Porsche 911 GT3 RS MY 2018: uno sviluppo in via di definizione [FOTO SPIA]

Si parla di un motore più corposo e un opzionale cambio manuale

Porsche 911 GT3 RS MY 2018 – Potrebbe essere aggiunta al nome l'indicazione 4.2, per sottolineare la nuova vociferata unità motrice e differenziarla dall'attuale GT3 RS da 500 cavalli

Al momento si è di fronte a un esemplare di prova, immortalato sulle strade tedesche. Una vettura che pur presentando alcuni accenni distintivi, fornisce solo qualche spunto sulla prossima Porsche 911 GT3 RS.

La presentazione potrebbe avvenire in occasione del Salone di Francoforte 2017, in programma a settembre, per poi essere proposta in commercio all’inizio del prossimo anno. Ma al momento restano supposizioni, così per ciò che concerne la parte meccanica, o più precisamente il cuore che andrà ad alimentare questa rinnovata 911 GT3 RS.

Proprio le voci circolanti sul propulsore aspirato che dovrebbe comparire sotto il cofano, lasciano ipotizzare anche un leggero cambio di denominazione. Un arricchimento dell’attuale nome con l’aggiunta della sigla 4.2. Ciò sarebbe collegato all’unità motrice che prenderebbe il posto del più compatto 4.0 litri, presente sull’attuale 911 GT3 RS. Quindi una cubatura supplementare, pur trattandosi sempre di un sei cilindri boxer, che potrebbe garantire anche una maggior spinta. Rispetto ai 500 cavalli del modello già venduto, la potenza valicherebbe anche quota 520, secondo i rumors circolati sino ad ora.
A questo propulsore, inoltre, considerando l’esperienza con l’altrettanto esclusiva 911 R, la prossima 911 GT3 RS 4.2, se dovesse chiamarsi così, in alternativa a una trasmissione PDK doppia frizione sette rapporti, proposta unicamente per l’odierna 911 GT3 RS, potrebbe essere equipaggiata anche con un altrettanto coinvolgente trasmissione manuale sei rapporti, figurante come optional. Scelta che consentirebbe anche a un ulteriore sgravo di peso sul mezzo, e conseguente beneficio per le performance. Ma, al momento, è doveroso usare sempre il condizionale.

Tornando all’estetica, si notano subito degli sfoghi supplementari sul cofano celati da coperture. Spiccano evidenti, poi, diversi stilemi che collegano il modello alla versione 911 GT3 RS già conosciuta. Si può ipotizzare, quindi un affinamento dei gruppi ottici anteriori e posteriori e anche delle componenti aerodinamiche, come ad esempio una zona posteriore imparentata stilisticamente con la 911 R, ma arricchita da un’ala, oltre a soluzioni tecniche che contribuiscano ad amplificarne qualità stradali e prestazionali, adducendo un utile incremento di carico. Anche nel caso degli interni, si prospettano scelte altamente sportive.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati