WP_Post Object ( [ID] => 309550 [post_author] => 51 [post_date] => 2016-09-15 18:57:04 [post_date_gmt] => 2016-09-15 16:57:04 [post_content] => Il Salone di Parigi 2016 si appresta ad aprire i battenti esattamente tra due settimane dato che inizierà il 1° e terminerà il 16 ottobre. Nei scorsi giorni vi abbiamo già anticipato molti dei marchi che approfitteranno della rassegna parigina per mostrare al mondo intero le loro ultime novità e le tendenze future. Tuttavia l'importante evento automotive segnerà anche alcune assenze eccellenti: difatti Aston Martin, Ford, Rolls-Royce e Volvo non saranno presenti al prossimo Salone di Parigi 2016. Come mai queste case costruttrici hanno deciso di "snobbare" il Mondial de l'Automobile 2016? Oggi come oggi la scelta di non partecipare ad un evento del genere può essere indicativa di una precisa strategia di marketing. Semplicemente alcune case costruttrici scelgono di raggiungere le persone tramite altri canali diversi da quelli statici e classici dei Saloni dell'auto: ad esempio possono puntare alla conquista di nuovi clienti attraverso i social media, collaborando con i blogger automotive più influenti o dando vita ad eventi in cui proporre test drive delle proprie auto in contesti esclusivi. Andy Palmer, CEO di Aston Martin, ha inquadrato bene la situazione affermando che "ci sono modi migliori per coinvolgere i futuri clienti di quanto non lo sia spendere continuamente soldi per partecipare ai vari Saloni". Anche Lamborghini pare essere dello stesso avviso in quanto ha fatto sapere recentemente di "voler rivedere la propria strategia poichè il mondo automotive sta cambiando velocemente ed essere in grado di anticipare questi cambiamenti sarà fondamentale". In pratica alcune case costruttrici sarebbero in procinto di cambiare il loro modo di agire riguardo la possibilità di conquistare i futuri clienti anche in virtù del fatto che l'afflusso importante di persone che partecipano ai vari Saloni dell'auto non vuol dire sempre che si trasformi in vendite e quindi profitti. [post_title] => Aston Martin, Ford, Rolls-Royce e Volvo non parteciperanno al Salone di Parigi 2016 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => aston-martin-ford-rolls-royce-e-volvo-non-parteciperanno-al-salone-di-parigi-2016 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-09-15 18:57:04 [post_modified_gmt] => 2016-09-15 16:57:04 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=309550 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Aston Martin, Ford, Rolls-Royce e Volvo non parteciperanno al Salone di Parigi 2016

I costruttori sposeranno nuove strategie di marketing?

Aston Martin, Ford, Rolls-Royce e Volvo non parteciperanno al Salone di Parigi 2016

Il Salone di Parigi 2016 si appresta ad aprire i battenti esattamente tra due settimane dato che inizierà il 1° e terminerà il 16 ottobre. Nei scorsi giorni vi abbiamo già anticipato molti dei marchi che approfitteranno della rassegna parigina per mostrare al mondo intero le loro ultime novità e le tendenze future. Tuttavia l’importante evento automotive segnerà anche alcune assenze eccellenti: difatti Aston Martin, Ford, Rolls-Royce e Volvo non saranno presenti al prossimo Salone di Parigi 2016.

Come mai queste case costruttrici hanno deciso di “snobbare” il Mondial de l’Automobile 2016? Oggi come oggi la scelta di non partecipare ad un evento del genere può essere indicativa di una precisa strategia di marketing. Semplicemente alcune case costruttrici scelgono di raggiungere le persone tramite altri canali diversi da quelli statici e classici dei Saloni dell’auto: ad esempio possono puntare alla conquista di nuovi clienti attraverso i social media, collaborando con i blogger automotive più influenti o dando vita ad eventi in cui proporre test drive delle proprie auto in contesti esclusivi.

Andy Palmer, CEO di Aston Martin, ha inquadrato bene la situazione affermando che “ci sono modi migliori per coinvolgere i futuri clienti di quanto non lo sia spendere continuamente soldi per partecipare ai vari Saloni”. Anche Lamborghini pare essere dello stesso avviso in quanto ha fatto sapere recentemente di “voler rivedere la propria strategia poichè il mondo automotive sta cambiando velocemente ed essere in grado di anticipare questi cambiamenti sarà fondamentale”.

In pratica alcune case costruttrici sarebbero in procinto di cambiare il loro modo di agire riguardo la possibilità di conquistare i futuri clienti anche in virtù del fatto che l’afflusso importante di persone che partecipano ai vari Saloni dell’auto non vuol dire sempre che si trasformi in vendite e quindi profitti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati