In Viaggio, alla scoperta del Lago di Como [EPISODIO 1 DI 3 – VIDEO ITINERARIO]

Concorsi d'Eleganza, con Mele e Lorenzo

Oltre alle auto, c'è il viaggio. Se volete scoprire località interessanti dove poter portare la vostra fedele quattro ruote, allora provate i nostri consigli. In Viaggio inizia qui, con tre puntate lungo le coste del Lago di Como con la nostra fedele Fiat 500 Motorionline

A volte siamo così concentrati sul mondo delle auto (e noi lo sappiamo molto bene), che finiamo per dimenticarci quale sia lo scopo finale. Certo, l’emozione, la velocità, ma la maggior parte di noi ne ha un altro in serbo: il viaggio. Per questo motivo abbiamo pensato di iniziare a raccontarvi qualche viaggio, almeno inizialmente vissuto da noi in prima persona. Per questa prima partenza ci siamo messi alla guida della nostra mascotte, la Fiat 500 Motorionline (versione con motore 1.200 benzina da 69 CV di potenza e allestimento Lounge) gommata con le Pirelli Cinturato P1 Verde 185/55 R15, verso una delle località più rinomante di tutto il nostro Paese: il Lago di Como.

Questo lago è da sempre una delle mete turistiche più ammirate d’Italia. Merito dei suoi scenari e delle sue località molto servite, ma al tempo stesso rimaste a misura d’uomo e scenario caratteristico d’Italia per molti turisti stranieri. Non per questo, però, noi italiani dovremmo evitarlo, anzi. In seguito all’Expo di Milano, infatti, gli alberghi e le località hanno iniziato nuovamente a riempirsi. Nella speranza che questo effetto possa permanere, anche per l’economia di questi luoghi, noi vorremmo iniziare a ingolosirvi, parlando anche dell’importanza che questo lago ha per il mondo dei motori. Il nostro itinerario, infatti, parte da Como per arrivare inizialmente a Cernobbio. Questo è un paese sicuramente affascinante e con un panorama mozzafiato, ma per noi fan delle quattro ruote significa principalmente una cosa: Villa d’Este.

SONY DSC

Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este di Cernobbio, infatti, si svolge ormai dal lontano 1929 ed è senza dubbio uno dei più prestigiosi in assoluto dedicati al mondo dell’auto, insieme a mostri sacri come Pebble Beach e Goodwood. Vetture che vanno sin dagli albori di questo mondo, perfettamente conservate, sfilano e si mostrano sia agli invitati del primo giorno di sabato che al grande pubblico della domenica, giornata nella quale lo scettro del comando passa alla vicina Villa Erba. Negli ultimi anni, tra l’altro, sono sbarcate anche le concept car, a cui è stata riservata una speciale categoria per decretare quale sia la più bella ed elegante. Il trofeo più ambito, però, è la mitica Coppa d’Oro, l’unico riconoscimento assegnato sin dalla prima edizione del ’29 (allora vinse una Isotta Fraschini Tipo 8A), assegnato da una giuria di esperti e che venne reintrodotto negli anni ’80 dopo ben 40 anni di pausa. Questo viene assegnato all’auto d’epoca più bella di tutto il concorso, la vera regina di Villa d’Este. Quest’anno (2016) ha vinto una Lancia Astura berlinetta del 1933. Il prossimo?

Se lo volete scoprire, mettetevi alla guida. Anche perché persino le strade del Lago di Como sono stracolme di vetture di ogni tipo. Solamente per la realizzazione di questo servizio abbiamo incrociato Ferrari, una McLaren P1, Porsche come se piovessero e innumerevoli altre. Per fare del vero “carsighting” non c’è bisogno di arrivare fino a Montecarlo, anche perché il lago è meta di vacanze di talmente tante celebrità (come lo “zio” George Clooney) che qualche “macinino” per farsi un giro c’è sempre sulla strada e nei garage.

Questa, comunque, è solamente la prima puntata di questo nostro itinerario. Se volete dare una prima occhiata, unitevi a me e alla simpaticissima Eleonora (ma potete chiamarla Mele) a bordo della Fiat 500 Motorionline. Preparatevi per il viaggio e vi diamo appuntamento a mercoledì alle 13 per la seconda puntata! Non mancate.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati