Buick Avista Concept: la coupè torna in esposizione a Los Angeles [FOTO]

Il design anticipa i futuri stilemi della prossima generazione stradale

Buick Avista Concept - La coupè 2+2 torna in passerella a Los Angeles mostrando il design che dovrebbe essere riproposto sul futuro modello di serie che per il momento non è ancora chiaro quando sarà lanciato sul mercato.

Svelata al Salone di Detroit all’inizio dell’anno, la Buick Avista Concept torna nuovamente in esposizione al Salone di Los Angeles. Per il momento non è prevista nessuna produzione di serie del modello che alla kermesse californiana è tornato a mostrare il proprio design dotato di numerose lavorazioni che potrebbero anticipare i futuri stilemi del modello sarà lanciato sul mercato prossimamente. A donare carattere alla coupè 2+2 la griglia cromata con nervature situate sul cofano motore assieme ai gruppi ottici e ai maestosi passaruota. Nel retrotreno oltre a un ampio lunotto appaiono degli scarichi cromati avvolti nel paraurti.

La descrizione della casa automobilistica: “Dal momento che non sarà possibile notare la Avista Concept sulla strada come modello di produzione di serie, la sua dinamica e il suo movimento si fondono nella bellezza scultorea e nelle prestazioni brillanti che ispireranno la prossima generazione di veicoli Buick. Un’elegante coupè concept che mira a ottenere il massimo da ogni tratto e tornante aperto.”

Buick promette anche un miglioramento dell’esperienza di guida con il Magnetic Ride Control. Sotto il cofano è collocato un 3.0 biturbo V6 da 400 CV, simile all’unità equipaggiata sulla LaCrosse, da 400 CV con trazione posteriore e cambio automatico a otto rapporti. Il propulsore è dotato del sistema di disattivazione dei cilindro per migliorare l’efficienza del carburante.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati