Volvo XC40: un’idea del prossimo SUV compatto della casa svedese [RENDERING]

Volvo XC40: un’idea del prossimo SUV compatto della casa svedese [RENDERING]

Potrebbe debuttare al Salone di Shanghai 2017

Volvo XC40 – La futura Volvo XC40 includerebbe soluzioni estetiche anticipate dal prototipo 40.1 Concept e sarebbe sviluppata su un nuovo pianale CMA
Volvo XC40: un’idea del prossimo SUV compatto della casa svedese [RENDERING]

Il debutto commerciale potrebbe avvenire tra alcuni mesi, e la sua prima apparizione potrebbe avvenire in occasione del prossimo Salone di Shanghai, in programma nella parte finale del mese di aprile. Il nuovo Volvo XC40, dopo essere stato già protagonista sulle nostre pagine attraverso alcune foto spia di un prototipo, ora ritorna con un’immagine elaborata del suo potenziale aspetto.

I nostri esperti di stile prefigurano linee secche, orizzontali, che rendono squadrata la visione, addolcita solo in qualche angolo. Un look molto simile a quello accennato tramite la Concept. Il frontale, reso articolato dai diversi elementi e dalle nervature che definiscono prese d’aria e cofano, è subito identificabile non solo la grande logo della casa, ma anche dal noto motivo luminoso dei gruppi ottici a “martello di Thor”. Scelta condivisa con tutte le ultime vetture sviluppate dal costruttore svedese. I fianchi appaiono piuttosto scavati alla base, recuperando quanto visto sul prototipo. Un dettaglio che contraddistingue anche l’ultimo XC60, introdotto al Salone di Ginevra di recente.
Inoltre, sempre ispirati alla citata 40.1 Concept, a distinguere ulteriormente le zone laterali sarebbe anche il taglio ascendente delle superfici vetrate posteriori; offrendo una visione ancora più spigolosa e peculiare allo stile complessivo.

La nuova XC40 risulterebbe realizzata sulla inedita base CMA, ovvero una architettura modulare compatta, specifica per le vetture di dimensioni più contenute pensate dal costruttore di Göteborg. La spinta poi, in base ai rumors affiorati, sarebbe fornita da unità composte da tre e quattro cilindri, alimentate a benzina e Diesel. Figurerebbe in gamma anche un’alternativa variante T5 ibrida plug-in. Il sistema motrice potrebbe essere composto da un propulsore di tre cilindri, legato a un’unità elettrica da 50 kW, alimentata da un pacco batterie ricaricabile di 9,7 kWh. La potenza sarebbe veicolata verso le ruote anteriori. Si ipotizza un’energia complessiva di 250 cavalli e un’autonomia a zero emissione da 50 km. A questo sarebbe associata una trasmissione automatica sette rapporti.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • rubino ha detto:

    Mi piace la linea ,gradevole alla vista e compatta.Spero che saranno costruite anche vetture diesel con potenza non superiore a 150 CV.

Articoli correlati