Ferrari 488 Challenge: a Daytona la presentazione ufficiale [VIDEO]

E' la sesta vettura del monomarca iniziato nel 1993

Ferrari 488 Challenge - A Daytona sono calati i veli della nuova vettura che disputerà il monomarca iniziato nel 1993. Il prossimo anno quest'ultimo celebrerà 25 anni e la novità principale è l'ingresso di un'auto sovralimentata che vanta di 670 CV con un grande lavoro di sviluppo a livello telaistico e aerodinamico.
Ferrari 488 Challenge: a Daytona la presentazione ufficiale [VIDEO]

Durante il weekend delle Finali Mondiali Ferrari 2016 che si svolte sul tracciato di Daytona, è stata presentata ufficialmente la Ferrari 488 Challenge: vettura già nota a qualcuno per via delle sue comparse nei test con la carrozzeria camuffata. Dopo cinque anni di 458 Italia, quest’ultima lascia il testimone alla nuova vettura che che scenderà in pista nelle prestigiose serie internazionali del Ferrari Challenge dedicate ai clienti. Si tratta del sesto modello che sarà destinato al monomarca del Cavallino Rampante che il prossimo anno celebrerà i 25 anni.

Prima vettura del monomarca a vantare di un propulsore sovralimentato, la 488 Challenge è la più potente vettura nella storia del Challenge grazie ai 670 CV erogati dal 3.9 biturbo V8. Grazie all’intenso sviluppo motoristico, aerodinamico e telaistico, la 488 Challenge raggiunge nuovi ed elevati livelli di performance, abbassando di un secondo il tempo sul giro sulla pista di Fiorano della precedente 458 Challenge EVO, fermando il cronometro sul nuovo record di 1:15.5.

Le modifiche più evidenti nella 488 Challenge rispetto alla vettura di serie riguardano l’aerodinamica. Gli ingegneri hanno lavorato a stretto contatto con il Centro Stile Ferrari. E’ stato così rielaborato il layout del radiatore anteriore, invertendo l’inclinazione, ora rivolta verso la sezione posteriore. Questa soluzione migliora il flusso d’aria nei radiatori nelle condizioni tipiche dell’attività in pista mentre, allo stesso tempo, riduce la resistenza. Il paraurti è stato completamente riprogettato, con uno splitter più pronunciato e flick per aumentare la deportanza anteriore e bilanciare così il carico posteriore, con un miglioramento del 7% in termini di efficienza rispetto alla 458 Challenge EVO.

Nuovo il cofano anteriore con tre sfoghi d’aria e flap integrati per indirizzare correttamente il flusso d’aria calda proveniente dai radiatori. Per aumentare la stabilità alle alte velocità, la 488 Challenge presenta un’ala posteriore più grande, con un profilo simile a quella usata sulla 488 GTE che ha trionfato nel FIA WEC poche settimane fa, elemento che da solo aumenta l’efficienza del 9% rispetto alla 458 Challenge EVO. Le prese sui fianchi posteriori convogliano il flusso d’aria con lo scopo di raffreddare i freni posteriori, ottimizzando al tempo stesso il carico aerodinamico, mentre le prese d’aria motore sono posizionate lateralmente sotto lo spoiler, sfruttando l’elevata pressione generata in questa zona.

Il powertrain della 488 Challenge presenta una mappatura specifica rispetto al V8 di serie della 488 GTB: ottimizzata per performance racing, e rapporti del cambio più corti che consentono un’accelerazione in uscita dalle curve dell’11,6% maggiore rispetto alla 458 Challenge EVO, spinta dal motore aspirato. La trasmissione F1 DCT dispone inoltre di una nuova strategia del cambio che permette alla vettura di accelerare da fermo fino al regime massimo in quarta marcia in soli sei secondi. Tra i miglioramenti realizzati si conta una riduzione del peso complessivo del powertrain: il motore vanta infatti un peso inferiore di 19,7 kg, mentre 8,5 kg sono stati risparmiati alleggerendo l’impianto di scarico.

Foto e video: Ferrari

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati