Alfa Romeo Giulia: in Italia a marzo 2017 supera nelle vendite Mercedes Classe C e BMW Serie 3

Alfa Romeo Giulia: in Italia a marzo 2017 supera nelle vendite Mercedes Classe C e BMW Serie 3

La berlina del Biscione ottiene importanti conferme dal mercato

Alfa Romeo Giulia - L'Alfa Romeo Giulia fa meglio di Mercedes Classe C e BMW Serie 3, a dirlo sono i dati del mercato italiano relativi a marzo 2017. La berlina di Arese chiude davanti alle due rivali tedesche per numero di nuove immatricolazioni e chissà che numeri potrebbe fare se ampliasse la gamma con la versione wagon.
Alfa Romeo Giulia: in Italia a marzo 2017 supera nelle vendite Mercedes Classe C e BMW Serie 3

L’Alfa Romeo Giulia conquista sempre più apprezzamenti sul mercato italiano e, come testimoniano i dati di mercato di marzo 2017, per la prima volta nella sua storia ha superato nelle vendite complessive due delle principali rivali: Mercedes Classe C e BMW Serie 3.

Nel mese appena trascorso la berlina di segmento D del Biscione ha fatto registrate 887 nuove immatricolazioni contro le 858 della Mercedes Classe C e le 842 della BMW Serie 3. L’exploit della nuova Giulia assume ancora maggiore rilevanza considerando il fatto che le concorrenti teutoniche di Mercedes e BMW conteggiano una gamma di carrozzerie molto più variegata rispetto alla berlina di Alfa Romeo che invece è presente sul mercato in un’unica configurazione.

Tra le rivali tedesche della Giulia solo l’Audi A4 a marzo 2017 è riuscita a fare meglio sul mercato italiano, ottenendo 1.160 nuove immatricolazioni, ma di queste quasi tutte (1.081) sono station wagon. Un dato che fa pensare sulle potenzialità commerciali che potrebbe avere un eventuale versione wagon della Giulia. Però, nonostante l’attesa e la speranza di una sua realizzazione, in diverse occasioni il marchio di Arese ha più volte ribadito di non aver in programma nessuna versione familiare della Giulia.

La berlina del Biscione ha contribuito in maniera decisiva agli ottimi risultati di Alfa Romeo che a marzo 2017 sul mercato italiano ha superato quota 4.600 immatricolazioni, mantenendo su ottimi livelli le performance di vendita del brand nel primo trimestre dell’anno con 11.900 immatricolazioni, ovvero il 32,3% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Numeri incoraggianti che sono destinati a crescere con l’ingresso sul mercato del SUV Stelvio.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

4 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Me stesso

    6 Aprile 2017 at 12:24

    L’Alfa è una gran bella macchina, le altre no.

  2. lapi

    25 Aprile 2017 at 09:35

    “Tra le rivali tedesche della Giulia solo l’Audi A4 a marzo 2017 è riuscita a fare meglio sul mercato italiano, ottenendo 1.160 nuove immatricolazioni, ma di queste quasi tutte (1.081) sono station wagon. Un dato che fa pensare sulle potenzialità commerciali che potrebbe avere un eventuale versione wagon della Giulia”

    Io al posto della fiat ci penserei ancora 10-20 anni sulle potenzialità della SW. Nel frattempo i tedeschi continueranno a vendere SW e puppare la fetta di mercato. Ps. Avessero fatto uno SW da subito, avrei preso la Giulia. ma ormai é troppo tardi.

  3. Luis

    7 Maggio 2017 at 14:42

    Gran bella auto, finalmente ai vertici della categoria e soprattutto un auto diversa dalle concorrenti che sono 30 anni che hanno le stesse linee….le chiacchiere stanno a 0

  4. Giuseppe

    9 Maggio 2017 at 18:44

    Ho avuto alfa 156 345000km
    E poi 159 355000km ho cambiato perché non potevo aspettare oltre ma mi è rimasta nel cuore . La nuova Giulia è troppo sportiva non la si può pensare sw. W l’Italia è le belle macchine italiane

Articoli correlati