McLaren: l’intera gamma passerà all’elettrico entro il 2025

McLaren: l’intera gamma passerà all’elettrico entro il 2025

La conferma giunge dall'AD di McLaren, Mike Flewitt

McLaren Electric Vehicles - L'Amministratore Delegato di McLaren, Mike Flewitt rivela la sorprendente notizia riguardo ai futuri modelli del produttore di supercar inglese. L'annuncio segue direttamente quello espresso lo scorso anno, con cui affermò che solamente il 50% della gamma sarebbe passata alla propulsione elettrica nei successivi 10 anni.
McLaren: l’intera gamma passerà all’elettrico entro il 2025

Durante la conferenza relativa al nuovo stabilimento di produzione in Inghilterra, Mike Flewitt annuncia   ai microfoni di AutoExpress che entro i prossimi 10 anni l’intera gamma McLaren potrebbe passare alla propulsione elettrica, attraversando prima la strada dell’ibrido.

Credo che l’elettrico sia la strada che McLaren debba seguire, e come lei tutta l’industria dell’automobile” sancisce Flewitt. La casa di Woking sfrutterà tutta la tecnica e l’esperienza acquisita grazie alla P1 per sviluppare dei propulsori decisamente più performanti e capaci di erogare più potenza all’istante, così da poter supplire al motore a combustione.

La prossima supercar della Sport Series che verrà presentata a Ginevra, la 720s, non dovrebbe presentare una versione ibrida ma non si esclude che potrebbe subentrare in seguito. Certo è che la vettura che la sostituirà in futuro potrà presentare una configurazione totalmente elettrica, così come la prossima Hypercar che dovrebbe essere in fase di sviluppo: non si hanno ancora informazioni dettagliate ma quasi sicuramente abbandonerà definitivamente il propulsore a combustione.

Infatti Flewitt non ha escluso l’ipotesi che il poderoso V8 biturbo da 3.8 litri di McLaren (M838T) possa essere soggetto a downsizing, diminuendone la cilindrata o addirittura passando ad un V6. “In pochi anni si assisterà ad uno squilibrio tra i motori a combustione e quelli elettrici, con una netta prevalenza della seconda tipologia“.

Recentemente è stata siglata una collaborazione con BMW per lo sviluppo di motori a combustione dotati di maggiore efficienza, minori consumi e maggiori prestazioni, che ha visto la partecipazione anche dell’Università di Bath. Flewitt ha quindi tenuto a precisare che “non ci saranno motori BMW all’interno delle nostre supercar, ma saranno tutti propulsori sviluppati internamente

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati