Land Rover Discovery Humanitarian Expedition: ritorno ad Amatrice [SPECIALE VIDEO]

Riapre la piazza del paese che vuole rinascere

Jaguar Land Rover ha ufficialmente compiuto la ricostruzione del Giardino degli Alberi di Amatrice, un piccolo parco di fondamentale importanza per la comunità e i cittadini di una delle città più colpite del terribile terremoto del 24 agosto 2016

Non è ancora passato nemmeno un anno da quel terribile 24 agosto 2016, quando un terremoto colpì il paese di Amatrice e un’ampia zona circostante, di fatto distruggendo quasi completamente intere comunità. Insieme a Land Rover ci siamo recati a bordo della nuova Discovery proprio verso la città abruzzese, per essere testimoni dell’apertura ufficiale del Giardino degli Alberi, la prima struttura fissa finalmente completata del paese in seguito al disastro.
Amatrice, per via della sua storia, non ha una vera e propria piazza centrale e chi vive nei piccoli centri della periferia italiana ben saprà come la piazza sia una parte fondamentale della vita quotidiana, dove ci si incontra sin da bambini per poi rivedere amici, parenti, fare festa e molto altro. La mancanza di un simile frammento della vita di Amatrice avrebbe avuto un brutto impatto su una popolazione che proprio in questo momento di estrema difficoltà deve e vuole stare più unita che mai. Il Giardino degli Alberi, ricostruito con enorme rispetto da Jaguar Land Rover insieme al Registro Storico Land Rover che qui ha costruito molte pagine della sua storia appassionata, una casa auto che come ben sappiamo anche in passato si è molto impegnata per portare aiuto e supporto nelle zone di rischio in giro per il mondo, si trova proprio all’imbocco di quella che un tempo era la via principale del Paese, dove inizia la “zona rossa” ancora presidiata da esercito e forze dell’ordine.

Proprio in questo luogo ci rendiamo conto che in questi mesi la situazione di Amatrice non è migliorata. Chi vi scrive ha scelto, per rispetto delle vittime delle tragedia, di non fotografare ulteriormente le rovine del paese, che letteralmente non esiste più. Mai era capitato di vedere qualcosa di simile. Non sappiamo sè questa sia una scelta giusta o meno, ma di immagini del disastro ve ne sono numerose sui siti di informazione ed eventuali nostre non avrebbero né aiutato, né aggiunto qualcosa a ciò che già si è detto negli scorsi mesi. Ci teniamo comunque a sottolineare come quella di Land Rover non sia solo un’iniziativa di marketing e questo non solo perché la casa, di fatto, ha già dimostrato in passato di voler essere una rotella importante nel meccanismo degli aiuti umanitari, ma anche perché il vice sindaco di Amatrice, presente all’inaugurazione, ha ulteriormente voluto ribadire come la ricostruzione della “piazza del paese” fosse un elemento di fondamentale importanza e fortemente desiderato dalla cittadinanza stessa, per iniziare a ricostruire le loro vite nel luogo dove abitavano.

Il fatto che non vi mostriamo foto del disastro, però, non deve essere una scusa per dimenticare. Vi assicuriamo che Amatrice è molte zone limitrofe sono ancora da costruire e numerosissime case sono ancora lì. Ridotte in macerie. Molto spesso in passato le grandi tragedie hanno vissuto nella nostra memoria solo per il tempo di qualche servizio giornalistico e approfondimento alla TV. Impegniamoci a non dimenticare. Ovviamente non tutti possono fisicamente recarsi sul posto, ma c’è già molta gente volenterosa ed esperta che sta lavorando ogni giorno per la rinascita. Come avvenuto in grandi catastrofi del passato, come ad esempio il Vajont nel 1963, dobbiamo imparare che le tragedie non muoiono con la nostra memoria. Tenerla viva, informarsi e aiutare il prossimo sono mattoni fondamentali per la riscotruzione. Non dimentichiamo.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati