WP_Post Object ( [ID] => 320438 [post_author] => 18 [post_date] => 2016-10-06 11:09:43 [post_date_gmt] => 2016-10-06 09:09:43 [post_content] => Possedere un Porsche non significa essere semplicemente proprietari di una vettura sportiva. Significa far parte del mito, della storia, della passione. Una passione che aggrega, una passione che va condivisa con gli altri proprietari. Proprio per questo, Porsche, è stata sempre particolarmente impegnata in tutte quelle attività che coinvolgono i proprietari delle vetture di Stoccarda, con moltissimi (ed attivissimi) club a livello regionale. C’è poi il Porsche Club Italia, che organizza eventi a livello nazionale, e, dall’anno scorso, dopo il grande successo di Monza, è arrivata la seconda edizione del Porsche Festival. Una grande festa, tenutasi questa volta a Misano, che ha visto partecipare tantissime vetture provenienti da tutta Italia. C'erano davvero tutte! porsche_festival_2016_47 Non capita tutti i giorni di vedere praticamente l’intera produzione Porsche in un solo piazzale. Capita al Porsche Festival, dov’era presente almeno una vettura di (quasi) ogni modello prodotto da Porsche. Dalla 356 alle 911 pre bumper, per arrivare nell’ordine, alle 911 2.7 (serie G), alle 911 3.0 SC, alle 911 3.2, seguite da 964, 993, 996, 997 e 991. Senza dimenticare poi, le Boxster e Cayman, presenti in ogni loro versione, comprese le nuovissime 718. E poi le Transaxle, sempre più rivalutate ed apprezzate dai collezionisti: 924, 944, 968 e 928. Macan e Cayenne, e, ciliegina sulla torta, la presenza di ben 2 esemplari di 918 Spyder, una Carrera GT, ed una 959. Attività in pista, ma non solo... porsche_festival_2016_16 Il Direttore Generale di Porsche Italia, Pietro Innocenti, riguardo alla manifestazione: “Questo evento si conferma molto apprezzato dai nostri clienti perché abbraccia tutte le vetture e rafforza un forte senso di appartenenza e amicizia tra tutti i porschisti, clienti e non - dichiara Pietro Innocenti, Direttore Generale di Porsche Italia -. La grande partecipazione e il sorriso di tutti i presenti sono il più bel grazie che abbiamo ricevuto. Sono inoltre molto contento per il risultato dell’asta di beneficenza che abbiamo organizzato nella giornata di sabato a sostegno della ricostruzione delle aree colpite dal recente terremoto in Centro Italia; la generosità dei nostri clienti ci ha permesso di raccogliere un contributo importante che sarà devoluto in settimana alla Protezione Civile”. Durante il Porsche Festival, difatti, si è tenuta un’asta di beneficenza che ha visto gli appassionati Porsche presenti al festival contendersi alcuni oggetti provenienti direttamente dal museo Porsche Italia, ed addirittura una Porsche 996, esemplare unico, decorata dall’artista Mimmo Palladino. L’intero ricavato dell’asta è stato devoluto in favore delle popolazioni terremotate. porsche_festival_2016_01 Fervente è stata l’attività in pista. Durante i due giorni della manifestazione, difatti, si sono alternati sul tracciato i clienti Porsche, alla guida delle loro vetture, e le 911 della Porsche Driving School, con alla guida gli stessi clienti, affiancati dagli istruttori (piloti professionisti). Grandissimo, infine, lo spettacolo della parata finale, che ha visto l’intero rettilineo di Misano letteralmente ricoperto da una “infinita distesa” di Porsche. Uno spettacolo davvero unico, senza eguali. Ma le attività non erano confinate alla sola pista: l’intera area paddock, difatti, era dedicata al mondo Porsche. Al “Villaggio Porsche” si potevano svolgere difatti numerose attività tra cui, simulatori di guida, una pista di modellini telecomandati di oltre 30 metri, due vetture 911 con doppi comandi per permettere ai più giovani di guidare in sicurezza con l’assistenza di un pilota professionista, oltre a poter ammirare vetture speciali provenienti dal museo Porsche di Zuffenhausen. L’appuntamento è per la terza edizione del Porsche Festival, che l’anno prossimo dopo Monza e Misano si terrà su un altro circuito. Sarà nuovamente un grande successo, sarà nuovamente una grande festa all’insegna della pura passione Porsche. [post_title] => Porsche Festival 2016: una grande festa all'insegna del marchio di Stoccarda [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => porsche-festival-2016-una-grande-festa-allinsegna-del-marchio-di-stoccarda-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-10-06 11:16:59 [post_modified_gmt] => 2016-10-06 09:16:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=320438 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Porsche Festival 2016: una grande festa all’insegna del marchio di Stoccarda [FOTO]

Tantissime vetture, ed un grande spirito di condivisione della pura passione Porsche

Dopo l'edizione 2015 di Monza, Porsche ripropone, a Misano, il grande successo del Porsche Festival. Moltissime le vetture presenti, in un clima di festa tra giri in pista, area paddock interamente dedicata alla cavallina di Stoccarda, e la spettacolare parata finale, con tutte le vetture in pista.

Possedere un Porsche non significa essere semplicemente proprietari di una vettura sportiva. Significa far parte del mito, della storia, della passione. Una passione che aggrega, una passione che va condivisa con gli altri proprietari. Proprio per questo, Porsche, è stata sempre particolarmente impegnata in tutte quelle attività che coinvolgono i proprietari delle vetture di Stoccarda, con moltissimi (ed attivissimi) club a livello regionale. C’è poi il Porsche Club Italia, che organizza eventi a livello nazionale, e, dall’anno scorso, dopo il grande successo di Monza, è arrivata la seconda edizione del Porsche Festival. Una grande festa, tenutasi questa volta a Misano, che ha visto partecipare tantissime vetture provenienti da tutta Italia.

C’erano davvero tutte!
porsche_festival_2016_47

Non capita tutti i giorni di vedere praticamente l’intera produzione Porsche in un solo piazzale. Capita al Porsche Festival, dov’era presente almeno una vettura di (quasi) ogni modello prodotto da Porsche. Dalla 356 alle 911 pre bumper, per arrivare nell’ordine, alle 911 2.7 (serie G), alle 911 3.0 SC, alle 911 3.2, seguite da 964, 993, 996, 997 e 991. Senza dimenticare poi, le Boxster e Cayman, presenti in ogni loro versione, comprese le nuovissime 718. E poi le Transaxle, sempre più rivalutate ed apprezzate dai collezionisti: 924, 944, 968 e 928. Macan e Cayenne, e, ciliegina sulla torta, la presenza di ben 2 esemplari di 918 Spyder, una Carrera GT, ed una 959.

Attività in pista, ma non solo…
porsche_festival_2016_16

Il Direttore Generale di Porsche Italia, Pietro Innocenti, riguardo alla manifestazione: “Questo evento si conferma molto apprezzato dai nostri clienti perché abbraccia tutte le vetture e rafforza un forte senso di appartenenza e amicizia tra tutti i porschisti, clienti e non – dichiara Pietro Innocenti, Direttore Generale di Porsche Italia -. La grande partecipazione e il sorriso di tutti i presenti sono il più bel grazie che abbiamo ricevuto. Sono inoltre molto contento per il risultato dell’asta di beneficenza che abbiamo organizzato nella giornata di sabato a sostegno della ricostruzione delle aree colpite dal recente terremoto in Centro Italia; la generosità dei nostri clienti ci ha permesso di raccogliere un contributo importante che sarà devoluto in settimana alla Protezione Civile”. Durante il Porsche Festival, difatti, si è tenuta un’asta di beneficenza che ha visto gli appassionati Porsche presenti al festival contendersi alcuni oggetti provenienti direttamente dal museo Porsche Italia, ed addirittura una Porsche 996, esemplare unico, decorata dall’artista Mimmo Palladino. L’intero ricavato dell’asta è stato devoluto in favore delle popolazioni terremotate.

porsche_festival_2016_01

Fervente è stata l’attività in pista. Durante i due giorni della manifestazione, difatti, si sono alternati sul tracciato i clienti Porsche, alla guida delle loro vetture, e le 911 della Porsche Driving School, con alla guida gli stessi clienti, affiancati dagli istruttori (piloti professionisti). Grandissimo, infine, lo spettacolo della parata finale, che ha visto l’intero rettilineo di Misano letteralmente ricoperto da una “infinita distesa” di Porsche. Uno spettacolo davvero unico, senza eguali. Ma le attività non erano confinate alla sola pista: l’intera area paddock, difatti, era dedicata al mondo Porsche. Al “Villaggio Porsche” si potevano svolgere difatti numerose attività tra cui, simulatori di guida, una pista di modellini telecomandati di oltre 30 metri, due vetture 911 con doppi comandi per permettere ai più giovani di guidare in sicurezza con l’assistenza di un pilota professionista, oltre a poter ammirare vetture speciali provenienti dal museo Porsche di Zuffenhausen. L’appuntamento è per la terza edizione del Porsche Festival, che l’anno prossimo dopo Monza e Misano si terrà su un altro circuito. Sarà nuovamente un grande successo, sarà nuovamente una grande festa all’insegna della pura passione Porsche.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati