Nissan LEAF: mobilità 100% green dentro all’Aeroporto di Roma

A Fiumicino sbarca la mobilità integrata “e-go All Inclusive”

All’interno del Terminal 1 dello scalo romano la prima vettura elettrica di massa al mondo, oltre a un tappetto cinetico che produce energia socialmente utile

Quante volte vi siete ritrovati a correre la maratona in aeroporto, carichi di valigie e ansia di perdere l’aereo? A darvi una mano oggi ci pensa Nissan, che insieme a Enel e Aeroporti di Roma presenta la prima vettura elettrica di massa attiva all’interno dello scalo di Fiumicino, collegando le uscite di imbarco B e C del Terminal 1.

Zero emissioni acustiche e atmosferiche con Nissan LEAF, e un tragitto interamente dedicato e personalizzato con innovative installazioni focalizzate sulla mobilità sostenibile, che mostrano caratteristiche e valori della formula elettrica. La nuova offerta è stata presentata con una conferenza stampa organizzata proprio in aeroporto alla presenza dell’AD di Nissan Italia Bruno Mattucci, e Nicola Lanzetta, Responsabile Mercato Italia di Enel, che ne hanno illustrato gli obiettivi su larga scala e nel lungo periodo, accanto ai risultati ottenuti fino ad oggi.

Quello targato Nissan LEAF è soltanto l’ultimo di una serie di progetti di mobilità a impatto zero, che vedono un sempre più ampio coinvolgimento di pubblico e privato attraverso partnership istituzionali e territoriali, così come la diffusione capillare di servizi e infrastrutture green.

L’auto a impatto zero diventa un servizio fruibile da tutti attraverso l’esperienza unica di Nissan LEAF, 100% elettrica e 100% indoor. Muoversi senza emissioni per i passeggeri in transito dallo scalo romano è possibile grazie a un servizio completamente gratuito e aperto a tutti: allo stand dedicato si può inoltre prenotare un test drive della vettura presso la rete di vendita Nissan Italia. Grazie all’accordo con Enel, l’offerta di mobilità integrata “e-go All Inclusive” comprende Nissan LEAF con box station per la ricarica domestica e l’App e-go a 299 euro al mese per 36 mesi più anticipo. Alla scadenza del contratto si può restituire l’auto o finanziarne il valore residuo.

Nissan_LEAF11

Anche coloro che non utilizzeranno Nissan LEAF potranno comunque contribuire alla mobilità sostenibile generando energia pulita – camminando su uno speciale tappeto cinetico all’interno dell’aeroporto – trasformata in km di autonomia per una vettura assegnata in uso gratuito alla ONLUS Banco Farmaceutico di Roma.

In una realtà dove le regolamentazioni europee in materia di sostenibilità stanno diventando sempre più severe, con le città che da qui a 10 anni diventeranno ancora più affollate, è naturale che le grandi aziende si impegnino nella ricerca di soluzioni innovative in grado di tradursi in zero emissioni e zero fatalità. Nel 2016 Nissan ha realizzato la più vasta rete di ricarica rapida, con 13 colonnine Quick Charge Multistandard a Milano e 6 a Roma. Da segnalare inoltre il progetto Eva+, sempre in collaborazione con Enel, per la realizzazione del primo corridoio elettrico autostradale del Paese.

Ma le collaborazioni con altre grandi aziende non si fermano al colosso energetico, con accordi legati alla sostenibilità anche con DHL, GLS e Poste Italiane. Tra i progetti di mobilità elettrica sono da ricordare anche gli oltre 50 LEAF Taxi romani e l’hub presente alla stazione Garibaldi FS Nissan di Milano, dove è altresì possibile prenotare un test drive elettrico di 24 ore o 3 giorni, semplicemente attraverso i touch screen della stazione.

Lanciata sul mercato nel 2010, Nissan LEAF ha percorso finora oltre 3 miliardi di km elettrici, con più di 250.000 unità vendute: Nissan oggi domina sul mercato italiano nel segmento dei veicoli elettrici, anche per quanto riguarda quelli commerciali. Per l’azienda giapponese l’investimento nella mobilità sostenibile si sviluppa a 360° grazie a Nissan Intelligent Mobility, per creare e garantire un futuro più efficiente e allo stesso tempo più sicuro. Quest’anno Nissan lancerà il sistema di guida autonoma ProPilot n°1 di serie su Qashqai, mentre soluzioni di interconnessione tra veicoli, utenti e servizi, si sviluppano attraverso il progetto V2G, realizzato sempre in collaborazione con Enel, per l’utilizzo di auto elettriche come fonte di energia integrata nella rete domestica.

Nissan_LEAF16

A un mese dal via del progetto Nissan LEAF i numeri parlano chiaro e confermano un successo in divenire: 400 shuttle già erogati e oltre 450 richieste di test drive. A completare il quadro dei record anche uno ufficiale, riconosciuto dal Guinness dei Primati per il maggior numero di persone trasportate da un’auto di serie all’interno di un aeroporto.

L’obiettivo è di mantenere attivo il progetto all’Aeroporto di Roma almeno fino a Pasqua, logistica dello scalo permettendo. La collaborazione con le istituzioni continuerà a risultare cruciale affinché il modello di mobilità possa prendere sempre più piede, promuovendo modelli di business validi che consentano di ottenere vantaggi economici grazie al passaggio ai veicoli elettrici.

Oltre a Fulvio Fassone, Direttore commerciale di Aeroporti di Roma, alla presentazione del progetto era presente anche l’attaccante Edin Dzeko, in rappresentanza dell’As Roma, tra i partner di Nissan Italia.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Nissan Leaf Tekna: Com’è & Come va

Nissan Leaf Tekna: la prova completa nel Com'è e Come va
 Leaf, l’elettrica di casa Nissan in produzione fin dal 2010 e completamente rinnovata nel 2017, è un’auto di medie