Porsche 911 MY 2019: sorpreso un esemplare di prova della prossima generazione [FOTO SPIA]

La nuova gamma potrebbe includere anche un'inedita ibrida plug-in

Porsche 911 MY 2019 – Prime foto dedicate a un prototipo della futura 911 di Porsche, immortalato sulle nevi del Nord Europa

La Scandinavia oltre ad essere terra di panorami suggestivi, arricchiti da scultoree opere firmate dall’inverno, è anche territorio ideale per testare le vetture che verranno. Nell’occasione sono giunte in redazione le prime fotografie di un modello di valutazione della futura Porsche 911.

Un esemplare rivestito da una livrea totalmente scura, utile per mimetizzare alcuni dettagli avvolti da dosi di nastro scuro ma chiaramente visibile in mezzo alla marea di neve scandinava, è stato immortalato in azione.
Le prime indiscrezioni, a proposito della nuova generazione, suggeriscono la presenza di una nuova piattaforma modulare e una gamma di versioni ancora più ricca. Sotto il cofano dovrebbe essere presente nuovamente un 3.0 litri sei cilindri boxer bi-turbo, forse rivisto nella potenza e pronto a fornire una rinnovata personalità alle prossime Carrera e Carrera S, che si suppone possano essere i primi modelli ad essere introdotti. Le attuali generazioni vantano 370 e 420 cavalli. Ma il nuovo capitolo della best-seller di Stoccarda potrebbe includere anche la prima ibrida nella storia di questo modello. Un’ipotesi basata anche su quanto indicato recentemente dal Presidente del Consiglio di Amministrazione della casa tedesca, Oliver Blume, in merito a una versione ibrida plug-in di 911.

Una strategia che renderebbe ancora più ricca la proposta alternativa della casa tedesca, che già annovera esemplari ibridi plug-in di Cayenne e Panamera, oltre ad essere concentrata sullo sviluppo di un modello totalmente elettrico in ottica 2020, dopo l’introduzione della concept Mission E al Salone di Francoforte 2015. In ogni modo, la massima sportività di Porsche sarebbe rimarcata da nuovi esemplari GT, dotati di motori aspirati, e si vocifera che possa essere riproposto lo schema adottato per l’esclusiva 911, associando una potentissima unità aspirata a una specifica trasmissione manuale. Ma al momento restano ipotesi.

Tornando all’estetica, nonostante il prototipo risulti piuttosto simile all’attuale generazione nella parte anteriore, non fornendo troppi spunti di riflessione; non si può escludere un ulteriore affinamento che evolva il concetto della casa. Invece nella zona posteriore spiccano interessanti particolari, che segnalano un interessante progresso estetico. Partendo dai gruppi ottici LED, dall’attuale configurazione tridimensionale basata su uno schema più classico, il nuovo motivo luminoso conserva l’andamento orizzontale lungo tutto il posteriore, ma ulteriormente elaborato e affinato. Il fascio prodotto risulta lineare e futuristico, riprendendo quanto pensato per la concept Mission E, ma caricando di personalità questo lato della vettura per essere più in linea con un modello 911. Particolare anche la soluzione dello spoiler, ancora più filante e sinuoso, ben immerso nella carrozzeria, così come peculiare è la disposizione dei terminali di scarico più accentrata, probabilmente per la presenza di prese d’aria posteriori preziose per i turbo-compressori, nella zona bassa retrostante.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati