Citroën C4 Cactus, arriva la nuova versione OneTone [FOTO]

Sul mercato francese il cambio EAT6 con il PureTech 110 CV

Citroën C4 Cactus - La gamma della Citroen C4 Cactus si arricchisce di due novità: il cambio automatico EAT6, al momento solo sul mercato interno, e la nuova serie speciale OneTone che offre tre combinazioni cromatiche per gli esterni.

Citroën introduce due novità nel listino della C4 Cactus. Nella gamma dell’urban crossover del Double Chevron arrivano il cambio automatico EAT6, al momento offerto solo sul mercato francese e disponibile in abbinamento al motore benzina PureTech da 110 CV con Start&Stop, ed il nuovo allestimento OneTone.

La trasmissione automatica EAT6, che il marchio transalpino propone già su altri modelli della gamma, fa affidamento sul nuovo convertitore Aisin. Sono due le impostazioni disponibili del cambio EAT6 sulla C4 Cactus: Sport e Snow. Scegliendo il setup Sport si beneficia di tempi di cambiata più rapidi a favore del dinamismo di guida, mentre l’opzione Snow è pensata per affrontare al meglio le superfici con scarsa aderenza fornendo un miglior supporto alla trazione.

L’altra importante novità è il lancio della serie speciale OneTone, un nuovo allestimento che rende la C4 Cactus più esclusiva. Sotto il profilo estetico la vettura può disporre di tre abbinamenti di colore per gli esterni combinando carrozzeria, Airbump e cerchi in lega Cross da 17 pollici: Metallic Obsidien Black, Pearlescent Perle White e Pearlescent Shark Grey.

Dotata di specchietti retrovisori in tinta, la C4 Cactus OneTone offre una ricca dotazione di serie che comprende i sedili anteriori riscaldabili e la telecamera per la retromarcia. L’abitacolo della vettura di Citroën propone rivestimenti in pelle e tessuto con inserti OneTone su sfondo nero.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati