Lamborghini, fibra di carbonio: siglato l’accordo con la Mitsubishi Rayon

Sviluppo congiunto tra le due aziende sulla tecnologia dei materiali

La Lamborghini ha siglato un accordo con l'azienda tessile Mitsubishi Rayon, leader nel settore acrilico, per sviluppare ulteriormente la tecnologia della fibra di carbonio.
Lamborghini, fibra di carbonio: siglato l’accordo con la Mitsubishi Rayon

La Lamborghini annuncia di aver intrapreso una partnership con la Mitsubishi Rayon, società tessile giapponese leader della produzione di fibra acrilica, parte dell’omonima holding finanziaria, che viene ricordata soprattutto per l’attività nel settore automobilistico con la Mitsubishi Motors Corporation.

Grazie a questo accordo (siglato durante un raduno di auto classiche e moderne a Tokyo), la Casa di Sant’Agata Bolognese svilupperà ulteriormente la tecnologia della fibra di carbonio, materiale utilizzato sui rispettivi modelli da almeno trent’anni. La società giapponese produce circa il 60% della fibra di carbonio nel mondo e questa collaborazione potrà favorire la ricerca e lo sviluppo necessari per continuare a progredire nella direzione intrapresa in questi anni.

La prima vettura Lamborghini ad essere costruita interamente in fibra di carbonio fu la Countach Evoluzione del 1986, mai destinata alla produzione di serie per via degli elevati costi del telaio. Successivamente troviamo la Gallardo e la Sesto Elemento. Quest’ultima, realizzata in soli 20 esemplari, è composta principalmente dal carbonio ed è stata studiata in diversi centri di ricerca, anche grazie alla Boeing e nelle strutture di Seattle. Proprio nella città dello stato di Washington, pochi mesi fa, è stato inaugurato un laboratorio di strutture avanzate composite, dove l’azienda italiana svilupperà nuovi materiali ad alta tecnologia per trasferirli sulle proprie auto sportive. Infine la Centenario: prodotta in 40 esemplari (20 coupè e 20 roadster), è basata su una monoscocca in fibra di carbonio.

Maurizio Reggiani, Direttore Ricerca e Sviluppo di Automobili Lamborghini: “Continuando a sviluppare i nostri materiali compositi, siamo in grado di creare un prodotto che può migliorare le super sportive Lamborghini, sia nelle prestazioni che nel loro aspetto” – ha detto Reggiani – “La possibilità di sfruttare questa tipologia di materiale leggero consente a Lamborghini un vantaggio che sarà di beneficio nelle nostre auto e per il processo produttivo futuro.”

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati