Koenigsegg Regera vestita in Red Carbon [FOTO]

Nuova configurazione estetica della supercar ibrida

Koenigsegg Regera - Un'altra inedita combinazione cromatica, questa volta scelta dal responsabile dell'elettrificazione di Koenigsegg, personalizza la Regera con un'inedita livrea Red Carbon, mentre gli interni sono caratterizzati da rivestimenti in pelle nera con cuciture rosse in contrasto.

Koenigsegg, con la Regera, non è stata la prima Casa automobilistica a lanciare una supercar ibrida, prima di lei sono arrivate la Porsche 918 Spyder, la McLaren P1 e la Ferrari LaFerrari. Nonostante questo però l’hypercar del marchio svedese ha le carte in regola per reggere il confronto con le rivali più prestigiose e con un nome di maggior richiamo.

Proprio la Koenigsegg Regera è finita al centro di un gioco tra i dipendenti del brand svedese. Ognuno di loro è infatti chiamato a realizzare la propria configurazione estetica della supercar. Dopo aver visto la scelta estetica di Mattias Vox, responsabile prototipi, adesso tocca a Jonas, il direttore dell’elettrificazione di Koenigsegg, che ha personalizzato la Regera con una classica combinazione cromatica in rosso e nero.

La supercar svedese è stata dunque configurata con un look Red Carbon, visto che il rosso è quello della fibra di carbonio non verniciata (almeno teoricamente) che si combina al nero “carbon look”, che troviamo anche sui cerchi in lega della vettura, e alle immancabili strisce bianche che definiscono la larghezza della sezione centrale nera.

Anche questa versione della Regera è dotata del pacchetto aerodinamico opzionale visto sulla configurazione di Vox. Gli interni della supercar svedese in look Red Carbon sono stati invece personalizzati con rivestimenti in pelle nera impreziositi dalle cuciture rosse in contrasto, mentre la console centrale è in alluminio anodizzato nero.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Primo Piano

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati