Aston Martin DB11 Volante: nuove testimonianze sulla futura variante decappottabile [FOTO SPIA]

Attesa per la primavera del 2018

Aston Martin DB11 Volante – Alcune foto, scattate tra le nevi nordiche, consentono di ammirare il lavoro di sviluppo dedicato alla futura versione scoperta della supercar britannica

Il design non sembra variare di molto dalla coupé, ma sulla zona alta figura un tetto morbido, che ne evidenza la diversa natura. Un esemplare di prova dell’attesa Aston Martin DB11 Volante è protagonista in una nuova serie di scatti.

La stessa casa britannica, tramite in messaggio su Facebook, ne aveva anticipato l’arrivo: “La fase di test è iniziata. Aspettando la primavera 2018. #DB11Volante.” Periodo in cui risulta programmato il debutto della roadster da affiancare alla recente DB11. L’auto sarebbe presentata al Salone di Ginevra di quello stesso anno, pianificato come da tradizione a marzo. Queste nuove foto spia, dopo le precedenti anticipazioni sul modello, consentono di osservare in azione un esemplare di valutazione, all’interno di uno scenario nordico ricco di ghiaccio e neve. Test che servono per effettuare delle rigorose verifiche su qualità dei materiali, di certe soluzioni e anche sull’efficienza tecnica della vettura in determinate condizioni.

La presenza di un sistema per l’apertura e la chiusura del tetto si tradurrebbe in un aggravio di peso, come capita spesso sui modelli decappottabili. In questo caso il dato base di 1.770 chili aumenterebbe, ma nonostante questo la spinta della corposa unità motrice presente sotto il cofano dovrebbe, comunque, controbilanciare questo aspetto e trasmettere una generosa potenza. Il propulsore della DB11 è un V12 bi-turbo di 5.2 litri capace di sviluppare 600 cavalli e 700 Nm di coppia, associato a una trasmissione automatica ZF otto marce. Fattori che in rapporto alle qualità aerodinamiche e tecniche dell’auto, consentono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi e una velocità di punta pari a 322 km/h, parlando della Coupé. Nel caso della Volante, questi potrebbero essere leggermente differenti, proprio per la diversa impostazione del modello.

Esteticamente non dovrebbero esserci grosse differenze, a parte la zona alta del tetto e anche della coda. La copertura morbida seguirebbe una linea simile alla coupé, osservando le foto proposte, ma per il momento le soluzioni adottate per custodire le novità, concentrate prettamente nella zona alta posteriore, consentono in ogni caso di avanzare per ora solo delle ipotesi sul futuro modello.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati