Infiniti Q60 Project Black S: la concept ibrida debutterà al Salone di Ginevra [FOTO]

Realizzata in partnership con Renault Sport F1

Infiniti Q60 Project Black S - Il brand premium Nissan rivela le prime immagini della concept ibrida che mostrerà al Salone di Ginevra. Realizzata in collaborazione con Renault Sport F1, è spinta da un 3.0 biturbo V6 accoppiato ad un motore elettrico. Infine, grande incremento aerodinamico.

Infiniti rilascia le prime immagini della Q60 Project Black S, concept ibrida realizzata in partnership con Renault Sport F1, che presenta un aspetto rivolto alle prestazioni e all’aerodinamica, iniziando dal frontale: prese d’aria maggiorate ai lati e altre due collocate in posizione centrale e sotto la griglia principale. Nel retrotreno appare un alettone e un diffusore pronunciato, spezzato nella parte centrale per accogliere i due vistosi terminali di scarico.

La peculiarità sarà l’utilizzo della tecnologia Renault impiegata in Formula 1: il 3.0 biturbo V6 da 405 CV è affiancato da un motore elettrico con il sistema di recupero dell’energia sia nella fase di frenata (MGU-K) sia dagli scarichi (MGU-H). La potenza complessiva dovrebbe ammontare attorno ai 500 CV. Tale vettura succederà alla concept lanciata lo scorso gennaio al Salone di Detroit, la QX50, evoluzione della QX Sport Inspiraration; tra i piani dell’Alleanza Renault-Nissan è previsto il lancio di una sportiva a propulsione elettrica entro il 2020.

“Siamo molto impegnati in Formula 1 – afferma Tommaso Volpe, Direttore Globale Motorsport di Infiniti – Vogliamo che la Black S sia vista come incarnazione stradale della nostra partnership tecnica con la Renault, con cui stiamo sviluppando il propulsore. Sarà una grande sfida perché la nostra vettura è già nata bene.”

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati