WP_Post Object ( [ID] => 307084 [post_author] => 40 [post_date] => 2016-09-09 17:38:00 [post_date_gmt] => 2016-09-09 15:38:00 [post_content] => Carrozzeria rossa associata a particolati scuri, verti bruniti e ampi cerchi sempre neri che amplificano la visione grintosa. Un eventuale Skoda Kodiaq in versione Monte Carlo potrebbe apparire così, nel caso si segua quanto già fatto con altri modelli della Freccia Alata. X-Tomi Design ha proposto una sua particolare visione del nuovo Kodiaq in questa veste più sportiva, arricchendo le forme rocciose del mezzo con particolari estetici d'impatto legati alle versioni Monte Carlo della casa boema. I toni scuri e lo sgargiante rosso a contrasto, rappresentano la combinazione distintiva di queste versioni. Griglia frontale, zona bassa anteriore, minigonne, montanti anteriori, specchietti e tetto ma anche i voluminosi cerchi in lega sono tutti scuri. I vetri laterali e posteriori, poi, appaiono bruniti. Stesso discorso per i gruppi ottici posteriori, nonostante gran parte della zona posteriore non sia visibile. Una combinazione che, come detto, ricalca altre versioni già proposte dal marchio. Il Kodiaq, novità presentata di recente e atteso al prossimo Salone di Parigi, rappresenta l'idea di SUV della casa boema. Una veicolo dallo stile distintivo, che recupera alcuni aspetti stilistici già anticipati attraverso il concept VisionS e presenta interni generosi, sviluppati per accogliere fino a sette persone. Il bagagliaio può arrivare a contenere un volume di carico di ben 2.065 litri. Sul mercato italiano, secondo quanto anticipato, è atteso inizialmente con due motori Diesel TDI di 1.4 2.0 litri con potenze varianti tra i 125 e i 190 cavalli, legati a un cambio manuale di serie con alternative di tipo automatico DSG a 6 e a 7 marce disponibili. In seguito potrebbe essere aggiunta anche un’altra unità bi-turbo da 240 cavalli, che sarebbe collegata a un tipo di trazione integrale e cambio DSG. Al momento non sia hanno indicazioni su altre possibili versioni legate al Kodiaq, né se in futuro possa debuttare un modello Monte Carlo, dato che si tratta solo di un esercizio di stile. Affiorano solo dei rumors a proposito di eventuali versioni più grintose, forse una Sportline o una più energica vRS. Rendering by X-Tomi Design [post_title] => Skoda Kodiaq: immaginata una ipotetica versione Monte Carlo [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => skoda-kodiaq-immaginata-una-ipotetica-versione-monte-carlo-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-09-09 17:38:00 [post_modified_gmt] => 2016-09-09 15:38:00 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=307084 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Skoda Kodiaq: immaginata una ipotetica versione Monte Carlo [RENDERING]

Un'idea di sportività

Skoda Kodiaq – Proposta una visionaria elaborazione, che immagina come potrebbe apparire il nuovo SUV boemo nella più sportiva veste Monte Carlo
Skoda Kodiaq: immaginata una ipotetica versione Monte Carlo [RENDERING]

Carrozzeria rossa associata a particolati scuri, verti bruniti e ampi cerchi sempre neri che amplificano la visione grintosa. Un eventuale Skoda Kodiaq in versione Monte Carlo potrebbe apparire così, nel caso si segua quanto già fatto con altri modelli della Freccia Alata.

X-Tomi Design ha proposto una sua particolare visione del nuovo Kodiaq in questa veste più sportiva, arricchendo le forme rocciose del mezzo con particolari estetici d’impatto legati alle versioni Monte Carlo della casa boema. I toni scuri e lo sgargiante rosso a contrasto, rappresentano la combinazione distintiva di queste versioni. Griglia frontale, zona bassa anteriore, minigonne, montanti anteriori, specchietti e tetto ma anche i voluminosi cerchi in lega sono tutti scuri. I vetri laterali e posteriori, poi, appaiono bruniti. Stesso discorso per i gruppi ottici posteriori, nonostante gran parte della zona posteriore non sia visibile. Una combinazione che, come detto, ricalca altre versioni già proposte dal marchio.

Il Kodiaq, novità presentata di recente e atteso al prossimo Salone di Parigi, rappresenta l’idea di SUV della casa boema. Una veicolo dallo stile distintivo, che recupera alcuni aspetti stilistici già anticipati attraverso il concept VisionS e presenta interni generosi, sviluppati per accogliere fino a sette persone. Il bagagliaio può arrivare a contenere un volume di carico di ben 2.065 litri. Sul mercato italiano, secondo quanto anticipato, è atteso inizialmente con due motori Diesel TDI di 1.4 2.0 litri con potenze varianti tra i 125 e i 190 cavalli, legati a un cambio manuale di serie con alternative di tipo automatico DSG a 6 e a 7 marce disponibili. In seguito potrebbe essere aggiunta anche un’altra unità bi-turbo da 240 cavalli, che sarebbe collegata a un tipo di trazione integrale e cambio DSG.

Al momento non sia hanno indicazioni su altre possibili versioni legate al Kodiaq, né se in futuro possa debuttare un modello Monte Carlo, dato che si tratta solo di un esercizio di stile. Affiorano solo dei rumors a proposito di eventuali versioni più grintose, forse una Sportline o una più energica vRS.

Rendering by X-Tomi Design

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati