Apple denunciata dopo un incidente mortale provocato dall’uso al volante di FaceTime

Apple denunciata dopo un incidente mortale provocato dall’uso al volante di FaceTime

Fatale l'utilizzo di FaceTime durante la guida

Apple denunciata dopo un incidente mortale provocato dall’uso al volante di FaceTime

Purtroppo uno dei maggiori pericoli alla guida è la distrazione causata dall’utilizzo del proprio smartphone che, oggi come oggi, è sempre più la causa principale di violenti incidenti stradali. Qualche anno fa i problemi erano dovuti essenzialmente all’utilizzo del cellulare durante la guida per via di telefonate e messaggi. Oggi invece l’avvento dei moderni smartphone e la miriade di applicazioni disponibili moltiplicano a dismisura il rischio di incidenti stradali dovuti proprio all’utilizzo smodato di queste ultime.

Dimostrazione ne è l’incidente occorso in Texas lo scorso 24 dicembre 2014 alla famiglia Modisette. James e Bethany Modisette stavano viaggiando sulla loro automobile in compagnia della loro figlia quando ad un tratto sono stati centrati in pieno da un ventenne alla guida della sua autovettura. Purtroppo l’impatto è stato così violento da uccidere la figlia dei Modisette che nel 2014 aveva solo 5 anni. Lo scontro, avvenuto alla velocità di ben 105 km/h, è stato causato per l’appunto da una distrazione del conducente che subito dopo l’incidente aveva dichiarato alla polizia di essersi distratto durante la guida per via dell’utilizzo dell’applicazione FaceTime di Apple.

Ora, la famiglia della piccola deceduta nell’incidente di circa due anni fa, ha voluto avviare un procedimento legale contro Apple in quanto sostiene che l’azienda statunitense ideatrice di FaceTime è in parte responsabile dell’accaduto. Infatti i genitori della bambina scomparsa hanno accusato Apple di non aver previsto una modalità sicura della sua applicazione che possa impedire per l’appunto l’utilizzo di FaceTime alla guida di un’auto. In pratica James e Bethany Modisette sostengono che Apple non creando un blocco per limitare l’utilizzo di FaceTime durante la guida abbia agito “trascurando ostinatamente e consapevolmente i diritti e l’incolumità degli altri al fine di trarre profitto”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Me stesso

    4 Gennaio 2017 at 19:05

    Hahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha

  2. Claudio

    4 Gennaio 2017 at 20:39

    Probabilmente il ventenne non aveva un cent, e allora

  3. RR

    5 Gennaio 2017 at 11:34

    Ahahahahahah per la serie come fare soldi ahahahah quindi … colpa di apple se uno … deficente che usa il cell alla guida

Articoli correlati