WP_Post Object ( [ID] => 352579 [post_author] => 40 [post_date] => 2017-01-12 13:07:42 [post_date_gmt] => 2017-01-12 12:07:42 [post_content] => La settima generazione della BMW Serie 5 è tra le protagoniste della nuova edizione del Salone di Detroit 2017, in programma sino al 22 gennaio. Proposta da febbraio, secondo le indicazioni affiorate, la gamma della nuova Serie 5 annovera diverse motorizzazioni sia a benzina, sia Diesel, arricchite da tecnologia TwinPower Turbo. Del primo raggruppamento fanno parte il modello 530i, equipaggiato con un quattro cilindri turbo di 2.0 litri da 252 cavalli e 350 Nm di copia che le consente di completare uno scatto sino a 100 kmh in 6,2 secondi. Sempre tenendo presenti le indicazioni del costruttore, la casa segnala un consumo sul ciclo combinato di 5,4 l/100 km e 126 g/km di CO2. Questo è affiancato dalla 540i, spinta invece da un più voluminoso sei cilindri turbo di 3.0 litri da 340 cavalli e 450 Nm di coppia, che permette uno scatto in 4,8 secondi e consumi medi da 6,5 l/100 km ed emissioni 150 g/km di CO2. Il panorama Diesel include, invece, una 520d spinta da un 2.0 litri da 190 cavalli e 400 Nm di coppia e disponibile anche con cambio manuale sei rapporti (consumi indicati: 4,1 l/100 km e 108 g/km di CO2), quindi più in alto una 530d, che presenta un altro 2.0 litri ma da 265 cavalli e 620 Nm (dichiarati: 4,5 l/100 km e 118 g/km di CO2). Pr ogni variante è proposta su richiesta la sofisticata trazione integrale xDrive. Tra le versioni proposte, inoltre, figurano anche le più peculiari 520d EfficientDynamics Edition, la 530e iPerformance e la M550i xDrive. Il primo esemplare è animato ancora da un motore Diesel di 2.0 litri da 190 cavalli con cambio automatico a 8 marce, ma anche soluzioni tecnologiche dedicate per amplificarne l'efficienza. Si parla di consumi medi da 3,9 l/100 km ed emissioni da 102 g/km. Passando alla 530e iPerformance, sfociamo nel settore delle ibride plug-in, dato che il modello è caratterizzato da un sistema powertrain costituito da un tradizionale propulsore a benzina di 2.0 litri turbo da 252 cavalli legato a un'unità elettrica, capaci insieme di contenere i consumi sino a 2 l/100 km ed emissioni 46 g/km di CO2, da quanto segnalato. Al vertice, infine, la ruggente M550i xDrive. Sotto il cofano contiene un V8 bi-turbo di 4.4 litri da 462 cavalli e 650 Nm di coppia, in grado di spingerla in 4 secondi sino a 100 km/h, che al momento, in attesa delle futura BMW M5, rappresenta il picco prestazionale della gamma. Il rinnovamento generazionale è rimarcato anche dalla possibilità di personalizzare il modello tremite tre livelli di allestimento, ovvero Sport Line, Luxury Line e M Sport. Comprendono oltre a Individual e Frozen, ben 13 tinte disponibili (due pastello e undici metallizzate), assieme a cerchi da 17 a 20 pollici proposti in 20 tipologie di design. In evidenza sono anche le caratteristiche strutturali e stilistiche della nuova generazione di BMW Serie 5. Grazie all'impiego di un nuovo pianale in alluminio, la massa rispetto alla precedente versione risulta più contenuta anche di 100 kg, con un peso a secco segnalato di 1.540 kg. Le dimensioni sono comunque più generose, in pratica 4,93 metri di lunghezza (+36 mm) e 2,97 metri di passo. Il bagagliaio della berlina vanta di base 530 litri, che grazie a un rapporto di 40:20:40 delle sedute posteriori, può risultare anche più voluminoso. Il ridimensionamento dei consumi indicati, una media del 10%, è legato anche a un lavoro dei tecnici sul coefficiente aerodinamico, ora di 0,22. Affinamento associato anche al nuovo stile più profilato, con sfoghi attivi presenti nel doppio rene e abbracciati dal paraurti, Air Curtain e Air Breather, assieme alle modalità di guida Eco pro e alla tecnologia Preview Assistant. Sistemi che arricchiscono anche l'abitacolo, caratterizzato da materiali di qualità, un nuovo iDrive gestibile da uno schermo di 10,25 pollici e anche la disponibilità di un nuovo e ampliato Head-Up Display a colori, che si sommano a un pacchetto ConnectedDrive ancora più ricco. In evidenza ci sono poi differenti dispositivi di assista alla guida e sicurezza, un nuovo climatizzatore quadrizona con ionizzatore, un raffinato sistema di Remote Parking, assieme alle altre soluzioni Apple CarPlay e Android Auto, l’hotspot Wi-Fi per dieci device e un modulo di ricarica induttiva, tutti all'interno della panoramiche delle possibilità di gamma. [post_title] => BMW Serie 5 MY 2017: la nuova generazione a Detroit [FOTO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bmw-serie-5-my-2017-la-nuova-generazione-a-detroit-foto-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-01-12 13:07:42 [post_modified_gmt] => 2017-01-12 12:07:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=352579 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

BMW Serie 5 MY 2017: la nuova generazione a Detroit [FOTO LIVE]

Design affinato, tanta tecnologia

BMW Serie 5 MY 2017 – La nuova ampia berlina bavarese è introdotta alla rassegna statunitense. Oltre a uno stile rinnovato, spazio a una variegata gamma di motorizzazioni e versioni

La settima generazione della BMW Serie 5 è tra le protagoniste della nuova edizione del Salone di Detroit 2017, in programma sino al 22 gennaio.

Proposta da febbraio, secondo le indicazioni affiorate, la gamma della nuova Serie 5 annovera diverse motorizzazioni sia a benzina, sia Diesel, arricchite da tecnologia TwinPower Turbo. Del primo raggruppamento fanno parte il modello 530i, equipaggiato con un quattro cilindri turbo di 2.0 litri da 252 cavalli e 350 Nm di copia che le consente di completare uno scatto sino a 100 kmh in 6,2 secondi. Sempre tenendo presenti le indicazioni del costruttore, la casa segnala un consumo sul ciclo combinato di 5,4 l/100 km e 126 g/km di CO2. Questo è affiancato dalla 540i, spinta invece da un più voluminoso sei cilindri turbo di 3.0 litri da 340 cavalli e 450 Nm di coppia, che permette uno scatto in 4,8 secondi e consumi medi da 6,5 l/100 km ed emissioni 150 g/km di CO2.
Il panorama Diesel include, invece, una 520d spinta da un 2.0 litri da 190 cavalli e 400 Nm di coppia e disponibile anche con cambio manuale sei rapporti (consumi indicati: 4,1 l/100 km e 108 g/km di CO2), quindi più in alto una 530d, che presenta un altro 2.0 litri ma da 265 cavalli e 620 Nm (dichiarati: 4,5 l/100 km e 118 g/km di CO2). Pr ogni variante è proposta su richiesta la sofisticata trazione integrale xDrive.
Tra le versioni proposte, inoltre, figurano anche le più peculiari 520d EfficientDynamics Edition, la 530e iPerformance e la M550i xDrive. Il primo esemplare è animato ancora da un motore Diesel di 2.0 litri da 190 cavalli con cambio automatico a 8 marce, ma anche soluzioni tecnologiche dedicate per amplificarne l’efficienza. Si parla di consumi medi da 3,9 l/100 km ed emissioni da 102 g/km. Passando alla 530e iPerformance, sfociamo nel settore delle ibride plug-in, dato che il modello è caratterizzato da un sistema powertrain costituito da un tradizionale propulsore a benzina di 2.0 litri turbo da 252 cavalli legato a un’unità elettrica, capaci insieme di contenere i consumi sino a 2 l/100 km ed emissioni 46 g/km di CO2, da quanto segnalato.
Al vertice, infine, la ruggente M550i xDrive. Sotto il cofano contiene un V8 bi-turbo di 4.4 litri da 462 cavalli e 650 Nm di coppia, in grado di spingerla in 4 secondi sino a 100 km/h, che al momento, in attesa delle futura BMW M5, rappresenta il picco prestazionale della gamma.
Il rinnovamento generazionale è rimarcato anche dalla possibilità di personalizzare il modello tremite tre livelli di allestimento, ovvero Sport Line, Luxury Line e M Sport. Comprendono oltre a Individual e Frozen, ben 13 tinte disponibili (due pastello e undici metallizzate), assieme a cerchi da 17 a 20 pollici proposti in 20 tipologie di design.

In evidenza sono anche le caratteristiche strutturali e stilistiche della nuova generazione di BMW Serie 5. Grazie all’impiego di un nuovo pianale in alluminio, la massa rispetto alla precedente versione risulta più contenuta anche di 100 kg, con un peso a secco segnalato di 1.540 kg. Le dimensioni sono comunque più generose, in pratica 4,93 metri di lunghezza (+36 mm) e 2,97 metri di passo. Il bagagliaio della berlina vanta di base 530 litri, che grazie a un rapporto di 40:20:40 delle sedute posteriori, può risultare anche più voluminoso.
Il ridimensionamento dei consumi indicati, una media del 10%, è legato anche a un lavoro dei tecnici sul coefficiente aerodinamico, ora di 0,22. Affinamento associato anche al nuovo stile più profilato, con sfoghi attivi presenti nel doppio rene e abbracciati dal paraurti, Air Curtain e Air Breather, assieme alle modalità di guida Eco pro e alla tecnologia Preview Assistant.
Sistemi che arricchiscono anche l’abitacolo, caratterizzato da materiali di qualità, un nuovo iDrive gestibile da uno schermo di 10,25 pollici e anche la disponibilità di un nuovo e ampliato Head-Up Display a colori, che si sommano a un pacchetto ConnectedDrive ancora più ricco. In evidenza ci sono poi differenti dispositivi di assista alla guida e sicurezza, un nuovo climatizzatore quadrizona con ionizzatore, un raffinato sistema di Remote Parking, assieme alle altre soluzioni Apple CarPlay e Android Auto, l’hotspot Wi-Fi per dieci device e un modulo di ricarica induttiva, tutti all’interno della panoramiche delle possibilità di gamma.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Michael 1963

    11 Febbraio 2017 at 08:25

    Oggi 11 Febbraio 2017, presentazione ufficiale della nuova Bmw Serie 5. Questa settima edizione della berlina tedesca è una bella automobile, con una linea che, al solito, riprende lo stile del modello precedente e lo migliora. Come fanno i rivali di Audi e Mercedes del resto. La stessa annotazione che ho fatto per la sesta edizione faccio anche per quest’ultima: un pò più di coraggio nel rinnovare le linee a mio avviso avrebbe sicuramente giovato allo stile di questa auto, che comunque vanta una bellezza di riferimento. Maggiori novità e rinnovamento lo vedo sotto l’aspetto motoristico, con l’introduzioni di nuovi motori e miglioramenti un po ovunque. Le finiture, come sui modelli precedenti, ottime!

Articoli correlati