Ricerca Ford: “Le auto a guida autonoma ci renderanno più felici e più liberi”

I veicoli che guidano da soli ci daranno tanto tempo libero in più

Guida autonoma - Come utilizzare il tempo libero a bordo dell'auto che verrà garantito dalla tecnologia della guida autonoma? A questa domanda hanno risposto 5.000 cittadini europei intervistati nell'ambito di una ricerca commissionata da Ford sui cambiamenti della vita quotidiana previsti dalla diffusione dei veicoli che guidano da soli.
Ricerca Ford: “Le auto a guida autonoma ci renderanno più felici e più liberi”

Analizzare la percezione dei cambiamenti previsti dalla diffusione veicoli a guida autonoma sulla vita quotidiana delle persone, è questo l’obiettivo di una ricerca commissionata da Ford e condotta su un campione di 5.000 europei intervistati in cinque Paesi: Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna e Norvegia.

Dallo studio dell’Ovale Blu è emerso che il tempo libero aggiuntivo concesso dalle auto che si guidano da sole verrebbe utilizzato per rilassarsi e godersi il panorama (80%), parlare al telefono (72%), mangiare un boccone (64%), leggere un libro, guardare un film, navigare su internet e schiacciare un pisolino. Inoltre il 16% delle madri intervistate si fiderebbe di lasciar viaggiare i bambini da soli per andare a scuola.

Thomas Lukaszewicz, Manager Automated Driving di Ford Europa, ha commentato: “Le persone stanno davvero iniziando a pensare a come cambierà la loro vita quotidiana una volta introdotti i veicoli a guida autonoma. Spesso sottraiamo tempo a noi stessi e ai nostri cari a fronte di altre esigenze. Le auto a guida autonoma rivoluzioneranno il nostro modo di vivere, oltre al nostro modo di viaggiare“.

Dalla ricerca emerge inoltre che i veicoli autonomi sono preferiti alle vetture tradizionali quando si tratta di uscire nel proprio tempo libero ma anche per i trasferimenti pendolari, e che quasi la metà degli intervistati, ritiene che una self-driving car sarebbe più sicura.

Come già annunciato tempo fa, nel 2017 Ford inizierà i test delle tecnologie per la guida autonoma sulle strade europee, intensificando di pari passo quelli già avviati negli Stati Uniti, come ribadito da Lukaszewicz: “Abbiamo già annunciato un piano di sviluppo che prevede l’introduzione di veicoli autonomi per il servizio di ride-sharing negli Stati Uniti nel 2021 ed è importante estendere i nostri test anche all’Europa“.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati