometraggio, creato per essere appunto versatile, al pari di una delle caratteristiche distintive della nuova monovolume compatta della casa francese.


Francesco Fontana Giusti, Direttore della Comunicazione e dell’Immagine Renault Italia

Nel cortometraggio “Ningyo” termine giapponese che indica sirena, il fascinoso essere mitologico è proprio uno dei soggetti protagonisti all’interno di una trama dai risvolti fantasiosi, che vede coinvolto anche un giovane elegante dalla personalità misteriosa in una serata romana dalle tinte fosche. La vettura della casa francese figura in brevi e concitati istanti, mentre l’uomo interpretato dall’attore Alessandro Borghi, porta una sofferente sirenetta, impersonata da Aurora Ruffino, verso il litorale romano, nel disperato tentativo di salvarla. In apparenza una storia d’amore semplice, ma in realtà proprio il concetto di modularità legato alla Renault Scénic è stato al centro di questo progetto filmico, che in realtà è un concetto più elaborato. Lo spettatore, utilizzando i tre diversi blocchi della storia girati e proposti all’indirizzo www.nuovascenic.it/ningyo, può combinare ben sei diverse trame, dove ad esempio da un’apparente gesto di nobile amore si può all’improvviso assistere a un pasto a base di pesce dalla provenienza ignota.

renault-scenic-2016-presentazione-mostra-del-cinema-di-venezia_17_01

Il cortometraggio di Renault e Publicis Italia, prodotto da Think Cattleya, diretto dal giovane regista Gabriele Mainetti che ha firmato il recente “Lo chiamavnano Jeeg Robot” e scritto da Nicola Guaglianone, propone una visione partecipativa del cinema, partendo da un concetto specifico. Questa stessa modularità associata alla nuova Renault Scénic.
Una vettura dotata di un design affinato, curato nei dettagli, ispirato alla concept car R-Space e caratterizzato da un frontale dall’impostazione acuminata, gruppi ottici anteriori con motivo a C e arricchiti da tecnologia LED. Ampie le superfici vetrate, i fianchi appaiono muscolosi ma comunque compatti, dall’andamento fluido e in particolare spiccano i generosi cerchi da 20 pollici che esaltano la visione d’insieme. La vettura è disponibile anche in vernice bi-colore, due tonalità per il tetto associabili ai diversi colori della carrozzeria.

renault-scenic-2016-presentazione-mostra-del-cinema-di-venezia_13_02

Tornando al concetto di modularità, è l’abitacolo a vantare una versatilità d’alto livello grazie una funzionale e specifica consolle centrale scorrevole, che consente di dare una visione diversa alla zona anteriore della vettura, oltre ai disponibili e pratici tavolini Easy Life con spazi predisposti e prese USB pensati per i passeggeri posteriori e i diversi vani interni portaoggetti con una capacità complessiva da primato di ben 63 litri.
La gamma delle motorizzazioni Euro 6 comprende due propulsori a benzina Energy TCe 115 e 130 entrambe legate a un cambio manuale sei marce e cinque diesel partendo da un Energy dCi 95 associato sempre a una trasmissione manuale sei velocità, quindi un Energy dCi 110 proposto anche con cambio automatico a doppia frizione EDC sette rapporti o in tipologia Energy dCi 110 Hybrid Assist e manuale sei marce, salendo a più muscolosi Energy dCi 130 e Energy dCi 160, questo ultimo anche con trasmissione automatica a doppia frizione EDC sei velocità.

renault-scenic-2016-presentazione-mostra-del-cinema-di-venezia_12_03

La gamma, composta dagli allestimenti LIFE, ZEN sino alle più ricche INTENS e BOSE, comprende anche una speciale EDITION ONE, una serie limitata, che può rappresentare una sintesi di gamma da 29.900,00 Euro, compresi tonalità Be-Style Giallo Miele con tetto Nero Etoilé, cerchi QUARTZ da 20 pollici, fari LED PURE VISION e Sistema Multi-Sense®. Restando in tema di tecnologia, la nuova Renault Scénic annovera nella proposta sofisticati dispositivi studiati per accentuare la sicurezza su strada, in particolare la Frenata di Emergenza Attiva di serie con riconoscimento pedoni (AEBS/Active Emergency Braking System), attiva dai 7 km/h ai 60 km/h, che assiste durante la marcia arrestando automaticamente l’auto in caso rilevasse una presenza. Raffinati anche un rilevatore di stanchezza e il sistema che vigila sul mantenimento di corsia. La vettura è accessibile da 21.900,00 Euro chiavi in mano, partendo dall’allestimento LIFE con motore Energy TCe 115 cavalli.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati