WP_Post Object ( [ID] => 342350 [post_author] => 52 [post_date] => 2016-12-05 14:59:25 [post_date_gmt] => 2016-12-05 13:59:25 [post_content] => La Pirelli ha vinto a Monza sia il Rally di Monza che il Mastershow finale, entrambi grazie al più celebre dei partecipanti con i colori del Team VR46. Sul terzo gradino del podio anche un altro portacolori Pirelli, il pilota di endurance Marco Bonanomi. Tre diverse vetture ai primi tre posti: successo alla Ford Fiesta RS WRC del Team VR46, terzo per la Citroen DS3 WRC di Bonanomi, mentre Dani Sordo ha concluso al posto d'onore con la Hyundai i20 WRC ufficiale.

Il vincitore del rally, che si è imposto per due volte nella prova più lunga in programma (45 km) in una intervista durante la gara ha dichiarato: "Credo che Dani sia velocissimo nelle prove corte ma che soffra un pò con le gomme in quelle lunghe. Con le Pirelli siamo riusciti ad essere più consistenti ed ora dobbiamo gestire questo vantaggio."

Ed è esattamente quello che l'italiano ha fatto nel corso delle 10 prove speciali (per un totale di 178,250 km cronometrati). Nella sua vittoria finale con 18.4 secondi di vantaggio, determinanti i tempi sui 45 km della Maxi Grand Prix. In particolare il secondo passaggio della domenica mattina, con il fondo umido lasciato dalla pioggia notturna. Con alcuni tratti molto più bagnati degli altri, la scelta dei pneumatici è risultata molto delicata, come al Rally di Monte Carlo.

Il vincitore del rally ha scelto proprio le Pirelli P Zero RK7B da mondiale: una gomma molto versatile rispetto alla più specifica P Zero RKW7A da pioggia, preferita da molti altri concorrenti. Proprio questa scelta ha permesso al portacolori del Team VR46 di vincere la prova e, per la quinta volta, il Rally di Monza con al suo fianco Carlo Cassina. In precedenza, nell'arco dei tre giorni di gara, i piloti Pirelli avevano impiegato anche le più dure P Zero RK5A.

Pirelli ha dominato anche nelle altri classi, monopolizzando il podio delle R5 con tre diverse vetture: vittoria per la Peugeot ufficiale di Paolo Andreucci (finito anche nella Top 10 davanti a molte World Rally Car), seguito dalla Skoda di Luca Rossetti e dalla Hyundai di Fabio Andolfi. Appena alle loro spalle il sedicenne finlandese Kalle Rovanpera, impressionante al suo debutto su asfalto.

Fra le storiche vittoria della Lancia Rally 037 di Marco Bianchini e secondo posto con la Porsche 911 RSR di Lucio Da Zanche entrambi con le Pirelli P7 Corsa Classic, pneumatici che sono combinazione fra aspetto classico e tecnologia moderna. Il Masters' Show ha visto di nuovo il successo assoluto della star VR46 e di Andreucci in R5. Pirelli ha anche colto l'occasione del Rally di Monza per lanciare la sua nuova app, Pirelli Competizioni: la prima al mondo concepita per aiutare gli equipaggi dei rally nella gestione dei loro pneumatici.

Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli ha commentato: "Abbiamo vinto sia a livello assoluto che nelle altre classi principali e con una varietà di vetture. Ciò dimostra la versatilità dei nostri prodotti, soprattutto nelle condizioni più complesse. Siamo felici di vedere sul podio di uno degli eventi rallystici più seguiti dell'anno due campioni con le nostre gomme, che si sono imposti su una concorrenza importante ed indubbiamente con il contributo dei pneumatici. A completare il grande successo del nostro weekend c'è stato il lancio della nostra nuova app destinata ai piloti: un modo perfetto per concludere la stagione."

[post_title] => Pirelli al Monza Rally Show 2016: trionfo nel Rally e nel Masters' Show con il Team VR46 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => pirelli-al-monza-rally-show-2016-trionfo-nel-rally-e-nel-masters-show-con-il-team-vr46 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2016-12-05 14:59:25 [post_modified_gmt] => 2016-12-05 13:59:25 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=342350 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Pirelli al Monza Rally Show 2016: trionfo nel Rally e nel Masters’ Show con il Team VR46

Successo Peugeot in categoria R5 con Andreucci-Andreussi

Pirelli al Monza Rally Show 2016 - La 37^ edizione ha visto il successo del Team VR46 con Valentino Rossi e il co-pilota Carlo Cassina, sia nel Rally che nel Masters' Show. In categoria R5, vittoria per la Peugeot 208 T16 con la coppia Andreucci-Andreussi. Per l'occasione è stata lanciata una nuova app: Pirelli Competizioni, che va ad aiutare gli equipaggi nella gestione degli pneumatici.
Pirelli al Monza Rally Show 2016: trionfo nel Rally e nel Masters’ Show con il Team VR46

La Pirelli ha vinto a Monza sia il Rally di Monza che il Mastershow finale, entrambi grazie al più celebre dei partecipanti con i colori del Team VR46. Sul terzo gradino del podio anche un altro portacolori Pirelli, il pilota di endurance Marco Bonanomi. Tre diverse vetture ai primi tre posti: successo alla Ford Fiesta RS WRC del Team VR46, terzo per la Citroen DS3 WRC di Bonanomi, mentre Dani Sordo ha concluso al posto d’onore con la Hyundai i20 WRC ufficiale.

Il vincitore del rally, che si è imposto per due volte nella prova più lunga in programma (45 km) in una intervista durante la gara ha dichiarato: “Credo che Dani sia velocissimo nelle prove corte ma che soffra un pò con le gomme in quelle lunghe. Con le Pirelli siamo riusciti ad essere più consistenti ed ora dobbiamo gestire questo vantaggio.”

Ed è esattamente quello che l’italiano ha fatto nel corso delle 10 prove speciali (per un totale di 178,250 km cronometrati). Nella sua vittoria finale con 18.4 secondi di vantaggio, determinanti i tempi sui 45 km della Maxi Grand Prix. In particolare il secondo passaggio della domenica mattina, con il fondo umido lasciato dalla pioggia notturna. Con alcuni tratti molto più bagnati degli altri, la scelta dei pneumatici è risultata molto delicata, come al Rally di Monte Carlo.

Il vincitore del rally ha scelto proprio le Pirelli P Zero RK7B da mondiale: una gomma molto versatile rispetto alla più specifica P Zero RKW7A da pioggia, preferita da molti altri concorrenti. Proprio questa scelta ha permesso al portacolori del Team VR46 di vincere la prova e, per la quinta volta, il Rally di Monza con al suo fianco Carlo Cassina. In precedenza, nell’arco dei tre giorni di gara, i piloti Pirelli avevano impiegato anche le più dure P Zero RK5A.

Pirelli ha dominato anche nelle altri classi, monopolizzando il podio delle R5 con tre diverse vetture: vittoria per la Peugeot ufficiale di Paolo Andreucci (finito anche nella Top 10 davanti a molte World Rally Car), seguito dalla Skoda di Luca Rossetti e dalla Hyundai di Fabio Andolfi. Appena alle loro spalle il sedicenne finlandese Kalle Rovanpera, impressionante al suo debutto su asfalto.

Fra le storiche vittoria della Lancia Rally 037 di Marco Bianchini e secondo posto con la Porsche 911 RSR di Lucio Da Zanche entrambi con le Pirelli P7 Corsa Classic, pneumatici che sono combinazione fra aspetto classico e tecnologia moderna. Il Masters’ Show ha visto di nuovo il successo assoluto della star VR46 e di Andreucci in R5. Pirelli ha anche colto l’occasione del Rally di Monza per lanciare la sua nuova app, Pirelli Competizioni: la prima al mondo concepita per aiutare gli equipaggi dei rally nella gestione dei loro pneumatici.

Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli ha commentato: “Abbiamo vinto sia a livello assoluto che nelle altre classi principali e con una varietà di vetture. Ciò dimostra la versatilità dei nostri prodotti, soprattutto nelle condizioni più complesse. Siamo felici di vedere sul podio di uno degli eventi rallystici più seguiti dell’anno due campioni con le nostre gomme, che si sono imposti su una concorrenza importante ed indubbiamente con il contributo dei pneumatici. A completare il grande successo del nostro weekend c’è stato il lancio della nostra nuova app destinata ai piloti: un modo perfetto per concludere la stagione.”

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati