Alfa Romeo Giulia Veloce, la berlina a trazione integrale esordisce al Salone di Parigi [FOTO]

Disponibile sul mercato dal 29 settembre a partire da 50.500 euro

Alfa Romeo Giulia Veloce - Alfa Romeo annuncia l'arrivo della Giulia Veloce, la nuova versione sportiva con trazione integrale permanente Q4 che farà il suo debutto a Parigi tra pochi giorni. Da subito ordinabile, la Giulia Veloce è disponibile con due motorizzazione: il 2.0 benzina da 280 CV e il 2.2 diesel da 210 CV. Nel 2017 la gamma della berlina si arricchirà della Giulia AE con consumi di 4,2 l/100 km e 99 g/km di CO2.

Al Salone di Parigi 2016, in concomitanza con il lancio sul mercato, farà il suo debutto in anteprima l’Alfa Romeo Giulia Veloce, la versione più sportiva della gamma della nuova berlina del Biscione, esclusa la Quadrifoglio, oltre che dotata di trazione integrale.

La Giulia Veloce viene proposta con due inedite motorizzazioni: il turbo benzina 2.0 litri da 280 CV ed il turbodiesel 2.2 litri da 210 CV. Su entrambe il cambio è l’automatico a 8 rapporti, accompagnato dalla trazione integrale permanente Q4 che, secondo quanto dichiarato dal marchio di Arese, promette alla Giulia Veloce un comportamento analogo a quello di una vettura a trazione posteriore con il 100% della coppia inviata al retroteno. Solo quando le condizioni di aderenza si fanno più critiche il sistema di trazione Q4, che vanta un peso di soli 60 chilogrammi, agisce trasferendo all’istante fino al 60% della coppia motrice sull’asse anteriore.

Per quanto riguarda l’aspetto estetico l’Alfa Romeo Giulia Veloce si caratterizza per il design specifico dei paraurti, per le mostrine delle portiere in nero lucido, per l’estrattore posteriore sportivo con il doppio terminale dell’impianto di scarico. Per la carrozzeria a richiesta è disponibile la nuova tinta Blu Misano, mentre la dotazione di serie della vettura comprende i fari allo xeno, con i cerchi in lega a 5 fori da 19 pollici disponibili in optional.

L’abitacolo della Giulia Veloce si distingue per i sedili Sport rivestiti in pelle e disponibili in tre colori, il volante sportivo riscaldato e le finiture in alluminio presenti su plancia, tunnel centrale e pannelli delle portiere. A bordo della nuova versione della Giulia ci sono anche il climatizzatore bi-zona, il sistema d’infotainment Alfa Connect con display da 6,5 pollici e l’Alfa DNA per gestire le diverse impostazioni di guida.

alfa-romeo-giulia-veloce-2

Relativamente alle dotazioni di sicurezza attiva l’Alfa Romeo Giulia Veloce è equipaggiata col sistema pre-collision con frenata automatica d’emergenza e riconoscimento dei pedoni, impianto frenante IBS (Integrated Brake System), cruise control con limitatore di velocità e sistema di avviso per il superamento involontario della proprio corsia di marcia.

Già dal 29 settembre l’Alfa Romeo Giulia Veloce potrà essere ordinata con un listino prezzi che parte da 50.500 euro per la versione col turbodiesel da 210 CV. Con la Giulia a trazione posteriore Alfa Romeo rilancia con maggiore vigore la sfida alla consuete rivali tedesche, in primis Mercedes Classe C e BMW Serie 3.

Dopo la Giulia Veloce Alfa Romeo amplierà ulteriormente la gamma del suo nuovo modello di segmento D e lo farà nel 2017 con il lancio della Giulia AE, con le due lettere aggiuntive che sono l’acronico di Advanced Efficiency. Questa nuova versione, basata sull’allestimento Business, monta il motore diesel 2.2 litri da 180 CV con cambio automatico a 8 marce e grazie ad una serie di interventi tecnici punta a ottimizzare l’efficienza. La Giulia AE dichiara un consumo medio di 4,2 litri di gasolio ogni 100 chilometri a fronte di 99 g/km di emissioni di CO2.

alfa-romeo-giulia-advanced-efficiency

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Roberto

    21 Settembre 2016 at 12:24

    Finalmente una versione a benzina che va a colmare in parte il gap tra la 200cv e la quadrifoglio. Spero aggiungano preso a listino una versione nel range 300-350 cv a trazione integrale per andare a contrastare la c43 o BMW 340.

Articoli correlati