General Motors, impianto di Bowling Green: possibile chiusura per lavori di ristrutturazione

La struttura da i natali alle Chevrolet Corvette

General Motors - L'indiscrezione lanciata dal sito web Corvette Blogger parla di una possibile chiusura dell'impianto di Bowling Green per ammodernamenti che, una volta conclusi, faranno ripartire la produzione, tra cui quella della C8, prevista sul mercato nel 2019.
General Motors, impianto di Bowling Green: possibile chiusura per lavori di ristrutturazione

L’impianto General Motors di Bowling Green (Kentucky), recentemente soggetto a investimenti da parte dell’azienda, sarebbe in procinto di chiudere per effettuare degli intesi lavori di ristrutturazione, al fine di aggiornare completamente la struttura che attualmente ospita la produzione delle Corvette. La notizia, data per prima da Corvette Blogger, non è ancora stata ufficializzata dall’azienda statunitense. Secondo il sito web degli amanti del marchio sportivo Chevrolet, l’annuncio avverrà a breve.

Tra le informazioni fornite, è stato riferito che, una volta conclusa la produzione della Corvette C7 MY 2017, la fabbrica chiuderà le porte per diversi mesi, iniziando così il programma di ristrutturazione. Una volta riaperta, il medesimo modello (C7) tornerà a essere prodotto nell’aggiornata struttura come MY 2018, oltre alla ZR1 da 700 CV, attualmente in fase di sviluppo con i test su strada.

Dopo che la produzione dei model year 2018 sarà giunta al capolinea, l’azienda darà il via libera alla costruzione della nuova generazione, ovvero della C8, dotata del motore collocato in posizione centrale. Già spiata su strada, sarà una vera e propria rivoluzione, nonchè una soluzione ipotizzata più volte in passato, ma mai realizzata. L’arrivo sul mercato dell’ottava serie è previsto nel 2019.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati