Mercedes EQ: la futura compatta elettrica sarà prodotta a Rastatt

Mercedes EQ: la futura compatta elettrica sarà prodotta a Rastatt

L'impianto si accoderà a quelli di Brema e Sindelfingen

Mercedes EQ - In attesa del primo veicolo a zero emissioni nel 2019, la casa tedesca ha ufficializzato la scelta dell'impianto di Rastatt per la produzione del futuro modello compatto, che potrebbe essere anticipato dalla concept che verrà presentata al Salone di Francoforte a settembre.
Mercedes EQ: la futura compatta elettrica sarà prodotta a Rastatt

La Mercedes ha confermato la produzione del futuro modello compatto a propulsione elettrica del marchio EQ presso l’impianto di Rastatt, che si accoderà a quelli di Brema e Sindelfingen, nei quali verranno costruiti altri veicoli a zero emissioni. Proprio a Brema nascerà la prima SUV che sarà introdotta sul mercato nel 2019, mentre a Sindelfingen spazio a veicoli lussuosi e più grandi. L’obiettivo della casa tedesca sarà quello di realizzare 10 modelli entro il 2022, e di raggiungere una quota tra il 15 e il 25% sulle vendite complessive di veicoli elettrici nel 2025.

“L’impianto Mercedes-Benz di Rastatt sarà il centro di competenza per la produzione di nuovi modelli EQ compatti”, ha dichiarato il responsabile dell’impianto, Thomas Geier. “Nell’anno del nostro 25° anniversario, questa è una grande notizia per la nostra forza lavoro altamente motivata”.

Per il momento non trapela nulla da Stoccarda circa i modelli che saranno costruiti presso lo stabilimento, ma indiscrezioni parlano della berlina entry level del marchio EQ che dovrebbe essere presentata al Salone di Francoforte (14-24 settembre) sottoforma di concept, che prefigurerà il modello di serie espandendo così la proposta a zero emissioni. A Rastatt nascerà anche la quarta generazione Classe A, attesa sul mercato nel 2018.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati