Marchionne sulla Formula E: possibile futuro per Alfa o Maserati

Ancora stand-by per la Dino e nessuna possibilità per i SUV a Maranello

Formula E per Alfa o Maserati - In occasione dell'inaugurazione della nuova sezione del museo Ferrari di Maranello, creata per commemorare i 70 anni del marchio, Marchionne ha lasciato intendere che la competizione rimane appetibile per tutti brand del gruppo, in particolare per Alfa o Maserati.
Marchionne sulla Formula E: possibile futuro per Alfa o Maserati

Il 25 maggio si è tenuta l’inaugurazione a Maranello della nuova ala del mitico museo Ferrari, sviluppata in onore dei 70 anni del marchio dal cavallino rampante. Oltre alla grande festa per questo evento, è stata anche un’ occasione per apprendere da Marchionne alcune novità circa il futuro di Ferrari e del gruppo FCA.

Particolare attenzione è da riporre nelle parole che l’Amministratore Delegato di FCA ha speso circa il mondo della Formula E: “Sì, la Formula E ci interessa: continuiamo a guardare a tutti i marchi del gruppo. E non sappiamo se sarà Ferrari a entrarci. Non lo sappiamo ancora, ma può darsi che ci vada l’Alfa Romeo o la Maserati“. Non si è prolungato ulteriormente, aprendo un semplice spiraglio verso quello che potrebbe essere un ritorno alle competizioni per il marchio del biscione o per il tridente.

In merito a Ferrari invece, Marchionne ha affermato quanto sia di cruciale importanza continuare ad investire per rendere sempre più all’avanguardia tutta la gamma delle vetture stradali, così da essere totalmente competitivi nei prossimi 5/6 anni. Infine ha espresso la propria convinzione circa lo sviluppo di un piano che porti ad aumentare la capacità produttiva di maranello, così da poter allargare la copertura del mercato.

Altre informazioni sono trapelate circa la Dino, con Marchionne che ha sentenziato un secco “nulla è ancora stato deciso per la Dino. […] Ci riuniamo ogni novanta giorni per discuterne, ma ancora ad oggi nessun importante sviluppo“.

Riguardo a chi invece fantasticava un possibile ingresso di ferrari nel mondo dei SUV, il CEO di FCA ha subito smentito affermando: “Credo che la cosa importante sia raggiungere i risultati economici che ci prefissiamo. Noi li otterremo, ma senza distruggere il marchio e il suo Dna. C’è una grandissima storia qua dentro: bisogna farla evolvere, non violentarla”. 

 

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati