Skoda Fabia 1.2 TSI, turbo-comfort su ogni asfalto [PROVA SU STRADA]

Alla prova il 4 cilindri sovralimentato da 90 CV, vivace e poco assetato

Skoda Fabia - La segmento B della casa ceca riceve il turbo-benzina del gruppo VW e guadagna in sprint senza perdere le ottime doti di guidabilità. L’abbiamo provata con allestimento Twin Color Design Edition.

Con l’arrivo della primavera i fiori hanno cominciato a sbocciare con grazia ma al contempo molto velocemente. Un po’ come la Skoda Fabia del nostro test drive: fuori l’eleganza della tinta twin color, dentro lo sprint del propulsore 1.2 turbo-benzina a vivacizzare gli spostamenti in città e lungo i tratti autostradali, il tutto con massimo rispetto per le orecchie e la schiena. Scopriamo assieme i punti di forza e le debolezze della terza generazione di questa apprezzata utilitaria del marchio ceco.

Design e Interni:

Rating: ★★★★☆ 

Un aspetto brillante con la doppia verniciatura

La Skoda Fabia della nostra prova esternamente si contraddistingue per essere allestita con la tinta Twin Color Edition. Nel nostro caso al Blu Race metallizzato (490 euro) nella parte bassa è contrapposto l’argento. Questo sbalzo rendere subito la vettura molto leggera all’occhio nonché piacevole, ma se si preferisce un carattere più brillante si può optare per il nero (abbinato anche ai cerchi). La lunghezza è contenuta in appena 399 cm, il che rende la Fabia la vettura ideale per la città – ma non lasciatevi ingannare, sa fare molto di più – la larghezza è di 1,73 metri e l’altezza è di 1,47 metri (la salita a bordo è agevole anche per i più alti). Il modello del 2014 ha ricevuto una profonda rivisitazione nelle linee e nei particolari: a partire dai grandi fari con DLR a led incastonati nella parte bassa dei fari fino all’inconfondibile calandra della casa, la Fabia non denega un accento sportivo. Stiamo parlando del piccolo splitter frontale che trova posto in basso ed in tinta con la carrozzeria, o ancora le nervature a centro cofano e poi lungo la fiancata, che stringono la “pancia” dell’auto sebbene sia già sottoposta ad una buona dieta. Gli specchietti retrovisori sono verniciati come la parte alta della carrozzeria ed integrano le luci di svolta. Impossibile non notare i cerchi in lega da 16” a cinque razze doppie. Dietro offre un mix di linee morbide e spigolose. Tra tutti spiccano i fari trapezoidali ed il dislivello che viene a formarsi proprio sopra la targa, congiungendo proprio il gruppo ottico. Un piccolo spoiler è stato aggiunto ed assieme ai vetri posteriori oscurati completa il set della Twin Color. Senza dubbio questa configurazione risulta molto elegante nonché accattivante ed in generale la Fabia risulta un ottimo compromesso tra le tre cugine, ossia VW Polo (molto elegante) e Seat Ibiza (molto sportiva). E non si tratta di semplice estetica.

Semplicità e tanta luce naturale per uno spazio abbondante

Il passo di 2,47 metri ricavato dagli ingegneri Skoda ha permesso di gestire al meglio gli ingombri interni. Sia davanti che dietro si sale con grande facilità, aiutati da un’ampio raggio d’apertura delle portiere. Partiamo da chi siede davanti: la plancia è molto pulita nelle linee ed a parte le plastiche nere (alcune troppo dure nella parte superiore) c’è una grossa fascia in metallo satinato ad impreziosire lo spazio. Una soluzione che abbiamo molto apprezzato in quanto eleva l’abitacolo ad un livello superiore, unito all’eccellente assemblaggio delle parti. Il volante presenta una corona bella robusta e nelle razze laterali ha dei pratici comandi al volante per gestire il sistema multimediale ed il computer di bordo. Quest’ultimo può apparire subito davanti ai propri occhi grazie allo schermo in bianco e nero: con il semplice movimento di una rotella si scorre tra i menù più importanti (velocità istantanea, consumo carburante ecc.). Risulta così ben integrato tra i due contagiri analogici di velocità e giri-motore, sempre ben leggibili. Al centro del cruscotto è presente il display digitale da 6,5”: ai lati presenta dei tasti fisici con cui si può passare dalle impostazioni della radio alla visualizzazione dello stato vettura (consumo dalla partenza, stato gomme e così via) oltre a visualizzare i collegati a prese AUX e USB. La connessione con gli smartphone prevede Apple CarPlay, mentre non erano presenti la radio digitale DAB (€ 110) ed il navigatore, che viene via a caro prezzo (€ 940). Il climatizzatore “Climatronic” automatico costa 345 euro ma è un accessorio che consigliamo vivamente, è molto intuitivo nonché funzionale, anche se meriterebbe di stare un po’ più in alto. Diversi i vani portaoggetti a partire da quello sotto al clima, per non parlare del cassetto sul lato guidatore, di una capienza davvero notevole. Lo spazio a bordo non manca davanti così come dietro, salvo per chi siede al centro, in quanto il tunnel toglie un po’ di centimetri. I sedili risultano ben imbottiti e la stoffa è morbida. Quelli anteriori del nostro modello erano regolabili in altezza (€ 60). I vetri posteriori possono essere ad azionamento elettrico per ulteriori 180 euro. Nota di merito infine per il bagagliaio: si parte da 330 litri e si arriva sino ai 1128 con sedili abbattuti. Buono il piano di carico così come l’altezza da terra, con la bocca che si allarga salendo.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★★ 

Impeccabile in città così come in autostrada

Sarà anche pensata per la città nella sua idea di segmento B, però la Fabia ci ha davvero stupito anche quando non glielo avremmo necessariamente chiesto. Nell’ambiente urbano si muove senza problemi ed il raggio di sterzata è piuttosto ridotto, per cui inversioni o parcheggi in spazi ridotti risultano poco problematici, anche se oltre ai sensori di parcheggio consigliamo l’utile retrocamera (275 euro). Il comfort è davvero ottimo grazie alle sospensioni, ben tarate per assorbire qualunque asperità. Sulla nostra versione era presente il SAFE System (chiusura centralizzata con funzione accensione e spegnimento motore senza chiave), un optional da € 245 che però semplifica la caotica vita cittadina. L’utilitaria di Skoda risulta inoltre ben piantata a terra grazie ai generosi pneumatici da 215/45, che nelle strade extraurbane tengono in traiettoria con gran sicurezza. Fiducia che viene trasmessa anche dal volante, molto preciso anche alle alte velocità autostradali. Parlando di rumore, abbiamo rilevato 52 decibel nelle strade urbane (a 50 km/h) e 62 in quelle aperte (70 km/h); infine in autostrada alla velocità di crociera di 130 km/h si toccano i 71 db. Ottimi risultati in tutti e tre i casi, considerando soprattutto che ad alte percorrenze l’alto lunotto crea un po’ di resistenza all’aria – e da qui infatti provengono i maggiori rumori, minimi invece nel rotolamento degli pneumatici e dai giri motore (2250 a 100 km/h). C’è anche da dire che ci si trova a bordo di una vettura che ha ottenuto il massimo nei test di sicurezza EuroNCAP, con airbag laterali anteriori e per la testa dei passeggeri davanti in primis. Per quanto concerne quella attiva non mancano il Front Assist con City Emergency Braking, il Cruise Control, il Multi-Collision Brake, il Driver Alert con rilevamento di stanchezza, lo Speed Limited, l’Hill-Hold Control ed il sistema di monitoraggio della pressione pneumatici.

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★½ 

Il 4 cilindri ha turbo da vendere

Sono 1197 i cm3 del 4 cilindri 16 valvole Euro 6 che equipaggia la Skoda Fabia della nostra prova, che uniti al turbocompressore permettono di erogare 90 CV ad una quota massima di 4400 giri/min ed una coppia di 160 Nm già a 1400 giri/min. Quest’ultima è davvero buona, sia nell’erogazione che nella rapidità con cui risponde se si schiaccia a fondo il pedale (si avverte un tic). In città permette così di avere ottime ripartenze non appena lo Start&Stop ha cessato il suo operato. Il rumore che proviene dal cofano è tutt’altro che fastidioso, in quanto il 4 cilindri non produce troppe vibrazioni come invece ci si potrebbe normalmente aspettare da un 3 cilindri. In fatto di prestazioni comunque non ha molte rivali: 185 km/h la velocità massima dichiarata ed 11,0 secondi per coprire lo 0-100 km/h. Il cambio a 5 marce cui è abbinato ha una corsa fluida ed al contempo sportiva negli innesti, con il pedale della frizione che oppone la giusta resistenza al piede. Lascia forse un po’ interdetti il sistema frenante: non tanto per i dischi autoventilanti davanti, quanto per il retro. Di serie infatti sono previsti dei freni a tamburo, mentre a richiesta (per € 90) si possono avere quelli a disco, che ci sentiamo vivamente di consigliare in quanto riducono spazi di frenata ed in generale offrono più sicurezza. La trazione anteriore gestisce bene i cavalli della vettura ed anche in salita la Fabia non si affatica più di molto. Ad ogni modo molto presto questo 4 cilindri verrà rimpiazzato dal nuovo 1.0 TSI a 3 cilindri, disponibile con due step di potenza (95 e 110 CV) abbinabile inoltre al cambio DSG a 7 marce, ottimo sia per la città che al di fuori.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★½ 

Consumi ottimi per un piccolo turbo, dotazione completa con pochi optional in più

Nonostante avessimo pensato che il 1.2 TSI fosse un propulsore prevalentemente da città, i risultati si sono dimostrati più che buoni in ogni ambiente. Nel percorso urbano anche in coda non si scende sotto i 12,5 km/l, aiutati dal sistema di Start&Stop, ed in generale abbiamo riscontrato 14,5 km/l in un’intesa giornata da giungla urbana quale è Milano. Uscendo al di fuori di tali confini, ad una media di poco superiore ai 45 km/h, la Skoda Fabia ha fatto segnare 20,5 km con un singolo litro. In un percorso misto da 150 chilometri abbiamo registrato un consumo pari a 18,1 km/l. Il serbatoio da 45 litri inoltre consente, in un uso quotidiano, un’autonomia superiore ai 700 km una volta pieno. Le emissioni sono pari a 107 g/km. La Skoda Fabia con questa configurazione è un’auto che trasmette tranquillità quando si è alla guida, con un grande comfort molto vicino alle berline medie, riuscendo però a risparmiare centimetri utili in città. Eppure basta premere un po’ per sentire il turbo entrare in azione ed avere lo sprint sempre pronto all’occorrenza. Il tutto senza andare ad inficiare sulla guidabilità o sui consumi. In tal modo risulta perfetta come seconda auto familiare (disponibile anche Station Wagon) o come prima vettura per un giovane che ogni giorno deve effettuare anche spostamenti di diversi chilometri. Per portarsi a casa la Twin Color Edition della nostra prova su strada occorrono 14.290 euro, un ottimo rapporto qualità/prezzo che porta la Fabia tra le nostre favorite nel campo delle utilitarie, considerando anche l’alto numero di optional a bordo e che senza troppi pensieri vengono via ad un prezzo onesto.

 

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Linea equilibrata, Motore vivace e parco, Comfort.Quinto passeggero scomodo, Navigatore costoso, troppe plastiche dure.

Skoda Fabia 1.2 TSI: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★★ 
Accelerazione:★★★★½ 
Ripresa:★★★★★ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★★ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★★½ 
Bagagliaio:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★★★ 
Design:★★★★½ 
Finitura★★★★½ 
Piacere di guida:★★★★★ 
Consumi:★★★★★ 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati