Audi: la gamma dei modelli RS raddoppierà nei prossimi 18 mesi

A confermarlo Stephan Winkelmann, CEO di Quattro GmbH

Audi - Nell'arco di un anno e mezzo la Casa dei Quattro Anelli raddoppierà la gamma dei modelli RS rispetto ai sette che occupano già il mercato internazionale. A vantare di tale sigla potrebbero essere la A1, A4 e Q5 mentre la R8 sarà equipaggiata con il propulsore 2.9 biturbo V6.
Audi: la gamma dei modelli RS raddoppierà nei prossimi 18 mesi

La Casa di Ingolstadt attualmente dispone di sette modelli RS che comprendono la R8 e la TT ma nell’immediato futuro ha in programma il lancio di ulteriori modelli determinando così l’ampliamento della gamma RS, mettendosi nelle condizioni di esprimere maggiormente il proprio potenziale con una vasta scelta per confrontarsi con la concorrenza sul mercato.

Per rivaleggiare con la concorrenza, Audi ha in progetto l’ampliamento della gamma sportiva nei prossimi 18 mesi grazie alle conferme arrivate direttamente dal CEO di Quattro GmbH, Stephan Winkelmann, dichiarando allo stesso tempo l’esclusività rispetto ai modelli all’interno del Gruppo Volkswagen.

Nel mese di febbraio Winkelmann ha comunicato l’intenzione di intraprendere una direzione diversa rispetto a AMG, le cui vendite sono salite alle stelle con 80 mila unità negli ultimi due anni mentre quelle di Audi per quest’anno sono stimate intorno alle 20 mila. Tra i modelli previsti, attualmente la gamma RS include la A3, Q3, A6 e A7 oltre alle già menzionate R8 (che adotterà il propulsore 2.9 biturbo V6) e TT. I possibili candidati a vantare di tale sigla potrebbero essere la A1, A4 e Q5 per una gamma destinata a salire a un totale di 15 modelli.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati