WP_Post Object ( [ID] => 361996 [post_author] => 54 [post_date] => 2017-02-22 15:55:36 [post_date_gmt] => 2017-02-22 14:55:36 [post_content] => Per il 2017 il Codice della strada è stato rinnovato, infatti, da quest’anno ci saranno misure più ferree per chi non rispetta le disposizioni normative, deterrente finalizzato a ridurre il numero dei sinistri, invitando gli automobilisti ad una guida più sicura. Vi sarà, pertanto, un inasprimento della pena per chi utilizza il cellulare alla guida: ritiro della patente dai 15 giorni fino a 2 mesi con una multa dai 161 euro a 646 euro e meno 5 punti dalla patente, mentre nei casi di incidente il sequestro dello smartphone. Il Codice della strada all’art. 173 al secondo comma sancisce che "E’ vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all'articolo 138, comma 11, e di polizia, nonché per i conducenti dei veicoli adibiti ai servizi delle strade, delle autostrade ed al trasporto di persone in conto terzi. È consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare, purché il conducente abbia adeguate capacità uditive da entrambe le orecchie, che non richiedano per il loro funzionamento l'uso delle mani". La normativa prevede che il conducente deve poter avere le mani libere vedendosi consentito l’uso del cellulare solo in caso di utilizzo di apparecchiature a viva voce o mediante l’utilizzo degli appositi auricolari. Il fine è quello di prevenire comportamenti tali da determinare la distrazione dalla guida e, in particolare, l'impegno delle mani del guidatore in operazioni diverse da quelle strettamente inerenti alla guida stessa. L’art. 173 del Codice della strada al comma 3bis afferma che "Chiunque viola le disposizioni di cui al comma 2 è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 148,00 a euro 594,00. Si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso soggetto compia un'ulteriore violazione nel corso di un biennio". Il nostro ordinamento vieta l’utilizzo del cellulare mentre si è alla guida in quanto l’uso dello stesso rappresenta un pericolo. Se lo si fa, anche la pattuglia che non vi ha assistito può sanzionare la condotta, infatti, l’agente che abbia constatato l’utilizzo del cellulare, può segnalare il fatto via radio e l’altra pattuglia potrà contestarne la condotta, specie qualora l’accaduto avvenga su strade a scorrimento veloce, dove ciò può impedire la contestazione immediata e il fermo dell'auto nel punto in cui è avvenuta la violazione. [post_title] => Codice della Strada 2017: normativa e sanzioni applicabili per chi fa uso del cellulare alla guida [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => codice-della-strada-2017-normativa-e-sanzioni-applicabili-per-chi-fa-uso-del-cellulare-alla-guida [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-02-22 15:55:36 [post_modified_gmt] => 2017-02-22 14:55:36 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=361996 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Codice della Strada 2017: normativa e sanzioni applicabili per chi fa uso del cellulare alla guida

Norme più severe per chi utilizza il cellulare durante la guida

Entra in vigore il nuovo codice della strada con pene che prevedono il ritiro della patente fino a due mesi oltre alla sanzione pecuniaria e alla decurtazione dei punti sulla patente.
Codice della Strada 2017: normativa e sanzioni applicabili per chi fa uso del cellulare alla guida

Per il 2017 il Codice della strada è stato rinnovato, infatti, da quest’anno ci saranno misure più ferree per chi non rispetta le disposizioni normative, deterrente finalizzato a ridurre il numero dei sinistri, invitando gli automobilisti ad una guida più sicura.

Vi sarà, pertanto, un inasprimento della pena per chi utilizza il cellulare alla guida: ritiro della patente dai 15 giorni fino a 2 mesi con una multa dai 161 euro a 646 euro e meno 5 punti dalla patente, mentre nei casi di incidente il sequestro dello smartphone.

Il Codice della strada all’art. 173 al secondo comma sancisce che “E’ vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all’articolo 138, comma 11, e di polizia, nonché per i conducenti dei veicoli adibiti ai servizi delle strade, delle autostrade ed al trasporto di persone in conto terzi. È consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare, purché il conducente abbia adeguate capacità uditive da entrambe le orecchie, che non richiedano per il loro funzionamento l’uso delle mani”.

La normativa prevede che il conducente deve poter avere le mani libere vedendosi consentito l’uso del cellulare solo in caso di utilizzo di apparecchiature a viva voce o mediante l’utilizzo degli appositi auricolari. Il fine è quello di prevenire comportamenti tali da determinare la distrazione dalla guida e, in particolare, l’impegno delle mani del guidatore in operazioni diverse da quelle strettamente inerenti alla guida stessa.

L’art. 173 del Codice della strada al comma 3bis afferma che “Chiunque viola le disposizioni di cui al comma 2 è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 148,00 a euro 594,00. Si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio”.

Il nostro ordinamento vieta l’utilizzo del cellulare mentre si è alla guida in quanto l’uso dello stesso rappresenta un pericolo. Se lo si fa, anche la pattuglia che non vi ha assistito può sanzionare la condotta, infatti, l’agente che abbia constatato l’utilizzo del cellulare, può segnalare il fatto via radio e l’altra pattuglia potrà contestarne la condotta, specie qualora l’accaduto avvenga su strade a scorrimento veloce, dove ciò può impedire la contestazione immediata e il fermo dell’auto nel punto in cui è avvenuta la violazione.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Circolazione stradale

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Giuseppe

    9 Settembre 2017 at 21:47

    Sono un tassista, faccio uso del telefono con una App radiotaxi, spesso mi tocca usarlo senza auricolare; sono passibile di contravvenzioni?????

Articoli correlati