Il prossimo Grand Cherokee condividerà il pianale ‘Giorgio’ di FCA

Il prossimo Grand Cherokee condividerà il pianale ‘Giorgio’ di FCA

Garantirà una riduzione dei pesi, maggiore rigidità per una guida più dinamica e sportiva

Il prossimo Grand Cherokee condividerà il pianale ‘Giorgio’ di FCA

Il Jeep Grand Cherokee è sicuramente uno dei modelli più redditizi e conosciuti in tutto il mondo del gruppo FCA. Tuttavia, a distanza di circa 6 anni dall’inizio della sua produzione e due face lift nel corso della carriera, inizia a presentare i segni del tempo con un design e delle dotazioni ormai superate nel mercato auto globale. Fortunatamente sappiamo che entro il 2019 verrà introdotto il nuovo modello, e avvicinandoci sempre di più alla possibile data stiamo apprendendo maggiori informazioni riguardo al successore.

Rispondendo ai microfoni di Automotive News, l’Amministratore Delegato FCA Sergio Marchionne ha rivelato che il futuro modello verrà sviluppato sullo stesso pianale ‘Giorgio’ di cui dispongono l’Alfa Giulia e Stelvio. Ha inoltre aggiunto che il prossimo Grand Cherokee potrà vantare doti dinamiche decisamente superiori rispetto all’attuale, grazie ad un’importante riduzione dei pesi e alla maggior rigidità che questa piattaforma sa offrire. L’obiettivo è quello di coinvolgere maggiormente durante la guida, offrendo una maggior agilità per rendere più sportiva l’anima del grande SUV di casa Jeep.

“Il Grand Cherokee avrà bisogno di una nuova architettura” dichiara Sergio Marchionne, “e la più naturale applicazione futura del pianale Giorgio è proprio questo modello”.

Sembra quindi ormai ufficializzato il connubio Alfa – Grand Cherokee ma lo stesso AD precisa: “a meno che non succeda qualcosa nei prossimi 60 giorni che ci faccia cambiare idea”.

Riguardo ai propulsori non disponiamo di notizie concrete, ma possiamo ipotizzare che verrà riproposta una gamma di motori pressoché invariata rispetto a quella attualmente in commercio, con i 3.0 litri V6 CRD e il 6.4 litri V8 sovralimentato per la versione SRT.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    2 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • hammurabi ha detto:

      Questa macchina è un prodigio: se la rifanno spero la centrino: è troppo bella.

    • Me stesso ha detto:

      Va bene che in America gli piacciono i motori con cubature esagerate, ma perché al posto del 6.4 l v8 sovralimentato che nell’ultima versione aveva appena 468, e non gli mettono il 3.8 v8 della Maserati Quattroporte che ha 530 cv, magari pompato oltre i 600?????

    Articoli correlati