WP_Post Object ( [ID] => 401942 [post_author] => 52 [post_date] => 2017-05-29 10:19:06 [post_date_gmt] => 2017-05-29 08:19:06 [post_content] => Decisa ad ultimare la fase di sviluppo della variante sportiva, Hyundai si è presentata ai nastri di partenza dell'edizione 45 della 24 Ore del Nürburgring con due i30 N modificate gestite dal team Hyundai Deutschland nella classe SP3T, destinata alle vetture con propulsore sovralimentato fino alla cilindrata di 2.0cc. Requisiti che la berlina coreana soddisfa pienamente essendo dotata di un quattro cilindri turbo da 2 litri che sarà equipaggiato sul modello di serie. Durante la gara, a cui hanno preso parte oltre 150 auto di classi differenti, da segnalare un contatto per la i30 N #95 avvenuto nelle prime ore che l'ha costretta alle riparazioni ai box, perdendo diverse posizione e gap nei confronti degli avversari. A causa dell'enorme svantaggio, la vettura ha tagliato il traguardo in nona posizione riuscendo comunque a terminare la competizione e accumulare numerosi chilometri e dati. Podio sfumato per la i30 N #92 con un quarto posto al termine di una gara gestita nel migliore dei modi e senza complicazioni, se non un contatto che ha necessitato dell'intervento dei meccanici i quali hanno applicato una fascia di nastro nel lato destro del paraurti posteriore. All'interno dei box gli ingegneri del Centro di Ricerca e Sviluppo di Namyang, giunti nell'appuntamento tedesco per studiare l'andamento di entrambe le vetture in gara, oltre a raccogliere i dati. Infine, da segnalare la presenza di Albert Biermann, Responsabile Test e Sviluppo dei modelli ad alte prestazioni di Hyundai, che ha assistito in prima persona all'evento. Il prossimo step sarà il modello di serie che, dopo numerosi chilometri di test, specialmente al Nurburgring, è pronto per il tanto atteso lancio commerciale. [post_title] => 24 Ore del Nürburgring, Hyundai: sfiorato il podio nella classe SP3T [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => 24-ore-del-nurburgring-hyundai-sfiorato-il-podio-nella-classe-sp3t [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-29 10:30:39 [post_modified_gmt] => 2017-05-29 08:30:39 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=401942 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

24 Ore del Nürburgring, Hyundai: sfiorato il podio nella classe SP3T

Quarto e nono posto per le due i30 N. Sviluppo ultimato

24 Ore del Nürburgring, Hyundai - In attesa del lancio commerciale del modello di serie, previsto entro la fine dell'anno, due i30 N gestite dalla divisione tedesca hanno preso parte alla 45^ edizione della celebre gara tedesca per ultimare il programma di sviluppo.
24 Ore del Nürburgring, Hyundai: sfiorato il podio nella classe SP3T

Decisa ad ultimare la fase di sviluppo della variante sportiva, Hyundai si è presentata ai nastri di partenza dell’edizione 45 della 24 Ore del Nürburgring con due i30 N modificate gestite dal team Hyundai Deutschland nella classe SP3T, destinata alle vetture con propulsore sovralimentato fino alla cilindrata di 2.0cc. Requisiti che la berlina coreana soddisfa pienamente essendo dotata di un quattro cilindri turbo da 2 litri che sarà equipaggiato sul modello di serie.

Durante la gara, a cui hanno preso parte oltre 150 auto di classi differenti, da segnalare un contatto per la i30 N #95 avvenuto nelle prime ore che l’ha costretta alle riparazioni ai box, perdendo diverse posizione e gap nei confronti degli avversari. A causa dell’enorme svantaggio, la vettura ha tagliato il traguardo in nona posizione riuscendo comunque a terminare la competizione e accumulare numerosi chilometri e dati.

Podio sfumato per la i30 N #92 con un quarto posto al termine di una gara gestita nel migliore dei modi e senza complicazioni, se non un contatto che ha necessitato dell’intervento dei meccanici i quali hanno applicato una fascia di nastro nel lato destro del paraurti posteriore.

All’interno dei box gli ingegneri del Centro di Ricerca e Sviluppo di Namyang, giunti nell’appuntamento tedesco per studiare l’andamento di entrambe le vetture in gara, oltre a raccogliere i dati. Infine, da segnalare la presenza di Albert Biermann, Responsabile Test e Sviluppo dei modelli ad alte prestazioni di Hyundai, che ha assistito in prima persona all’evento. Il prossimo step sarà il modello di serie che, dopo numerosi chilometri di test, specialmente al Nurburgring, è pronto per il tanto atteso lancio commerciale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati