WP_Post Object ( [ID] => 319927 [post_author] => 51 [post_date] => 2016-10-03 12:08:12 [post_date_gmt] => 2016-10-03 10:08:12 [post_content] => Opel Ampera-e – La nuova compatta elettrica è piombata sul Salone di Parigi 2016 come un vero e proprio fulmine a ciel sereno: la mobilità ecosostenibile sta facendo passi da gigante verso un'elettrificazione sempre più performante ed il marchio del fulmine non si è fatto trovare impreparato, anzi, ha sbalordito tutti i presenti con una vettura nuova e dall'autonomia incredibile, almeno secondo gli standard attuali. Sta di fatto che l'autonomia stimata dai vertici Opel potrebbe davvero segnare un nuovo punto di riferimento tra le vetture elettriche di medie dimensioni. Lo strappo dato dalla nuova elettrica di Opel al relativo mercato di competenza potrebbe difatti generare una più veloce rincorsa ad autonomie sempre maggiori in modo tale da annullare la cosiddetta "ansia da ricarica" che oggi come oggi influenza negativamente il possibile acquisto di auto elettriche da parte di molte persone. Ebbene, la nuova Ampera-e a quanto pare sarebbe in grado di raggiungere un'autonomia di oltre 500 km! Già durante la presentazione stampa l'inedita elettrica di Opel era stata accreditata di un'autonomia di circa 400 km facendo spuntare più di qualche sorriso tra i favorevoli alle auto elettriche, ma in occasione del Salone di Parigi 2016 la Opel si è superata. Difatti, in base al NEDC (acronimo inglese di Nuovo Ciclo di Guida Europeo) la compatta del fulmine ha sfoderato tutta la sua energia dando vita ad una stima di autonomia superiore addirittura ai 500 km. Il NEDC è il nuovo standard europeo che permette di determinare consumi più in linea con quelli effettivi e soprattutto di confrontare i risultati ottenuti con quelli delle vetture dello stesso segmento. In tal senso l'ottimo risultato raggiunto dalla nuova elettrica di Opel proietta l'Ampera-e direttamente nell'Olimpo delle vetture del suo segmento sbaragliando, ad esempio, la concorrenza di BMW i3 94 Ah ferma a 300 km e di Nissan Leaf arrivata a 250 km. Non di meno conto le prestazioni velocistiche della nuova Opel Ampera-e che promette uno scatto 0-50 km/h in 3,2 secondi ed una ripresa 80-120 km/h in soli 4,5 secondi. Ottimo risultato dunque, sia a livello prestazionale che di autonomia, quello raggiunto dalla nuova compatta elettrica che secondo Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel, vuol rappresentare il futuro della casa di Russelsheim: "La Ampera-e mostra chiaramente quale sarà la strada che intraprenderemo nel futuro prossimo. L’autonomia raggiunta dalla nostra compatta è la dimostrazione che la mobilità elettrica sia ampiamente sfruttabile per l’utilizzo di ogni giorno. L’Ampera-e non non vuole essere un modello ecologico di lusso, un gadget o semplicemente una ‘seconda auto’, ma una vettura elettrica che grazie alle prestazioni di cui è capace possa andar bene per un utilizzo quotidiano".    [post_title] => Opel Ampera-e: record di autonomia al Salone di Parigi 2016 [FOTO e VIDEO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => opel-ampera-e-record-di-autonomia-al-salone-di-parigi-2016-foto-e-video-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-10-03 12:08:12 [post_modified_gmt] => 2016-10-03 10:08:12 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=319927 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Opel Ampera-e: record di autonomia al Salone di Parigi 2016 [FOTO e VIDEO LIVE]

Oltre 500 km stimati nel ciclo NEDC

Opel Ampera-e – La nuova compatta elettrica è piombata sul Salone di Parigi 2016 come un vero e proprio fulmine a ciel sereno: la mobilità ecosostenibile sta facendo passi da gigante verso un’elettrificazione sempre più performante ed il marchio del fulmine non si è fatto trovare impreparato, anzi, ha sbalordito tutti i presenti con una vettura nuova e dall’autonomia incredibile, almeno secondo gli standard attuali. Sta di fatto che l’autonomia stimata dai vertici Opel potrebbe davvero segnare un nuovo punto di riferimento tra le vetture elettriche di medie dimensioni.

Lo strappo dato dalla nuova elettrica di Opel al relativo mercato di competenza potrebbe difatti generare una più veloce rincorsa ad autonomie sempre maggiori in modo tale da annullare la cosiddetta “ansia da ricarica” che oggi come oggi influenza negativamente il possibile acquisto di auto elettriche da parte di molte persone. Ebbene, la nuova Ampera-e a quanto pare sarebbe in grado di raggiungere un’autonomia di oltre 500 km! Già durante la presentazione stampa l’inedita elettrica di Opel era stata accreditata di un’autonomia di circa 400 km facendo spuntare più di qualche sorriso tra i favorevoli alle auto elettriche, ma in occasione del Salone di Parigi 2016 la Opel si è superata.

Difatti, in base al NEDC (acronimo inglese di Nuovo Ciclo di Guida Europeo) la compatta del fulmine ha sfoderato tutta la sua energia dando vita ad una stima di autonomia superiore addirittura ai 500 km. Il NEDC è il nuovo standard europeo che permette di determinare consumi più in linea con quelli effettivi e soprattutto di confrontare i risultati ottenuti con quelli delle vetture dello stesso segmento. In tal senso l’ottimo risultato raggiunto dalla nuova elettrica di Opel proietta l’Ampera-e direttamente nell’Olimpo delle vetture del suo segmento sbaragliando, ad esempio, la concorrenza di BMW i3 94 Ah ferma a 300 km e di Nissan Leaf arrivata a 250 km.

Non di meno conto le prestazioni velocistiche della nuova Opel Ampera-e che promette uno scatto 0-50 km/h in 3,2 secondi ed una ripresa 80-120 km/h in soli 4,5 secondi. Ottimo risultato dunque, sia a livello prestazionale che di autonomia, quello raggiunto dalla nuova compatta elettrica che secondo Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel, vuol rappresentare il futuro della casa di Russelsheim: “La Ampera-e mostra chiaramente quale sarà la strada che intraprenderemo nel futuro prossimo. L’autonomia raggiunta dalla nostra compatta è la dimostrazione che la mobilità elettrica sia ampiamente sfruttabile per l’utilizzo di ogni giorno. L’Ampera-e non non vuole essere un modello ecologico di lusso, un gadget o semplicemente una ‘seconda auto’, ma una vettura elettrica che grazie alle prestazioni di cui è capace possa andar bene per un utilizzo quotidiano”. 

 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. orazio adolfo bacci

    2 Aprile 2017 at 12:24

    La Opel-e finalmente con un adeguata autonomia,in futuro non farà che meglio!

Articoli correlati