WP_Post Object ( [ID] => 353662 [post_author] => 51 [post_date] => 2017-01-14 12:52:45 [post_date_gmt] => 2017-01-14 11:52:45 [post_content] => Novità in casa Tesla per ciò che concerne le stazioni di ricarica Supercharger: le ricariche effettuate tramite la rete offerta dal costruttore californiano non sarà più gratuita come lo è stato fino ad ora, ma diventerà a pagamento per tutti i nuovi clienti. Tuttavia è necessaria una precisazione: la nuova tariffa a pagamento verrà applicata a tutte le Tesla Model S e Model X ordinate dopo il 15 Gennaio 2017 o consegnate dopo il 15 Aprile 2017. Il pagamento invece non riguarderà la ricarica attraverso i Supercharger delle Tesla Model S o Model X già consegnate: i clienti di queste vetture continueranno a godere del beneficio della ricarica gratuita così come definito alla sottoscrizione del contratto di acquisto. In ogni caso anche i nuovi clienti godranno di un piccolo bonus in quanto la casa di Palo Alto ha destinato un bonus gratuito di ricarica di 400 kWh per ogni anno per tutti i clienti: secondo le stime, dovrebbero essere necessari a coprire una distanza di circa 1.600 km. Oltre questi 400 kWh, i nuovi clienti Tesla saranno chiamati a pagare la ricarica delle loro autovetture presso i Supercharger con una piccola tariffa variabile da Paese a Paese. Ad esempio in Italia per una ricarica ai Supercharger i clienti delle nuove Tesla Model S e Model X dovranno sborsare 25 centesimi di euro per ogni kWh: in pratica la ricarica Supercharger per un viaggio da Roma a Parigi (1.440 km) verrebbe a costare circa 60 euro. In ogni caso Tesla ci tiene a sottolineare che anche in virtù del pagamento delle ricariche Supercharger, i costi dei viaggi sostenuti saranno "sempre significativamente inferiori a quelli della benzina". Ricordiamo che allo stato attuale in Europa nel corso del 2017 si arriverà ad avere ben 795 stazioni Supercharger con 5.085 paline di rifornimento. Ricordiamo altresì che tutti i Supercharger sono impostati a 120 kW per dar modo ai clienti di avere ben 270 km di autonomia con soli 30 minuti di ricarica e di raggiungere l'80% della ricarica in 40 minuti ed il 100% in 75 minuti. [post_title] => Tesla: ricariche Supercharger a pagamento per i nuovi clienti [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => tesla-ricariche-supercharger-a-pagamento-per-i-nuovi-clienti [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-01-14 20:03:56 [post_modified_gmt] => 2017-01-14 19:03:56 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=353662 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Tesla: ricariche Supercharger a pagamento per i nuovi clienti

25 centesimi di euro/kWh dal 15 Gennaio 2017

La casa di Elon Musk metterà a pagamento le ricariche Supercharger per tutti i nuovi clienti Tesla che ordineranno la loro nuova vettura dopo il 15 Gennaio 2017 o che la riceveranno oltre il 15 Aprile 2017. In ogni caso Tesla concederà a tutti il bonus annuale di 400 kWh. In Italia tariffe di 25 centesimi di euro per ogni kWh.
Tesla: ricariche Supercharger a pagamento per i nuovi clienti

Novità in casa Tesla per ciò che concerne le stazioni di ricarica Supercharger: le ricariche effettuate tramite la rete offerta dal costruttore californiano non sarà più gratuita come lo è stato fino ad ora, ma diventerà a pagamento per tutti i nuovi clienti. Tuttavia è necessaria una precisazione: la nuova tariffa a pagamento verrà applicata a tutte le Tesla Model S e Model X ordinate dopo il 15 Gennaio 2017 o consegnate dopo il 15 Aprile 2017.

Il pagamento invece non riguarderà la ricarica attraverso i Supercharger delle Tesla Model S o Model X già consegnate: i clienti di queste vetture continueranno a godere del beneficio della ricarica gratuita così come definito alla sottoscrizione del contratto di acquisto. In ogni caso anche i nuovi clienti godranno di un piccolo bonus in quanto la casa di Palo Alto ha destinato un bonus gratuito di ricarica di 400 kWh per ogni anno per tutti i clienti: secondo le stime, dovrebbero essere necessari a coprire una distanza di circa 1.600 km.

Oltre questi 400 kWh, i nuovi clienti Tesla saranno chiamati a pagare la ricarica delle loro autovetture presso i Supercharger con una piccola tariffa variabile da Paese a Paese. Ad esempio in Italia per una ricarica ai Supercharger i clienti delle nuove Tesla Model S e Model X dovranno sborsare 25 centesimi di euro per ogni kWh: in pratica la ricarica Supercharger per un viaggio da Roma a Parigi (1.440 km) verrebbe a costare circa 60 euro.

In ogni caso Tesla ci tiene a sottolineare che anche in virtù del pagamento delle ricariche Supercharger, i costi dei viaggi sostenuti saranno “sempre significativamente inferiori a quelli della benzina”. Ricordiamo che allo stato attuale in Europa nel corso del 2017 si arriverà ad avere ben 795 stazioni Supercharger con 5.085 paline di rifornimento. Ricordiamo altresì che tutti i Supercharger sono impostati a 120 kW per dar modo ai clienti di avere ben 270 km di autonomia con soli 30 minuti di ricarica e di raggiungere l’80% della ricarica in 40 minuti ed il 100% in 75 minuti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati