Alfa Romeo Stelvio, “comparsa” in un video ufficiale su YouTube

Alfa Romeo Stelvio, “comparsa” in un video ufficiale su YouTube

Il nuovo SUV del Biscione appare nell'impianto di Cassino

Alfa Romeo Stelvio - Come un fulmine la Stelvio (questo pare ormai essere il nome ufficiale) viene vista nella sua fase finale mentre è sospesa e viene revisionata da tre tecnici prima di uscire dalla catena di montaggio. La si intravede per meno di un secondo, ma l'immagine è più che sufficiente per far vedere le forme finali di muso, montante e fiancata. Ora non resta che aspettare il suo debutto davanti al grande pubblico.
Alfa Romeo Stelvio, “comparsa” in un video ufficiale su YouTube

Una svista o un’azione voluta? Non lo sappiamo, ma intanto possiamo affermare con certezza che all’impianto di Cassino il nuovo SUV della casa italiana è già in produzione ad uno stadio finale. Le camuffature sono ridotte all’osso e spuntano ormai le linee del muso, oltreché del montante superiore che si vede scendere verso il basso un po’ a modo di coupé, con un piccolo spoiler a dare un’impronta sportiva. I cerchi presentano 9 razze e la gomma ha una spalla alta. Mentre è sollevata tre tecnici Alfa controllano e sistemano le ultime cose sul fondo. La vernice scelta è il bianco.

Il Video

Nel girato ufficiale di FCA si parla dell’impianto di Cassino, nel Lazio, non uno stabilimento qualunque: qui sono nate le Fiat Tipo, Bravo, Croma, Stilo, la Lancia Delta e più recentemente le Alfa Romeo Giulietta e Giulia. A cui ormai si può aggiungere la Stelvio. Si parla di cinque punti fondamentali per una produzione premium: prodotto, produzione, processi, persone e sul Pianeta. Con la massima attenzione alla sicurezza ed all’ergonomia, viene poi aggiunto. Ecco il discorso:

«Nonostante la velocità dei processi – viene spiegato – le cose vengono sempre fatte bene e chi opera all’interno dell’azienda è continuamente motivato a dare il meglio. È importante mantenere la concentrazione sopratutto quando l’intensità sale. Devi sostenere un ritmo sempre elevato e fare continuamente scelte, spesso in modo molto rapido. È come un’orchestra: basta una nota stonata e si ferma tutto. Il tempo per noi è fondamentale. L’importante è partire bene e con entusiasmo, poi il ritmo arriva. Perché si sente quando un gruppo è davvero affiatato. E proprio come un’orchestra, ognuno fa la sua parte, ma tutti perfettamente sincronizzati. La cosa che dà più soddisfazione è sempre il finale: in quella fase capisci quanto tutti abbiano lavorato uniti».

La Stelvio

La nuova vettura avrà gli interni che saranno simili alla berlina, con un design pulito (nella foto di copertina si intravedono solamente i poggiatesta). Dovrebbe essere spinta dal 2.0 benzina da potenze di 200 e 280 CV e dal diesel 2.2 da 150 e 180 CV, oltre ad essere munito del cambio manuale a sei rapporti o dell’automatico ad otto e della trazione posteriore o integrale. Infine, papabile la variante sportiva QV composta dalla stessa unità della Giulia, nonchè di derivazione Ferrari: il 2.9 biturbo V6 da 510 CV. In sostanza non dovrebbe discostarsi poi molto da questo render di rmcardesign.com

Sappiamo infine che debutterà ufficialmente al Salone di Los Angeles (in programma dal 18 al 27 novembre) e che sarà acquistabile a partire da Febbraio 2017. E se invece lo vedessimo già a Parigi verso la fine di Settembre?

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. lorenzo

    13 Settembre 2016 at 11:40

    Si ipotizza una versione QV da 510cv, col motore simile a quello della Giulia QV. Ti viene fuori una vera bestia!!!

  2. franco sanna

    13 Settembre 2016 at 16:20

    complimenti all’Alfa, in quanto all’ipotesi sulla versione QV da 510 cv spero sia presto una realtà!

Articoli correlati