Skoda Fabia Wagon, una piccola e sorprendente station [PROVA SU STRADA]

Compatta “intelligente”, con il 3 cilindri a gasolio è parca come poche

Oltre ad un look più curato e gradevole che in passato, è capace di soddisfare le esigenze di una famiglia numerosa con i suoi solo 426 cm, ha un 1.400 con consumi irrisori e parte da 14.380 euro, anche se ce ne vogliono più di 21 mila per quella che abbiamo provato

Skoda Fabia Wagon 1.4 TDI 66kW DSG Style – Le mode portano spesso a scegliere auto accattivanti nell’estetica, ma che a fronte di dimensioni esterne generose, offrono un non altrettanto abbondante spazio all’interno. Ecco, se siete tra quelli che invece preferiscono andare al sodo, la Fabia Wagon è una delle auto che potrebbe fare per voi. Non a caso debutta proprio in questi giorni uno spot televisivo sul marchio ceco, dal titolo emblematico “Semplicemente”, che vuole riassumere la filosofia di Skoda. In un contesto di giovani e persone che vivono per apparire, il protagonista, anche con parole forti, esprime il suo saper valutare il valore reale delle cose, fregandosene del giudizio degli altri. Una concretezza ed una semplicità che la Fabia dimostra con i suoi tangibili pregi, che possiamo riassumervi in due concetti non esaustivi, ma efficaci per renderle giustizia: riesce a conciliare la qualità che contraddistingue le vetture del Gruppo Volkswagen, offerta però ad un prezzo abbordabile, ed offre l’abitabilità per 5 persone e relativi bagagli, nella lunghezza di una Golf “standard”. Non per questo rinuncia ad essere esteticamente apprezzabile. Anche se il marchio Skoda, come vuole dimostrare lo spot, è ingiustamente poco apprezzato da chi vive per apparire, dimenticatevi l’idea che si tratti di una low cost. Ha infatti in comune con i marchi più blasonati del Gruppo tutta la meccanica, inclusa la piattaforma modulare MQB e le motorizzazioni disponibili, tra qui spicca il 3 cilindri taglia 1.4 litri, che unisce prestazioni brillanti, con i suoi 90 cavalli che spingono i circa 1.200 Kg della Fabia Wagon egregiamente, a consumi che possono diventare a dir poco strabilianti. Poche altre volte abbiamo visto sul quadro strumenti di un’auto un dato nell’ordine dei 3 litri ogni 100 chilometri percorsi! C’è da dire che, rispetto al prezzo base di 14.380 euro, sulla Fabia si paga molto di quello che vedete sull’esemplare in prova, oltretutto un top di gamma, dotato anche del cambio DSG a 7 rapporti e di numerosi optional. Con questa configurazione 1.4 TDI 66kW DSG Style, si parte da un listino di 21.580 euro. L’allestimento Style offre una dotazione abbastanza ricca, ma si può salire ancora, ad esempio includendo tutti gli accessori presenti su questo esemplare, che non rinuncia nemmeno al tetto panoramico in cristallo (710 euro).

Design e Interni:

Rating: ★★★★☆ 

Semplice forse, ma dal design curato e di bella presena
skoda_fabia_wagon_pss_2016_02

Un tempo (lo abbiamo fatto proprio 4 anni fa nella prova della “vecchia” Fabia Wagon (qui il nostro articolo), avremmo iniziato a parlare dell’aspetto della vettura, dicendo che non la si sceglie certo perché si viene rapiti dal suo design. Le Skoda del passato erano infatti auto che raccoglievano consensi su altri fronti, poi si finiva per apprezzarne le linee comunque aggraziate e per nulla sgradevoli (soprattutto sui modelli più recenti), ma senza restarne folgorati. Il nuovo corso porta invece ad avere davanti un’auto che non sembra per nulla economica o anonima, anzi. La Skoda Fabia Wagon non si piega troppo ai fronzoli poco utili, ma è moderna e decisamente piacevole. Non rinuncia nemmeno ai fari con la firma della luce diurna a Led, oltre che alla grossa calandra nera con una bella cornice cromata.

skoda_fabia_wagon_pss_2016_03

Due nervature sul cofano incastonano il logo del Brand ceco, mentre spostandoci sulle fiancate, anche qui le nervature danno un tocco di carattere alla Fabia. In particolar modo la linea di cinta così marcata consente alla Wagon di restare slanciata anche con i 27 centimetri di lunghezza in più rispetto alla 5 porte. Le dimensioni salgono infatti a 426 cm di lunghezza totale, con una larghezza identica di 173 cm ed un’altezza di 149 (+ 3).

skoda_fabia_wagon_pss_2016_04

Il tetto panoramico nero, optional montato su questo esemplare in abbinamento ai corrimano del medesimo colore, completa l’operazione di “alleggerimento” dell’aspetto della versione Wagon, che con il contrasto cromatico che si viene a creare, si fa più sportiva ed equilibrata. La coda, sia osservandone dal lato lo sbalzo, che spostandosi dietro all’auto, non appare per nulla pesante, facendo indurre a pensare che, della cospicua porzione aggiuntiva in lunghezza, una parte sia stata destinata al passo. Contrariamente a quanto non si possa pensare, invece la 5 porte e la Wagon hanno esattamente gli stessi 247 centimetri tra i due assi. Nell’insieme la Fabia Wagon è quindi un’auto gradevole, curata, senza troppi fronzoli, ma che non rinuncia a qualche velleità sportiveggiante. I bei cerchi da 17” di color argento sostituiscono con una spesa contenuta (solo 155 euro), quelli da 16 di serie (che con 80 euro si possono invece avere in due più aggressive colorazioni, bianco o nero).

Interno: Moderna e ben rifinita, un gran bel passo in avanti rispetto al passato
skoda_fabia_wagon_pss_2016_08

La Fabia di nuova generazione è nettamente migliorata rispetto alla precedente, lo abbiamo visto parlando dell’aspetto esterno, ma la cosa diventa ancor più evidente salendo a bordo. I materiali scelti sono più piacevoli, allo sguardo ed al tatto, ed allineati quasi completamente a quelli che troviamo sulle cugine VW, ad esempio. La Fabia è solo un po’ più spoglia e semplice di una Golf, ma non la definiremmo affatto più povera. Si fa invece apprezzare per il suo saper essere molto razionale e sobria, con tinte scure ed un unico tocco importante di “movimento” cromatico, dato dalla fascia centrale della plancia, che simula l’alluminio spazzolato, anche se è realizzata in più economica plastica (non scandalizzatevi, è una soluzione condivisa da vetture ben più blasonate e costose della Fabia). Manca il navigatore sull’esemplare provato, ma la tecnologia è assolutamente al passo con i tempi ed include la presenza di un display da 5” (di serie sulle Style), che sale a 6.5 in caso di acquisto del sistema Bolero, che può essere abbinato al navigatore Amundsen ed alla possibilità di sfruttare il mirroring di alcune funzioni del proprio smartphone.

skoda_fabia_wagon_pss_2016_10

Il bel volante sportivo a tre razze (optional) comprende invece comodi comandi ed inserti cromati. Nella parte bassa della plancia troviamo invece i controlli del climatizzatore, essenziali e semplici, per questo però anche molto funzionali ed intuitivi nel loro utilizzo. Più in basso la presa Aux, quella USB e la classica 12 volt, poste vicine al portaoggetti/portabicchieri, dove poter riporre il telefono in carica o altro. Questa zona è delimitata da due profili laterali abbastanza alti per evitare che gli oggetti possano spostarsi, profili che vanno poi a scendere spostandosi verso la leva del cambio, che in questo caso è un automatico DSG. Ove solitamente andremmo ad inserire la chiave troviamo il tasto di accensione, dato che l’auto è dotata di chiave automatica, che può comodamente restare in tasca. Sulla panca posteriore non manca il terzo poggiatesta, ma lo spazio il larghezza è ottimo per due, leggermente troppo contenuto per tre persone. Quello che cambia, e non poco, è la zona del bagagliaio, perché la Wagon cresce di ben 200 litri rispetto alla 5 porte, arrivando a quota 530.

skoda_fabia_wagon_pss_2016_06

Sono 1.395 abbattendo i sedili, frazionati in due porzioni 60 – 40. Comode le due vasche laterali, in cui riporre oggetti di dimensioni contenute senza che vaghino per il bagagliaio, mentre la soglia è leggermente rialzata rispetto al piano di carico. A testimonianza di una attenzione ai dettagli, anche in questa zona troviamo finiture più che accettabili, anche se mancano elementi come una protezione dello scontrino di aggancio del portellone. Quindi anche in questo caso, semplicità, senza rinunciare ad un livello di qualità più che buono.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★☆ 

Comoda e sicura, con un gran bel telaio
skoda_fabia_wagon_pss_2016_01

La Fabia offre una posizione di guida classica e comoda, non impone infatti una seduta rialzata come spesso ci accade di vedere, mentre il volante è regolabile sia in altezza che in profondità. Molto buona anche la visibilità, grazie ad una vetratura estesa ed a montanti non molto ingombranti. Da questo punto di vista nelle manovre aiutano poi i sensori presenti nella configurazione dell’esemplare in prova. La piattaforma modulare MQB sotto l’abito della Fabia Wagon è una garanzia, ed infatti la tenuta di strada è molto buona, pur non avendo un pacchetto sospensioni votato alla sportività, com’è ovvio che sia. Lo sterzo è comunque preciso e la dinamica di guida consente di percorrere una curva un po’ sopra l’andatura più indicata, senza alcun problema e con un rollio che resta sempre in limiti molto ragionevoli. Certo è che la vettura predilige una guida non esasperata e sul fronte del comfort dà il meglio di se. Sia per quanto riguarda la dotazione rivolta ad elevare il livello dell’esperienza a bordo, ma soprattutto sul fronte sicurezza, la Skoda Fabia non ha nulla da invidiare alle blasonate cugine del Gruppo a cui appartiene il Brand ceco.

skoda_fabia_wagon_pss_2016_07

Parliamo, ad esempio, di 6 airbag, oppure di frenata anticollisione, Hill Assist e molto altro. Tutto questo le ha garantito di essere indicata come la vettura più sicura nel suo segmento nel 2014, a detta di EuroNCAP. Dove ci aspettavamo che la Fabia potesse mettere in luce qualche limite, ciò sulla rumorosità ed in generale sul fronte di possibili scricchiolii dovuti alla realizzazione che ci si immaginerebbe più economica rispetto ad una Volkswagen o Audi, in realtà ha saputo sorprenderci. A parte qualche decibel di troppo proveniente dal vano motore ai bassi regimi, da verificare se per colpa del 3 cilindri o del materiale fonoassorbente non sufficiente, non abbiamo da lamentarci di nulla d’altro. Ottima l’aerodinamica, con pochissimi fruscii anche ad andature sostenute, ottimi gli assemblaggi, perché nemmeno i fondi più dissestati provocano il minimo rumore molesto. Il nostro giudizio generale è di un’auto che è semplice, ma ben realizzata, sfruttando tecnologia ed esperienza di uno dei Gruppi automobilistici più importanti al Mondo. Esemplificativo è il climatizzatore, con comandi essenziali e forse poveri dal punto di vista estetico, che però funziona molto bene ed è semplice da comandare.

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★☆ 

Il tre cilindri a gasolio ha saputo conquistarci
skoda_fabia_wagon_pss_2016_14

Abbiamo detto di una sua rumorosità in alcuni frangenti, ma più che al 1.400 con tre cilindri, le colpe andrebbero forse date all’assenza di materiali fonoassorbenti in quantità sufficiente. Detto questo, il nostro giudizio su questo propulsore è certamente positivo. Capace di 90 cavalli e 230 Nm costanti tra i 1.750 ed i 2.500 giri, spinge bene fin dai 1.500, mentre in alto non vi aspettate la vivacità dei pari frazionati benzina. La scelta dei progettisti è stata quella di privilegiare l’efficienza, non per questo rinunciando ad una erogazione brillante fino ad oltre 3.000 giri. In virtù di questo, pur essendo una motorizzazione di cilindrata contenuta, è certamente più godibile in abbinamento al cambio DSG a 7 rapporti, che lavora egregiamente, assecondando le esigenze del propulsore. Con il 5 marce si risparmiano 1.600 euro, ma si perde una buona fetta della comodità e del piacere di guida che regala invece il doppia frizione. In questa configurazione la Skoda Wagon è capace di arrivare a 184 Km/h e di accelerare da 0 a 100 in 11,3 secondi. Le migliori note del 3 cilindri arrivano però alla voce consumi, come vedremo più avanti. Oltre a questa unità, la Fabia Wagon può essere abbinata all’1.0 MPI da 75 cavalli, sempre a 3 cilindri, ma alimentato a benzina, con il medesimo carburante a listino troviamo anche l’1.2 TSI da 90 cavalli, mentre il già parco 1.400 a gasolio può essere scelto in configurazione da 75 cavalli, in grado di consumare ancora meno, ma esiste anche nella variante da 105 cavalli, in questo caso solo con cambio manuale a 5 rapporti, visto che il DSG è esclusiva dell’1.400 da 90 cavalli a gasolio.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★½ 

Prezzo interessante, consumi anche di più
skoda_fabia_wagon_pss_2016_12

Per la Fabia Wagon si parte dai 14.380 euro della 1.0 MPI 75cv Active, primo di addirittura sette allestimenti (tra edizioni speciali e non) con cui la troviamo a listino (Business, Ambition, Design Edition, Executive, Style e Scout Line). Per una vettura come quella da noi provata, che è anche la più costosa in gamma, si passano i 21 mila euro, con un listino di 21.880 a cui vanno aggiunti i molti optional presenti, tra cui il tetto panoramico, non apribile e con mancorrenti neri (710 euro, che diventano 785 se li volete argento), ma anche i freni a disco posteriori, che si pagano l’esigua cifra di 90 euro, ma che non sono presenti di serie nemmeno sul ricco allestimento Style. Quest’ultima voce è una di quelle che, più di tutte, ci fa capire il fatto che la Fabia Wagon sappia essere abbastanza economica, ma offre una dotazione piuttosto scarna, cosa che fa salire il conto nel caso si vogliano aggiungere molti accessori. Ottime notizie invece dalla voce consumi. Se il frazionamento tre cilindri, ormai di moda da anni sulle vetture a benzina, produce ottimi risultati con una guida attenta, meno quando ci si lascia prendere la mano, con il gasolio si conferma questa caratteristica, ma con un dato eclatante quando si guida in modo attento e comunque contenuto anche se si sfruttano tutti i suoi 90 cavalli. A memoria è forse la prima volta che abbiamo rilevato un valore medio oltre la soglia dei 30 Km/l, durante una tratta percorsa a velocità costante, compresa tra i 90 ed i 110 Km/h. A fine prova il dato medio complessivo si è poi assestato intorno ai 20, tutt’altro che malvagio, anche se ovviamente meno eclatante. Non siamo però troppo distanti dai 3.8 litri ogni 100 Km percorsi, dato dichiarato nel ciclo combinato.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Il tre cilindri convince per prestazioni e consumi, vettura ben realizzata e senza grosse pecche.Dotazione di serie un po’ povera, così il prezzo può salire facilmente.

Skoda Fabia Wagon 1.4 TDI 66kW DSG Style: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★☆ 
Comfort:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★½☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★½ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★★★★ 

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati